Cairo: “Sul mercato avrei voluto fare di più. Ma il Torino è già fallito 15 anni fa”

Le voci / Così il presidente granata: “Mi sarebbe piaciuto fare di più, ma in questo momento bisogna essere prudenti”

di Redazione Toro News

Intervenuto al “Festival dello Sport” organizzato dalla Gazzetta dello Sport, il presidente del Torino e di Rcs Urbano Cairo è stato protagonista del primo giorno dell’edizione 2020, parlando di alcune tematiche relative al momento del calcio italiano senza disdegnare un riferimento al Torino. “I protocolli anti-Covid sono stati ampiamente discussi e sono condivisi – ha detto il patron – ma se si può migliorare va fatto in considerazione dell’attuale situazione. Deve essere tutelato il campionato, perché ne va del sistema economico, del lavoro di tutte le persone coinvolte. Ritengo importante che ci sia molta attenzione, perché l’economia non si può fermare di nuovo. Per quanto riguarda il campionato, ci deve essere una comunione d’intenti, ma non voglio esprimere giudizi su Juventus-Napoli”.

Cairo

I CALCIATORI – Il patron ha quindi proseguito, soffermandosi sulla crisi che ha colpito il momento del calcio: “I calciatori devono essere consapevoli che siamo in un momento particolare e che il campionato deve proseguire ma anche loro devono essere consci del fatto che non si può fare quello che si faceva fino a 8/9 mesi fa. Il calcio non si è gestito bene, ha perso molto terreno. Noi abbiamo diritti Tv che ammontano a poco meno di 400 milioni mentre la Premier ottiene quasi un miliardo. Per questo dobbiamo accogliere con favore l’intervento di un fondo per affidarci a chi ha molta managerialità. Ci sono troppi particolarismi e non va bene: dobbiamo pensare al calcio come a una comunità intera. Dal Pino? Lo conosco, non l’ho votato ma ho imparato ad apprezzarlo in questi mesi in cui ha svolto molto bene il suo lavoro di Presidente di Lega. Ha saputo coinvolgere molto bene i fondi che hanno investito in questo periodo sul calcio italiano. Sicuramente il calcio perderà in Italia molto dal punto di vista degli abbonamenti. Si tratta di un aspetto importante di ricavo e quindi è un tema molto delicato”.


IL MERCATO – Il presidente granata, infine, ha parlato anche del mercato appena concluso. “Anche il calciomercato è stato molto minore come volume di affari rispetto ai precedenti perché mancano i ricavi da stadio e non è poco, le società sono preoccupate. Anche noi del Toro abbiamo fatto molte cose ma abbiamo dovuto fare i conti con dei bilanci che saranno negativi e dobbiamo cercare di far sì che non lo siano troppo. Avrei voluto fare di più ma dobbiamo essere prudenti: il Toro è già fallito 15 anni fa”.

LEGGI ANCHE: Toro, parla Gojak: “Mi volevano tante squadre, ma i granata sono stati i più concreti”

136 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Toro amore mio - 2 settimane fa

    Finalmente abbiamo un Presidente che mette al bando i particolarismi e vede il calcio come una comunità totale… ma mi chiedo perché non usa questo sistema con il Toro mettendo in campo tutto ciò che ha guadagnato fino ad oggi?? E poi la perla che siamo falliti già 15 anni fa, un capolavoro, se voleva far di più prendeva un allenatore idoneo alla rosa che avevamo e comprava tre elementi fatti bene e forse facevamo un campionato dignitoso… ed invece no prendiamo un allenatore a cui serve un’altro tipo di squadra e non gli diamo i giocatori è come comprare una macchina sportiva e poi non poterci (o volerci) mettere benzina…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. rb27 - 2 settimane fa

    Quando il Covid non esisteva cmq non esisteva programmazione e gli acquisti erano last minute con squadra lasciata per lo più incompleta. E senza reali progetti e/o ambizioni. Quindi con o senza Covid la sostanza é sempre quella… da scarsa a mediocre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. maxxx - 2 settimane fa

    Non vale più la pena leggerlo e commentarlo. Aspettiamo con impazienza il giorno in cui se ne andrà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. claudio sala 68 - 2 settimane fa

    Il progetto di Cairo è fallito. se mai avesse un progetto.
    Il progetto è fallito perché tra prima squadra e primavera siamo pieni di esuberi, quando altri con i giovani ci fanno i soldini. Il progetto è fallito perché dopo 15 anni non abbiamo un centro sportivo decente, non abbiamo uno stadio di proprietà, non esiste una vision su cosa farà questa società tra qualche anno. Il mercato casuale è l’effetto di questo vuoto, ci mancherebbe che spendesse quando non si sa neanche cosa si vuole

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. zaccarelli - 1 settimana fa

      No no Claudio Sala ( che crosserebbe ancora meglio di tanti ragazzotti che abbiamo in squadra ) il suo progetto funziona.
      Giro di denaro e plusvalenze, niente di proprietà e scarico tutto dalle tasse.

      Hombre de mierda

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ddavide69 - 2 settimane fa

    Lui , il mandrogno tirchio rimuove quello che non gli conviene dire o ricordare. Allora Te lo ricordo io caro il mio mandrogno, il Toro non è fallito per cause proprie, ma è fallito perché Cimminelli ha fatto investimenti per la sua Ergom fornitore Fiat, che poi non è riuscito ad ammortizzare. Casualmente era stato Cantarella a ‘forzare ‘Cimminelli ad acquisire il Toro . Cantarella, amministratore delegato Fiat… quegli anni per Fiat non furono tra i più felici . infatti in calo delle vendite portò Fiat ad un passo del fallimento a sua volta. Poi , tra giochetti finanziari di vario tipo con l accordo con GM poi mimetizzato da fiat e anche il ricatto di Marchionne verso le banche con il suo famoso prestito convertendo, azionario/obbligazionario , la fiat si salvò, ma Cimminelli no. Il grande mentitore seriale deve dirle tutte le cose non solo quelle che gli conviene!!! E la gente deve aprire gli occhi non mettere sempre la testa sotto la sabbia , basta con il SI PADRONE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 2 settimane fa

      Monetizzato, non mimetizzato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. robert - 2 settimane fa

    il Mandrogno non si rende conto che sono già state giocate due partite di campionato e la squadra ha ZERO punti e 5 GOL già sul groppone.Se va avanti cosi il Toro subirà una valanga di gol ancora più dell’anno scorso considerando che Giampaolo è più filosofo che concreto , tutto teoria (come mia nonna) e poca pratica.Se poi si considera che il mercato in entrata è stato disastroso prepariamoci ,cari tifosi, a un altro anno di delusioni e amarezze.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Tremendismo granata - 2 settimane fa

    …Certo, in questi anni ci sono stati bei momenti, anche se molto rari.
    Adesso è arrivato il momento di vendere la società, perché è evidente che non ci saranno mai più bei momenti, più di questo non puoi e non sai fare!

    Le scuse sono finite.

    CAIRO VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Toro75 - 2 settimane fa

    Mi associo a tutti i tifosi che hanno scritto prima di me
    Il fallimento non è solo finanziario
    A livello sportivo Cairo ha gia fallito in tutto ,un incapace recidivo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. fabrizio - 2 settimane fa

    La cairese e’ tutta un fallimento sportivo. Ed’ fallisce ogni anno, quindi 16 anni di fallimenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. fabrizio - 2 settimane fa

    sparisci da Torino e dal Torino. Hai ampiamente dimostrato la tua inettitudine nel calcio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 2 settimane fa

      e portati via gli slurp “tifosi”

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. maccabee - 2 settimane fa

    Non è questione di (poco) denaro, ma di (pochissima) competenza!
    Se si fossero ceduti Lyanco, Verdi, Izzo e Zaza in blocco (sconto quantità), sarebbero entrati circa 60 Mln a cui si aggiungere altri 6 Mln risparmiati (totale dei loro ingaggi)!
    e oggi avremmo Torreira e Ramirez!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luigi65 - 2 settimane fa

      non vorrei che ti stesse sfuggendo il fatto che nessuno li ha richiesti o voluti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 2 settimane fa

        Nessuno li ha richiesti al prezzo che voleva lui. Il bologna voleva lyanco ,ad esempio e l inter voleva izzo. Lyanco 10 milioni e izzo 15 . Sarebbe stato comunque più di quanto li hai pagati. 25 milioni contro 21. Ma qualcuno non ha voluto. Non è che puoi sempre guadagnare 3 volte quello che hai pagato. Questi soldi potev6servire a prendere torreira per esempio. E poi c è sempre meite che non serve a nulla. Che una dozzina di milioni li valeva…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Luigi65 - 2 settimane fa

    Cairo ha pienamente ragione…è troppo facile fare i conti in tasca agli altri…vorrei vedere tanti di quelli che lo criticano cosa riuscirebbero a fare meglio di lui…che poi auspichiamo tutti una proprietà più ricca e più attenta alla gloriosa storia del Toro è un altro discorso e sono d’accordo…ma vorrei capire le reali alternativa quali sono…dal punto di vista personale con tutti i problemi economici che hanno molti di noi a portare il pane a casa, me compreso, sono altamente stufo di tutta questa ingordigia che gira intorno al mondo del calcio e ai guadagni di calciatori, procuratori etc etc…sarebbe il momento di dargli un freno…!! io mi identifico sempre meno in questo sport…e sempre meno mi piace e ho voglia di guardarlo complice anche un regolamento sempre più assurdo (Var usato molto male poi).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 2 settimane fa

      L unica cosa che ha fatto lui è stata sganciare una sessantina di milioni negli anni della serie b ,quando doveva comprare o prendere in prestito i giocatori e coprire i debiti di gestione. Ma dopo l avvento della legge melandri, chiunque avesse una competenza finanziaria a livello universitario potrebbe fare meglio di lui. Ti ricordo che il Toro lo ha preso a zero euro , potevamo comprarlo pure io e te. La legge dei diritti tv , consegna ogni anno nelle casse del Toro qualcosa come 50 milioni di euro. Si pagano tutti gli stipendi e Cairo non ci mette una cippa.nei 3 anni delle plusvalenze, Cairo ha portato gli incassi a patrimonio netto e li sta ora utilizzando per le perdite di esercizio degli ultimi 2 anni. In ogni caso dovesse vendere il Toro come minimo incasserebbe 150 milioni. Questo è il grande presidente che non mangia per non cagare!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Giancarlo - 2 settimane fa

    Leggo commenti vari che sono sostanzialmente simili ed indicano precise responsabilità di Cairo. Io non voglio criticare oltre una campagna acquisti per lo meno interlocutoria che manifesterà i suoi più o i suoi meno in funzione dell’eventuale esplosione di giovani talenti, posto che talenti lo siano. La situazione attuale forse non permetteva di agire diversamente, perchè condizionata dalla impossibilità o dalla incapacità di cedere giocatori fuori dall’ennesimo cambiamento di modulo imposti da una allenatore, Gianpaolo, forse scomodo. E qui vengono le responsabilità e gli errori dei quali non mi capacito. Un imprenditore che ha sempre fatto nozze con i fichi secchi acquisendo il Torino, La7 e RCS con niente o poco più avrebbe dovuto e potuto porre tutte le sue aziende in prima fascia; ma mentre RCS e La7 indubbiamente lo sono, non so spiegarmi come abbia potuto lasciare il Toro nel limbo, in una situazione intollerabile sia da un punto di vista imprenditoriale che emotivo. Prawda citava Pianelli ed i suoi investimenti; Pianelli (e Traversa) ci metteva il cuore e una indiscutibile capacità manageriale, sia imprenditoriale che sportiva, Cairo nè l’una nè l’altra, e ripeto, incomprensibilmente da un punto di vista strettamente imprenditoriale, ma se di fallimento si deve parlare questo sarà dell’uomo, non del Torino perchè il suo simbolo va ben oltre l’uomo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. user-15014553 - 2 settimane fa

    Vendi e vattene ….nn esiste società nn esiste programma nn esiste organigramma serio (solo lei che di calcio capisce nulla )

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Messere Granata - 2 settimane fa

    Cairo continua ad esprimersi come se presiedesse un Consiglio di Amministrazione o un’ Assemblea di Condominio. Caro Urbano, chissà quando i tifosi riusciranno a sentire qualche parola che non sottintenda il solito e afflittivo “mai”, diventando almeno un più accettabile e speranzoso “forse”? Si tratta di Sport. Disciplina che prevede dei traguardi e che il competere o meno per i quali, genera il consenso o il malcontento. Un pizzico di passione in più sarebbe gradita. E sarebbe per lei un vero “affare”. Ci pensi bene. È gratis.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. GrilloParlante - 2 settimane fa

    Indecente. Adesso minaccia pure il fallimento. Fallimentare è la tua gestione, non sei in grado. Vendi e fatti da parte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. aimo.marc_150 - 2 settimane fa

    Vorrei pregare i leccaculo della Redazione di non mettere il commento “non mi piace” ovunque quando si commenta la gestione ridicola del Parolaio Magico. Non siete credibili nemmeno su queste pagine. Quindi un po’ di dignità se ci riuscite. Grazie!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. abatta68 - 2 settimane fa

    Ho appena sognato che perdevano il derby 1-4 pensa un po…nemmeno nei sogni si può più fare nulla! Quest uomo in 15 anni ha anestetizzato tutto ciò che aveva bisogno di entusiasmo… ormai giochiamo con una maglia scolorita… credo che il beige sia il colore in cui ci si riconosce! Suma bin ciapà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bergen - 2 settimane fa

      Ti direi come faccio ai miei figli prima di dormire “pensa alle cose belle”.
      Chesso ‘ magari al derby del marzo 83.
      Eppoi ricordiamoci che il pensiero è forma.
      Probabilmente quando smetteremo di essere così negativi qualcosa in più cambierà.

      Molto sta già accadendo e chi non ha gli occhi per vederlo non sarà in grado di interpretare il cambiamento.

      Buona fede granata.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fabrizio - 2 settimane fa

        certo, con Cairo, a marzo del 2021 cambieremo categoria

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. torofabri - 2 settimane fa

    Direi che Prawda ha esternato in maniera più che oomprensibile la situazione del nostro Toro, toccando tutte le ferite aperte. Ne aggiungo una.. Leggo che si parla di società fra tutti. Per me non esiste neanche quella, non abbiamo nulla….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Prawda - 2 settimane fa

    Sinceramente Cairo assomiglia sempre di piu’ ad un venditore di pentole, un Mastrota ma decisamente piu’ sfigato ed e’ incomprensibile come un profondo conoscitore del mondo pubblicitario, uno che dovrebbe sapere perfettamente cosa producano certe sue esternazioni, continui nonostante tutto a farle. L’ego evidentemente trascende qualsiasi limite e logica o forse e’ solamente una pessima considerazione dei tifosi granata.
    Io non vedo rabbia tra i tifosi, leggendo molti commenti o nelle mie molto saltuarie presenze allo stadio, ho visto molto di piu’ rassegnazione, quasi l’accettazione che il Torino ormai e’ diventato solamente questo, una piccola societa’ senza ambizioni e senza obiettivi che deve gioire come una provinciale se in qualche modo mette la testa nelle parte sinistra della classifica; purtroppo ho visto e vedo che sempre piu’ tifosi hanno accettato tutto questo e la prima inevitabile conseguenza e’ che mai il tifo granata e’ stato cosi’ numericamente basso e la discesa appare inarrestabile. Perche’ e’ inutile che ci si arrampichi sugli specchi, senza il Torino di Pianelli, non ci sarebbe stata una generazione di tifosi granata che ha trasmesso poi quella fede ai propri figli; il problema e’ che quella fede per crescere e resistere ha bisogno di acqua, di risultati sul campo, senza, inevitabilmente si inaridisce ogni giorno di piu’. Quello che non era riuscito a pessimi presidenti come Calleri, Vidulich o Cimminelli sta riuscendo a Cairo, togliere ai tifosi qualsiasi speranza, spegnere qualsiasi illusione, cancellare quell’orgoglio e tutto quello che il Torino rappresentava e significava; il risultato e’ che cosi’ una societa’ calcistica non fallisce ma muore, magari poco per volta, ma e’ un processo inevitabile.
    Tornando a Cairo, basta solo dire che mai in tutta la storia del Torino vi sono stati 15 anni con risultati sportivi peggiori per descrivere il totale fallimento della sua presidenza; se solo si pensa che il Torino rilevato da Pianelli nel 1963, arrivo’ prima settimo e poi terzo, per comprenderne la differenza, ma quel Torino aveva giocatori come Ferrini, Meroni, Vieri, Puja, Rosato, Hitchens. Altri giocatori, altri obiettivi, altri investimenti!
    Non mi mettero’ a parlare di bilancio perche’ sono talmente tante e grosse le castronerie dette a proposito di un ipotetico fallimento o di spese non fatte che non vale nemmeno la pena sprecare il tempo a confutarle, si commentano da sole.
    Cairo dal Torino non ha preso un euro e’ vero solo in parte ma anche qui non vale la pena fare troppe pulci ai bilanci, credo che quando nel 2005 prese il Torino non lo fece per ricavare un ritorno economico; ha ottenuto molto di piu’ sotto altri aspetti basti solo pensare a chi sapeva chi era Cairo nel 2005, chiunque abbia un minimo di confidenza con il mondo della pubblicita’ sa perfettamente quanto sarebbe costata una esposizione mediatica come quella che ha avuto da presidente del Torino. Poi anche a causa del suo ego, arrivo’ la serie b, arrivarono le prime contestazioni e forse la decisioni di mettere in vendita la societa’; a parte la cifra totalmente fuori mercato chiesta allora, tutto cambio’ rapidamente perche’ nello stesso periodo veniva finalmente approvato il decreto Melandri che avrebbe completamente cambiato la distribuzione dei diritti televisivi, riversando una marea di soldi su societa’ che prima si contendevano gli avanzi sotto il tavolo. Cairo ha facilmente compreso che il Torino oltre ad essere un incredibile veicolo pubblicitario e di immagine poteva diventare anche una fonte di reddito e cosi’ e’ stato; io non posso pensare che un manager competente come Cairo commetta errori che nemmeno l’ultimo degli inetti farebbe, e’ evidente che la dimensione per lui ideale del Torino e’ quella del centro classifica, consente di incamerare i diritti televisivi con cui si pagano praticamente tutti i costi fissi, non comporta investimenti che se si dovesse partecipare alle coppe i tifosi chiederebbero, consente persino di poter acquistare delle scommesse, giocatori su cui poter fare in futuro delle possibili plusvalenze.
    Cairo allo stato attuale non vendera’ mai il Torino perche’ gli ha dato una visibilita’ e gli ha aperto delle porte che quindici anni fa non erano nemmeno immaginabili, in piu’ c’e’ una tifoseria divisa e sempre meno partecipe, incapace persino di contestarlo.
    Ribadisco quanto ho scritto tante volte, il Torino con Cairo non fallira’, tra l’altro non per meriti del presidente, ma purtroppo ha iniziato una lenta, lunga ed inesorabile agonia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bloodyhell - 2 settimane fa

      questo commento descrive esattamente il dramma che stiamo vivendo noi tifosi del toro. lo desrive esattamente, perchè è ricostruita la situazione sia emotiva che pratica del mondo granata. fratello prawda,con la sua analisi, ha spiegato perchè cairo non venderà il toro e non fara’ investimenti per farlo crescere.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. BiriLLo - 2 settimane fa

      Bravo bravo bravo!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. zaccarelli - 2 settimane fa

      Ahinoi, a l’é propi parej.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Bacigalupo1967 - 2 settimane fa

      Ineccepibile.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 settimane fa

      Condivido la tua analisi al 100%. E penso che Cairo abbandonerà il Toro il giorno in cui saremo diventati talmente anonimi e “inappetibili” (con una tifoseria sempre più sparuta ) che i ricavi scenderanno inevitabilmente.
      Basti pensare che 40 anni fa il Toro contava 4 milioni di tifosi, 20 anni fa un milione in Italia, mentre oggi siamo scesi a poco più di 400mila. Meno di Cagliari, Fiorentina e Lazio.
      Quindi hai perfettamente ragione: non stiamo fallendo, stiamo morendo. Proprio come gli Indiani che citava il grande Mondonico, ma rispetto a quei tempi, non vinciamo più battaglie, ma siamo sempre più gettati nelle riserve, sempre più tristi e vicini alla fine.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Anonimo - 1 settimana fa

        4 milioni????? piu tifosi della fiorentina??? posa il fiasco daniele..il toro ha sempre avuto sui 1,2 milioni..almanacco panini..classifica su internet..adesso con il passare degli anni circa 650 o 700 mila..di tutto rispetto contdando che torino ce la gobba..purtroppo hai ragione su tutto il resto..mandatelo via cairo..noi a firenze i della valle li abbiamo mandati via..flash mob..davanti ai loro negozi..il toro ha una storia grande e merita d stare in europa..un saluto..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    6. Emilianozapata - 2 settimane fa

      Perfetto. Da copiare e conservare. Nessun giornale potrebbe o saprebbe pubblicare un articolo come il tuo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    7. maxx72 - 2 settimane fa

      Bravissimo Prawda.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. aledranata81 - 2 settimane fa

    Problema 1 : Strategia societaria a medio e lungo termine 3/5/10 anni

    Problema 2 : Strutture per il vivaio e Stadio di PROPRIETÀ

    Problema 3 : Organizzazione societaria AD, Dir Gen, Etc

    Problema 4 : Scouting e Osservatori

    Problema 5 : Troppe chiacchiere e troppi pochi fatti.

    Il Toro appartiene ai Tifosi! Tu sei solo di passaggio…

    Fvcg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. maxx72 - 2 settimane fa

    “L’editoriale” di leggendagranata è un vero capolavoro ed un’analisi ineccepibile. È stato un vero piacere leggerla e proporrei anche lui per una rubrica settimanale. Grazie mille leggendagranata, davvero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. BiriLLo - 2 settimane fa

    Sportivamente parlando eccome se siamo falliti nell’era Cairo. Solo la primavera ci ha gasati in questi anni.
    E le strutture? E una programmazione? E comunicazione più sincera sempre? E Sti c…i.
    Quasi è felice il Re, può citare il covid 19 come alibi. Piuttosto si cercasse un socio con fondi e passione. Ma quando mai, lui ha trovato visibilità enorme e un giocattolo che si regge da solo. Troppo falso come sempre.
    Oppure fai come l’architetto Melandri, se non sei all’altezza, e non lo sei, quatto quatto, prendi e senza dire niente te ne vai.
    Almeno non parlare più presidente perdente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. TOROPERDUTO - 2 settimane fa

    Il giorno che un giornalista farà la fatidica domanda “perché sig. Cairo ha preso e continua a voler tenere il Toro?” Sarà sempre troppo tardi.
    Perché questo è il punto e ci sono troppe cose che non tornano.
    Si parla sempre di Atalanta, ma al di là dei soldi ecc il discorso è che l Atalanta è partita da lontanissimo noi in quindici anni non siamo riusciti ancora a partire

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 - 2 settimane fa

      Per la sua mamma, non lo sai? Che dolce!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. TOROPERDUTO - 2 settimane fa

        Che piciu che sei!!!
        Devo dire a Madama di cambiare il nome ed invece che darvi dei soliti noti meglio dei soliti idioti…..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bacigalupo1967 - 2 settimane fa

          E adesso cosa c’entriamo noi?
          🙂 poi Mimmo@ non è un solito noto.
          La tenzone tra la signora e lui è più articolata e profonda.
          🙂
          I soliti noti non moriranno mai

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. maxx72 - 2 settimane fa

            I “soliti noti” sono il meglio mica pizza e fichi.

            Mi piace Non mi piace
    2. bloodyhell - 2 settimane fa

      ma come?nonlosai!?ha preso il toro per organizzare il torneo mamma cairo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. policano67 - 2 settimane fa

    volevo fare di piu ma il toro e gia fallito.tradotto significa con me nn falliamo ma accontentavi di restare in a.a sto punto perche nn mettere pubblicamente in vendita il toro e vedremo chi veramente si fara avanti in modo serio?se nn ci sara nessuno pazienza ci terremo urbano.ma anche il prezzo dovra essere serio urbano.nn puoi mica chiedere 200ml di euro per una societa medio bassa senza stadio e strutture propie.se poi valuti lyanco 20 izzo 25 belotti 100 e chiaro che nn ci saranno acquirenti e vanno a comprarsi la fiorentina la roma o altre societa.serieta da entrambi le parti suvvia.io penso che il toro per te sia fonte di guadagno e nn hai intenzione di molla la preda ad un prezzo equo.vuoi rifarci il quadruplo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 settimane fa

    Giusto ieri avevo scritto che quest’anno Cairo prima o poi avrebbe campato la scusa dell’emergenza sanitaria (giustificazione in sè non biasimabile )
    Il problema però come già accennato da alcuni qui, è l’assoluta fragilità della struttura societaria, nata e in corso al solo scopo di generare ricavi al minimo costo possibile. Non ci sono progetti per rendere ambizioso il Toro, ma solamente la volontà di tenere sù un’azienda per ricevere denaro, pubblicità e non ultimo, gonfiare l’ego del suo presidente (non proprietario ).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. FVCG80 - 2 settimane fa

    Parla solo di mercato, il problema è molto più ampio e riguarda la società, sia in strutture che organigramma. 15 anni fa il Toro è fallito, adesso invece siamo dei falliti..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. GlennGould - 2 settimane fa

    Fossero i grani messi per il mercato il problema..
    Ormai lo sanno anche i sassi che il problema principale è l’assoluta mancanza di ogni minima iniziativa per struttura una società che a oggi è fatta di niente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. FuriaGRANATA - 2 settimane fa

    PRESINIENTE Pagliaccio.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. filippo67 - 2 settimane fa

    Eccolo qui!Stavo in pensiero,non si gioca,quindi non si perde e compare come al solito a fare proclami triti e ritriti,per poi nascondersi puntualmente dopo ogni sconfitta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. leggendagranata - 2 settimane fa

    C’ è troppa rabbia, troppo risentimento, troppa frustrazione intorno al Toro. Sentimenti che annebbiano le capacità mentali di dare giudizi equilibrati. Si arriva a sperare nel “tanto peggio, tanto meglio”. Forse lo spera chi è troppo giovane o ha così poca memoria da non ricordare precedenti ancora più infausti, come il periodo ante Pianelli e le presidenze di Borsano (dai processi emersero i soldi in nero sottratti alle casse del Toro, che finì infatti nelle mani dei giudici fallimentari), di Calleri (uno che vendette un certo Vieri per il carneade Petrachi e 800 milioni ed altre amenità varie, tanto che finimmo in Serie B), il terzetto degli allegri genovesi, che riempirono il Toro di debiti, tanto che il loro successore l’ ineffabile Cimminelli non riuscì più a raddrizzare la baracca e fu fallimento. Cairo arrivò acclamato, non perchè i tifosi del Toro fossero tutti fessi, ma perchè l’ alternativa era un tal Giovannone, importatore di infermiere dall’ Est Europa, con alle spalle Lotito il quale avrebbe voluto fare del Toro uan succursale della Lazio. Mi scuso per la lunga premessa, ma andava fatta per inquadrare le cose in modo corretto. Detto tutto questo non assolvo il quindicennio della presidenza Cairo, ma lo colloco sportivamente parlando al livello della bassa mediocrità. Non si pensi che il Nostro si sia arricchito alle spalle del Toro: i primi anni disastrosi di presidenza lo avevano caricato di debiti, che ha poi coperto con la famosa politica delle plusvalenze, riuscendo a mettere anche un po’ di fieno in cascina (nella casse del Toro, secondo quanto emerge dai bilanci). Fieno che si è mangiato sotto le gestioni Mihajlovic e Mazzarri e infatti i conti sono tornati in rosso. Ma il problema (come ha scritto anche qualcuno prima di me) non sono i soldi, è la struttura manageriale, che l’ egocentrismo di Cairo ha sempre ritenuta quasi superflua. Lui è il classico baùscia milanese, cioè un soggetto che vuole decidere e intervenire anche nelle aree aziendali di cui non ha competenza. Capisco che adesso evochi parole che ai tifosi del Toro fanno paura (fallimento), da un certo punto di vista non ha neanche tutti i torti. Ma la verità è che dovrebbe cambiare registro, investire in strutture e manager di primo livello. Non c’è via d’ uscita. La scorsa stagione con il buon Bava ds si è toccato il fondo. Altrimenti passi la mano che è meglio. Operazione non facile vista la voracità del personaggio, uno che valuta 25 milioni Izzo e 20 milioni Ljanko, col risultato che ce li ha ancora sulle croste. Avvicinare Cairo e chiedergli che cosa vuole per il Toro è un azzardo che molti non si sentono di compiere. Non è una bella situazione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granataLondinese - 2 settimane fa

      Analisi ineccepibile e ottimo riassunto!
      Si dovrebbe fare un conto della Valutazione Cairo della squadra e poi diventerebbe ovvio come mai nessuno possa essere serio a comprare il toro, 20M Izzo Nkolou Lyanco (minimo) 100M il gallo, 25M Zaza e Verdi…
      Probabilmente ha già raddoppiato il valore dei neo assunti, solo perché ora vestono la sacra Maglia Granata.

      Cosa chiede per il toro 500M?.
      Senza stadio sono comunque troppi, il valore della squadra l’abbiamo visto l’anno scorso in campo ed è piuttosto inutile aggrapparsi alle carenze dei vari allenatori…

      C’è poca pasta buona in campo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Héctor Belascoarán - 2 settimane fa

      Hai fatto un quadro lucido della situazione, se penso che tra Verdi e Zaza ci stiamo rimettendo 40 milioni di dò una tafazzata sulle balle.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. bertu62 - 2 settimane fa

      @leggendagranata, benvenuto nel club di coloro che non scrivono sempre e solo insulti e slogan di propaganda ma che scrivono sia contestualizzando sia facendo giustamente un’analisi pregressa… Però preparati perché se continuerai avrai vita dura, soprattutto dallo “zoccolo duro” di mononeuronici che di duro hanno solo la Loro testa, per la quale è ormai assodato non valga la pena perdere tempo e sapone per lavarla…
      Fra l’altro il Tuo “assist” parlando di Bava mi da modo per evidenziare come la Sua mancanza, distolto com’è stato per “tappare il buco” lasciato aperto da Petrachi, abbia inguaiato anche la Primavera al di là dell’avvicendamento che c’è stato sulla panchina fra Coppitelli e Sesia, poi sostituito quest’anno da Cottafava: il ritorno di Bava per ora ha sortito una “pulizia” di giovani che “si credeva potessero ed invece non ci sono riusciti”, mantenendo però su alcuni delle percentuali sul cartellino in caso di rivendita…
      Infine sai com’è, si può sempre arrivare a fare un’offerta che “non si può rifiutare” però evidentemente per acquistare il Toro devi essere assolutamente consapevole che andrai incontro ad una lotta “viscida e sleale” con i più subdoli del mondo calcistico Italiano che, guarda caso, condividono con noi la Città, e che tengono per gli attributi sia la FIGC che la LEGA CALCIO, per non parlare dell’AIA: non è come comprare la Fiorentina o l’Atalanta, squadre UNICHE nelle Loro città e che richiamano tutta quanta la popolazione (poi per carità, qualche decerebrato nerobianco c’è anche lì ma non è che cacci fuori il naso pena trovarselo rotto…) però dai, hai visto mai che un Mega Gruppo Iper Ultra a cui importi nulla della EXOR si decida domani e vada da Lui con tanto di Cash (e non infermiere dell’Est o Ambasciatori del Belize) e chiuda….Ma sai, secondo alcuni sono io quello che crede in Babbo Natale e nella Befana…
      FV♥G!!! SEMPRE!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. leggendagranata - 2 settimane fa

        Caro Bertu62 ti ringrazio per il cortese commento, mi permetto di dissentire in parte sul punto che per il Torino tutto è più difficile perchè c’ è la Juventus, con Famiglia annessa. Sono vecchio e ricordo i magnifici anni di Pianelli presidente (fornitore Fiat) o la purtroppo breve presidenza di Sergio Rossi (altro industriale del settore automobilistico) con uno scudetto sfiorato e poi vinto dal Verona. Altri tempi, mi dirai, ma penso (forse sono un illuso) che il passaggio di proprietà da Cairo a un altro imprenditore sia reso difficoltoso sopratutto dall’ esosità economica del Nostro. Ricordo quando disse che cedeva il Toro per un’ euro e so che a un cauto sondaggio fece sapere che pretendeva una cifra altissima. Mi pare di avere letto non molto tempo fa che valutava il Toro 270 milioni di euro. Su queste basi si scoraggia i potenziali acquirenti, a meno che non si tratti di cinesi o sceicchi (ipotesi che non mi piace).Non credo che nemmeno un miliardario americano butterebbe via i soldi in questo modo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. TOROPERDUTO - 2 settimane fa

          Il problema non è solo quello.
          Non viene nessuno a Torino anche perché zona economicamente molto depressa.
          Non siamo né Firenze, né Milano, né Roma, zone economicamente molto più forti e città molto più popolose.
          Torino in particolare ma il Piemonte in genere sono da tempo molto poco appetibili e non c’entrano gli agnelli.
          Un esempio su tutti è l’aeroporto di caselle, lo definisco pietoso e sono ancora generoso

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 2 settimane fa

            Roma e milano di certi, ma che firenze dia più popolosa di Torino……..e con tutta sta forza economica poi…..turismo e botteghe cinesi che cuciono i vestiti per Armani…

            Mi piace Non mi piace
          2. TOROPERDUTO - 2 settimane fa

            Be’come turismo Firenze piscia in testa a Torino

            Mi piace Non mi piace
        2. bertu62 - 2 settimane fa

          @leggenda, grazie a Te per la risposta…
          Effettivamente hai già anticipato parte della mia risposta 🙂 dato che effettivamente per andare a cercare dei momenti in cui non solo noi, come Toro, non si era sottomessi alla “legge della Famiglia” ma proprio tutta quanta l’Italia calcistica bisogna andare indietro fino all’Avvocato in persona, persona di ben altra “levatura” rispetto ai nipotini di oggi (il fantastico duo di cugini Italo-Americani, uno che mette i soldi e l’altro che li spende per mantenere la leadership in Italia visto che in Europa proprio non ce n’è..)… Sicuro che se ci fosse stato ancora LUI la buffonata del “noi rispettiamo le regole ed infatti siamo qui ad aspettare sul campo il Napoli” non ci sarebbe mica stata, si rinviava e via…
          Adesso, come candidamente ammesso dallo Juventino dichiarato Nunzio Onofrio “Pupi” D’Angieri, quello che interessa è SOLO IL BUSINESS, rappresentato dalla possibilità (da verificare con le Istituzioni, ha ANCHE tenuto a precisare il Sigg. Ambasciatore del Belize, sennò CICCIA, mica se so sarebbe comunque comprato il Toro..), poco importa quale possa essere il prezzo su cui trattare. C’è la possibilità di fare Business, sì o no? Se sì allora “forse” se no allora “certamente no”… D’altra parte a chi fa notare che “Cairo il Toro l’ha preso gratis” piuttosto che “Cairo ci vuole guadagnare e basta” sono vere entrambe le cose, e quindi, che significa, che allora ci deve rimettere per forza? Oppure che lo deve regalare perché Lui l’ha preso “regalato”?
          Il Toro è una delle pochissime squadre di serie A SENZA DEBITI, e se dai Via una Roma a mezzo miliardo di €uro quando ha 300 Milioni di debiti e se devi fare una ricapitalizzazione di altri 200 Milioni allora vedi che la richiesta di Cairo non è poi così tanto disallineata…
          Ma stiamo divagando, ci stiamo “trasformando” da tifosi in ragionieri, contabili e amministratori aziendali che leggono e spulciano bilanci, e questa non è colpa di Cairo, o quanto meno NON SOLO: da tifosi a metà ragionieri (per capire o cercare di capire le logiche del calciomercato) e l’altra metà in “clienti” o utenti del “Prodotto Calcio”, oramai diventato “qualcosa” da trasmettere su tutte le piattaforme possibili ed a tutti gli orari e su più giorni..
          Il calcio che piaceva a noi, caro amico mio, era quello di “tutto il calcio minuto per minuto, di Ameri che interrompeva un collega per comunicare il “clamoroso” di turno, era quello di 90° minuto in TV, sempre e solo alla Domenica pomeriggio ore 15:00…
          Adesso se si discute lo si fa o sul passato oppure tenendo a mente che “questo” non è più “quello” sport ma è un’altra cosa, migliore o peggiore ognuno la vedrà come vuole ma per certo “diversa”…
          FV♥G!! SEMPRE!!
          P.S. Non a caso infatti anche il mio saluto è “vecchio” riferito al Granata…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Bacigalupo1967 - 2 settimane fa

        Sig. BERTU62 chi pensa di essere? Come si permette di dare dei “mononeuronici” ad altri tifosi? In base a cosa lei si sente superiore ad altri? In base a cosa lei ritiene la sua opinione superiore a quella di altri?

        Scenda dal piedistallo sul quale si è erto da solo. Lei è solo un signore ineducato e altezzoso.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. nuvola granata - 2 settimane fa

      Analisi lucida senza slogan.
      La situazione è esattamente questa.
      Un piacere leggerti, complimenti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. robinhood_67 - 2 settimane fa

      Leggendagranata, tutto vero, tutto agli atti. Credo che lo stesso Cairo sia consapevole che il suo ciclo al Torino è concluso. Tutti sognano l’Atalanta, ma vedono le distanze che aumentano da quel modello: stadio di proprietà, rete di osservatori eccezionale, Zingonia al livello dei centri sportivi di Ajax, Dortmund, OL. Squadra competitiva nella classifica di sinistra e mercato chiuso con +100 milioni alla voce entrate. Purtroppo al Toro nessuno sa rispondere alla domanda ‘dove vogliamo essere fra 3 anni’. La discesa della società è già visibile a livello giovanili. La prima squadra continua a reggersi sulle operazioni più felici di Petrachi, Belotti e Sirigu. Speriamo di sbagliarci tutti, leggendagranata. Che Gojak, Segre, Singu possano sorprenderci. Forza Toro sempre!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. leo67 - 2 settimane fa

    Clown da quattro soldi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. wendok - 2 settimane fa

    M;a è un po come se mi comprassi un ferrari ( a rate, d occasione ) e poi ci mettessi dentro solo 15 euro al giorno,… in modo da non fare più di 20 km. Insomma,… se il ferrari non me lo posso permetere come mantenimento, non lo compro. Altrimenti sono un pirla e faccio la figura da pirla

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. Emilianozapata - 2 settimane fa

    No comment.
    Vorrei però esprimere una mia convinzione. Con la necessità di liquidità che c’è in giro, io penso che se ci fosse un acquirente serio Cairo avrebbe già venduto. Questa è un’ipotesi formulata dando per scontato che le condizioni non siano anomale.
    Le anomalie potrebbero riguardare il fatto che Cairo “debba” stare al suo posto, occupandolo in maniera che nessun altro lo sostituisca e possa far crescere il Toro. Un po’ come Cimminelli, insomma.
    Oppure che in realtà Cairo tragga dal Toro molto più di quanto un presidente possa ricavare normalmente da una squadra di calcio di mesi/bassa classifica: certo è che di plusvalenze all’orizzonte non ne vedo tante (a parte Belotti)
    Però, guardando indietro, mi rendo conto che a parte Borsano, che godeva di forti appoggi politici, da Pianelli in poi tutti i nostri proprietari sono stati collegati alla real casa di m…, oppure erano dichiaratamente innocui (Calleri, Goveani, gli stessi lodisti) , nel senso che non davano fastidio.
    L’unica speranza sarebbe un proprietario non italiano, ma la real casa di m…di cui sopra ha tentacoli ovunque e sarebbe comunque una rivale difficile. Boh. Poi penso alle vicende del Manchester United, rispetto al quali in City era il Toro di turno, mentre ora i suoli si sono ribaltati. Ma sono troppo vecchio, temo, per riuscire ad assistere a un’analoga rivoluzione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bilancio - 2 settimane fa

      City sta a Utd Man come Toro NON sta a quei farabutti.
      Paragonare i farabutti col United non si può.
      Arbitri chiusi nello spogliatoio, curve in mano a calabresi, personaggi che vengono suicidati, giocatori dopati all inverosimile, dirigente che non ha letto gli effetti collaterali e cade dal tetto. E la lista sarebbe lunga.
      Non penso che esista una societa più gloriosa di quella.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Emilianozapata - 2 settimane fa

        Hai ragione. Anzi straragione. Chiedo scusa al Manchester Utd. Non c’è nessuno come le m… di Venaria. E questa constatazione mi preoccupa ulteriormente. Sono un distillato di pattume. È che fare un paragone tra Bayern e Monaco 1894 non tornava. Forse è vero. Noi siamo condannati a essere il Monaco 1894. E sono contento di non averlo mai dovuto spiegarlo a un bambino che ha il granata nel cuore.
        Eravamo belli e dannati, come ci definì Nando Dallachiesa nel suo bel libro. Ora siamo solo sfigati. Meglio, comunque, che essere gobbi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. maxx72 - 2 settimane fa

    Direi che è meglio nemmeno commentare questa intervista, direi solo due cosine:
    1. Cairo se un gran furbone
    2. Cairo sei un vero farabutto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. Kieft+Bresciani - 2 settimane fa

    La tua cairese è un fallimento ogni anno, da 15 anni.
    Tante parole pochi fatti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. aimo.marc_150 - 2 settimane fa

    Gran cialtrone opportunista. Ti auguro una B rapida in modo che prima o poi dovrai vendere a basso costo e toglierti dalle palle…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 2 settimane fa

      La B proprio no! Ma scherzi?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. zaccarelli - 2 settimane fa

      Augurarci la B sarebbe come quello che si taglia il razzo per fare dispetto alla moglie.
      Insomma, preferirei di no.
      Capisco il tuo/nostro fastidio verso “Frottolo ” l’ottavo nano, però dai, prima o poi andrà fora dai colli- oni

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. come un pugno chiuso - 2 settimane fa

    questo è Urbano Cairo signori, uno che per distogliere dal SUO fallimento di questi 15 anni ricorda un fallimento di 15 anni fa, un mentitore seriale, un insulto all’intelligenza altrui, un vero autentico tragicomico PAGLIACCIO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. Andrea63 - 2 settimane fa

    Ma vaff.cialtrone!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  40. IlGrandePolicano - 2 settimane fa

    Ho letto il post e volevo subito commentare esordendo con un “Ma ‘sto GRAN PEZZO di MERDA…” ma poi ho letto prima i commenti e devo fare i più sinceri e sentiti complimenti a CHRISTIAN85 sia per il commento che ha scritto (che condivido come non mai) sia perché è stato molto più creativo, originale e pertinente di me definendo il tizio che prende per il culo da 16 anni “Sig. Maiale in presidenza”.
    Bravo CHRISTIAN85. Mi scuserai se ti rubo la definizione ma è davvero perfetto.
    Il “Sig. Maiale in presidenza”, non sazio delle porcherie che combina da anni e anni, gode anche a rilasciare interviste dove ci prende allegramente per il culo.
    E sapete perché?
    Perché ha capito che può farlo e non reagiremo mai.
    Punto.
    Io mi sono rotto il cazzo.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  41. Guevara2019 - 2 settimane fa

    Come volevasi dimostrare, quest’anno cavalca l’infezione, oggettivamente è complicato per tutti, soprattutto per chi non ha le coppe.
    Al contrario può solo prendersela con se stesso, troppi errori per uno che ha dei limiti d’investimento, in quindici anni non ha saputo creare un valida organizzazione, l’unica via se non si è ricchi sfondati.

    Un consiglio? Lasci perdere, il calcio non è pane per i suoi denti, così potremo sperare che arrivi qualcuno che ci sappia fare molto meglio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  42. granatasky - 2 settimane fa

    Redazione, cortesemente togliete la foto del mandrogno “versione manichino d’alta sartoria con mezzo sorriso ebete”, davanti alla la Lapide degli Invincibili, perchè è un oltraggio vergognoso alla Loro Memoria.

    Tutto il resto sono le sue solite giustificazioni trite e ritrite, degne del peggior bugiardo della storia della società.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  43. gianni bui - 2 settimane fa

    Non è un problema di soldi ma di management…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  44. Simone - 2 settimane fa

    Appello alla Redazione: perchè non lanciate un sondaggio su questi fottutissimi banner che scrollano all’infinito.
    Ma colui che l’ha progettato e colui che l’ha avallato non potrebbero essere lapidati in pubblica piazza?!?!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gianni bui - 2 settimane fa

      AD block

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Bilancio - 2 settimane fa

      Ciao Simone.
      Se digiti subito su “di la tua” a fine articolo vieni catapultato ai messaggi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 2 settimane fa

        Ciao Bilancio, purtroppo anche cliccando lì i banner ti inseguono fino alla morte.
        Ringrazio Gianni x il consiglio su ad block anche se avrei preferito non installarlo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. gianni bui - 2 settimane fa

          Dovresti farti una ricerca sul file host presente sia in Windows che android. È da lì che si parte

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  45. turin - 2 settimane fa

    E’ un piazzista da intermezzo da tv commerciale. Largo sorriso, banalita’ a go go, e vendita di pentole e materassi a tutto spiano. Questo e’ il capitalismo italiano del nuovo millennio, ed e’ comprensibile come francia e germania si stiano prendendo tutti i nostri asset principali. A guardia del buon fine della vendita hanno messo lui, l’ex segretario di berlusconi, riciclatosi tuttofare del pd e amici. E uno cosi’, senza nessuna spina dorsale o straccio d’opinione propria, al toro doveva capitare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  46. CUORE GRANATA 44 - 2 settimane fa

    Purtroppo Torino fc è già fallito sotto il profilo della organizzazione Societaria,della mancanza di infrastrutture degne di questo nome,dei risultati sportivi e dell’immagine.Excusatio non petita…FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  47. Tommydado - 2 settimane fa

    Meglio un giorno da leoni che 100 da pecora ….per giocare così in serie A preferrirei essere in una categoria inferiore ed evitare certe figure e soprstutto evitare quei gobbi di merda

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  48. christian85 - 2 settimane fa

    hahahahahahahahah ahahahahahhahaah ahahahahahahahahah ahahahahhaahhahahahaahahahahahahahhahaahahhaahahhahaha ahahahahahahahahhaahhahahahahahah

    Idolo.. ogni giorno ne inventa una per tentare di passare per quello buono e onesto.

    Ma vorrei fargli una domanda, sperando possa leggere questo commento :

    Caro Cairuccio mi diresti gentilemente dove sono andati a finire i soldoni delle seguenti plusvalenze :

    Sereni
    Grella
    Rosina
    Dzemaili
    D’Amnbrosio
    Darmian
    Ogbonna
    Barreca
    Glik
    Benassi
    Gaston Silva
    Jansson
    Bruno Peres
    Maksimovic
    Martinez
    Cerci
    Immobile
    Zappacosta
    Berenguer

    Cortesemente, il Sig. Maiale in presidenza mi indichi a ogni cessione un corrispettivo di almeno uguale o maggiore valore, altrimenti non mi spiego dove siano stati fatti gli investimenti da lui stesso spiegati.

    Grazie e vattene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Veyser - 2 settimane fa

      Il fatto che gli stipendi rispetto ai tempi di Glik siano più che raddoppiati te lo sei volutamente dimenticato?
      Fermo restando che lo spettro fallimento con questa gestione molto oculata (è tirchio e non vuole spendere) è impossibile…. questo giro non mi hai convinto…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. IlGrandePolicano - 2 settimane fa

      Mi fai commuovere…davvero. Grazie.
      Condivido al 1000 per cento.
      FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  49. bertu62 - 2 settimane fa

    Beh, un bell’articolino con il nome CAIRO nel titolo assicura già così un bel po’ di “click”… Se poi all’interno ci metti pure alcune Sue frasi allora un centinaio almeno di commenti sono assicurati e per un sito “che contribuisce all’Audience della Gazzetta Dello Sport” che è Sua non è mica male, grazie soprattutto a quanti si affrettano ad esprimere la Loro insoddisfazione ed augurandogli di fallire, proprio mossa intelligente 🙂 ….
    Fermo restando che ognuno è libero di pensarla come preferisce e di esprimere questo Suo pensiero resta il fatto che nessuno poteva davvero credere che in un solo mercato si potessero fare tutte le cose che andavano fatte, dalla cessione degli “esuberi/malcontenti” fino a prendere tutti quelli che servivano: questo mercato è il primo passo, fatto peraltro in condizioni “anomale” sia per tempistiche che per situazione economica internazionale, ed alcuni (finalmente) se ne stanno rendendo conto…Certo che “con il senno del poi” credo anche Vagnati avrebbe agito diversamente su un paio di punti ma di fondo resta che al momento gli inserimenti in rosa fatti sono all’insegna della funzionalità e della prospettiva futura, nessun “bollito” ultratrentenne (ancor meno strapagato) e nella “scommessa” alla cieca, sul fronte cessioni nessuna “svendita” ed alcuni prestiti strategici…. SI poteva fare di più, e meglio? Certamente, quasi tutto è migliorabile ma da questo a dire che il mercato sia stato pesantemente insufficiente significa essere prevenuti e non tener conto della situazione, neppure di fronte all’evidenza di tutte quante le altre squadre….
    FV♥G!! SEMPRE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pedro - 2 settimane fa

      Per esempio si sarebbe potuti arrivare a 5 portieri, a 4 centravanti, a 8 centrali di difesa e a -2 registi a centrocampo. Come ďici tu però tutto é migliorabile. Sarà per gennaio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bacigalupo1967 - 2 settimane fa

        Magari a gennaio arriva Torreira

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. bertu62 - 2 settimane fa

        4 portieri di cui 1 (Rosati) andrà in scadenza a Giugno (esattamente come Milinkovic Ujkani) e che “pesa” sul bilancio per 250.000€, esattamente tanti quanti ne pesa Ujkani e Milinkovic, continua ad andare dietro al popolo che guarda il dito e non la Luna che indica e vai avanti per luoghi comuni, frasi fatte e preconcetti, tanto è sicuro che prima o poi a forza di gridare AL LUPO prima o poi il Lupo arriverà per bisogna chiedersi: nel frattempo come si è vissuti con questo pessimismo addosso? Ed infine, quando E SE il Lupo arriverà, lo saprai riconoscere anche sotto le spoglie del NUNZIO ONOFRIO “PUPI” D’ANGIERI della situazione, oppure correrai da Lui a braccia aperte? Nel caso fatti accompagnare dal mio “ammiratore” qui sopra che LUI SI’ che se ne intende di falliti, ne vede uno ogni volta che si rade….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bacigalupo1967 - 2 settimane fa

          Sig Bertu62 il mancato arrivo di Torreira da lei dato per certissimo la sta rendendo particolarmente nervoso, arrogante ed ineducato.
          Su sig. Bertu62 se ne faccia una ragione questa volta Cairo ha gabbato anche lei.
          A proposito guardi che a Caselle ha dimenticato il cartello che aveva in mano con la scritta “Welcome Torreira” scritta tutta in maiuscolo ovviamente.
          La vada a riprendere può tornarle utile a gennaio.
          Si faccia una bella camomilla e se la rilassa continui pure ad insultarmi. Stia bene

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  50. Vorarlberg - 2 settimane fa

    Io sono contento che i conti del Torino Calcio siano in ordine e capisco pure che in questo periodo occorre prudenza. Del resto noi tifosi, non c’aspettiamo la la luna.
    Saremmo già contenti di avere un presidente che non faccia interviste ogni 2 giorni.
    E se lo stesso presidente non fosse stato troppo avido, a quest’ora avrebbero venduto i ns panchinari di lusso in comprato un regista.
    E cosi adesso ci sciroppiamo il buon Thomas come regista, anziché avere qualcuno che illumini il gioco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  51. Simone - 2 settimane fa

    Se è a corto di denaro mettesse in vendita tutto e si levasse definitivamente di torno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  52. Pedro - 2 settimane fa

    Palesemente inadeguato sotto ogni punto di vista.
    Obiettivo salvezza e tirare a campare, il Toro va distrutto un po’ alla volta, zolla dopo zolla, tifoso dopo tifoso dando il tempo all’anagrafe di fare il suo lavoro.
    Per ora non vedo nessun cambio all’orizzonte, nemmeno in caso di retrocessione in serie B.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  53. marione - 2 settimane fa

    Lui voleva prendere Torreira e gli altri. E’ colpa sua se non li davano per dei buoni pasto e una scatola di mutande della Kappa?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  54. herewego - 2 settimane fa

    Fallimento pilotato, tra l’altro, va detto. Alla lazio permisero di spalmare debiti ben più ingenti su due decadi (si parlò di ‘aiuto di stato’, così come per la roma), mentre a noi fu negata una fidejussione da pochi milioni. Cairo faceva parte di una cordata che mirava a rilevare il Toro, se non erro. Alla vista dei libri contabili batterono in ritirata, però. Poi lui tornò a prendersi il tutto a costo praticamente zero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pau - 2 settimane fa

      ecco, i meno a questo commento che cacchio significano?!??!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  55. mah... - 2 settimane fa

    Avesse la stessa schiettezza quando parla dei conti di La7 difronte a Mentana, Gruber, Floris, Formigli, Trvvaglio, Mieli e ospiti fissi…
    “Colpa del Covid”, peggio ancora…erano tutti rinchiusi in casa davanti al televisore…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mah... - 2 settimane fa

      Dimenticavo che questi verranno salvati dal “recovery fund” soldi che, volenti o nolenti, noi saremo costretti a sborsare…Già…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. bloodyhell - 2 settimane fa

      lui a La7 non decide nulla. è il ragioniere che ogni mese spedisce i bonifici, da parte dei veri padroni, a floris e al resto della compagine. dopo questo, al massimo gli fanno spegnere la luce nei corridoi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  56. bloodyhell - 2 settimane fa

    è incredibile come non si vergogni di dire tante sciocchezze in una botta sola. E’un uomo banale, molto adatto, per chi comanda davvero, per questi tempi.Ha l’aurea di fantozzi e il pedigree di vil coyote. è stato capace di ridurre il corriere della sera a carta da cesso e il toro a passatempo da mangia tartine e pizzette al box dell’olimpico.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  57. Mimmo75 - 2 settimane fa

    Il discorso covid non fa una piega: ha stravolto le economie di tutto il mondo ed è giusto tenerne conto. Anche quando si vende, però! Perché se pretendi di cedere gli Izzo e i Lyanco al prezzo pre covid è chiaro che non ci riuscirai mai e di conseguenza non potrai reinvestire. E poi non esistono mica solo i Torreira da 30 milioni. Volere è potere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granataLondinese - 2 settimane fa

      Certo, ma prestarli no?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  58. Bacigalupo1967 - 2 settimane fa

    Perché volete rovinarci il we?
    Andava tutto bene… Non c’è il campionato e non avremmo perso. E voi zac una bella intervista al bel presidente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granataLondinese - 2 settimane fa

      ahah grande come al solito negli interventi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bacigalupo1967 - 2 settimane fa

        Many thank.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Simone - 2 settimane fa

      🙂

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Veyser - 2 settimane fa

      🙂 ahahah

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. maxx72 - 2 settimane fa

      Sei un grande Baci! Ahahah Ahahah

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  59. Bischero - 2 settimane fa

    Eccola la… Mettiamo un po’ di paura. Quest anno la scusa sarà il covid per giustificare il suo esclusivo fallimento come presidente, a. D,, direttore sportivo, dirigente addetto stampa, tuttofare. Cairo vattene che non ne possiamo più.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  60. mah... - 2 settimane fa

    Presidente, la prudenza non è mai troppa. Venda e investa i suoi soldi in qualcosa di più sicuro…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  61. FORZA TORO - 2 settimane fa

    al di la che possa aver detto cose giuste o meno sui bilanci,la storia del fallimento doveva evitarla,anche solo per oppurtunità

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mah... - 2 settimane fa

      E’ uno dei tanti che vengono da fuori, non sanno nulla del Toro e della città di Torino, ma fanno la lezioncina che ci tocca sopportare. La fila è lunga.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. FORZA TORO - 2 settimane fa

        scusa io ho dato lezioni con il mio commento?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. mah... - 2 settimane fa

          Ma scusa, cosa centri tu? Si sta parlando di “lui”.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. FORZA TORO - 2 settimane fa

            in effetti lo pensavo,ma in questo caso non capisco bene il commento,riferito al mio,ma va bene così nessun problema veramente

            Mi piace Non mi piace
    2. gior_425 - 2 settimane fa

      È opportuno invece, da parte di molti qui sul forum, prefigurare la retrocessione?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. granataLondinese - 2 settimane fa

        Io sono convinto che senza:

        – un cambio di gioco (GP si mette in tasca il talebanesimo e cambia un minimo, per esempio usa di piu’ le fascie, lasciando staccare i terzini)
        – un cambio di allenatore (GP non sopravvive l’inverno)
        – un mercato di riparazione di un certo spessore (metti che diminuiscie il covid, si riaprono alcuni discorsi sulle uscite, facciamo cassa) con qualche innesto intelligente/utile

        Lo spettro della retrocessione e li’. Non e’ garantita, ed e’ ancora presto (dovrei vedermi le altre squadre). Ma come valore della rosa siamo al 10o posto.

        Se togli da quel valore gli scontenti, le eterne promesse che sono eterne insoddisfazioni e il fatto che schemi e tattica poco c’azzecchino con chi va in campo putroppo la vedo male.

        Sarei molto contento di sbagliarmi, ma proprio non la vedo rosea e non sono sicuro che GP sia il personaggio giusto per un anno di salvataggio.

        SE SI SALVA e incomincia un percorso, Chapeux. Ma non ci scommetterei soldi miei, questo sicuro.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. FORZA TORO - 2 settimane fa

        il rischio di retrocedere secondo me esiste,avendo un allenatore nuovo che abbisogna di tempo per insegnare il suo credo,speriamo che l’ambiente a cominciare dai giocatori non si abbatta per le ovvie difficolta a cui si andrà incontro,spero di sbagliarmi e che fin dalla prossima partita tutto o quasi fili liscio,se invece ti riferisci a chi lo prefigura,quasi con gusto allora ti do ragione,spero di essermi in qualche modo spiegato,altrimenti pazienza SFT

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. gior_425 - 2 settimane fa

          @FORZA TORO Molto chiaro, ma vedo che anche tu percepisci che qualcuno, pur di disfarsi di cairo “tifa” o per meglio dire accetterebbe una retrocessione. Ognuno è libero di pensarla come vuole, ma io il Toro in B non lo voglio più vedere, oltre al fatto che non c’è nessuna sicurezza che questo indurrebbe la presidenza a vendere. SFT

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. FORZA TORO - 2 settimane fa

            sono daccordo SFT

            Mi piace Non mi piace
  62. GalloMania - 2 settimane fa

    Non lo so, ma sento che qualcosa sta cambiando. Vediamo dove saremo fra 3/4 anni e dove lo gnomo vorrà arrivare. Di certo c’è che è di una lentezza disarmante

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 2 settimane fa

      Si sta cambiando… 🙂 dove saremo fra 3 anni? A cittadella direi. Da dove siamo arrivati grazie a ventura e petrachi non certo grazie a quel coso che abbiamo come presidente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. GalloMania - 2 settimane fa

        Le solite false speranze che si accendono ogni anno dici? Probabile

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Bacigalupo1967 - 2 settimane fa

        Si sta cambiando? Per ora è in mutande, nei prossimi 15 anni forse si metterà i pantaloni.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  63. Gallochecanta - 2 settimane fa

    Per una volta, sul tema, ci ha sbattuto la verità in faccia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mah... - 2 settimane fa

      He sì…a chiacchiere tanta dinamite, ma nei fatti la miccia è corta…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  64. mah... - 2 settimane fa

    Per sua stessa ammissione più i tanto non può fare…se no fallisce… E’ un vaso di coccio tra vasi di ferro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  65. ALELUX777 - 2 settimane fa

    Tadatadan Tadatadan… 🙂

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FORZA TORO - 2 settimane fa

      🙂

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  66. Ardi - 2 settimane fa

    Infatti, tra acquisti e cessioni, in questo anno fiscale siamo parecchio in attivo. Perciò, per favore, non fare terrorismo con lo spettro del fallimento. Se volessi potresti investire più di quello che incassi per il 30% del valore della società e comunque hai pure fatto due ottime plusvalenze con Bonifazi e berenguer. Perciò evita

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  67. granataLondinese - 2 settimane fa

    1) guai a parlar male della juve, situazione scandalosa
    2) se sei cosi’ potente/influente in lega come mai i diritti tv (specie in un anno dove le partite si guardano solo online) sono ancora cosi’ bassi
    3) il torino e’ fallito 15 anni fa, ce ne siamo tutti accorti, ma non ho ancora notato una crescita, l’unico merito e’ che non siamo partiti dalle leghe minori (il Parma l’ha fatto, niente di male, almeno una gloriosa veloce cavalcata l’ha fatta) e che ora non facciamo la spola (che abbiamo fatto anche grazie a te) tra la B e la A, con piccola nota, quest’anno si rischia molto.

    Per cui… Va dé via ‘l cul!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy