Calciomercato, per Bonifazi c’è anche la Fiorentina. Ma la richiesta del Torino spaventa

Calciomercato, per Bonifazi c’è anche la Fiorentina. Ma la richiesta del Torino spaventa

Calciomercato / Il centrale classe 1996 conteso tra Atalanta e Fiorentina, ma i granata non si smuovono dalla richiesta iniziale: 15 milioni di euro

di Nicolò Muggianu

C’è anche la Fiorentina su Kevin Bonifazi. La società viola vuole regalare a Giuseppe Iachini un difensore per completare il reparto arretrato e la scelta sarebbe ricaduta proprio sul centrale classe 1996 di proprietà del Torino. Si pronostica dunque un acceso duello di mercato con l’Atalanta, che si era mossa per prima sul giocatore. L’entourage del ragazzo è già al lavoro, ma la sensazione è che per sbloccare la trattativa il Torino dovrà abbassare le pretese per il cartellino del giocatore, valutato 15 milioni di euro.

Calciomercato Torino, l’Atalanta fa sul serio per Bonifazi: bergamaschi in pole

DUELLO – Nonostante lo scarso minutaggio in stagione con la maglia granata (465′ tra Serie A e preliminari di Europa League), Bonifazi è uno dei nomi più richiesti sul mercato di riparazione appena cominciato. Dopo l’Atalanta, alla ricerca di un centrale giovane che possa sostituire il partente Kjaer, anche la Fiorentina ha messo gli occhi sul giocatore del Torino. La società di Commisso, dopo l’arrivo di Iachini, è pronta a un’altra mini-rivoluzione sul mercato per regalare all’ex tecnico del Sassuolo i giocatori di cui ha bisogno. Ecco perché dopo il momentaneo vantaggio dei bergamaschi per il classe 1996, ora anche la Fiorentina è entrata in corsa con decisione.

Calciomercato, Bonifazi: il Torino tratta con l’Atalanta. E sullo scarso utilizzo…

LA VALUTAZIONE – Aumenta dunque il rischio di una trattativa lunga. Non solo a causa dell’inserimento di un nuovo acquirente che potrebbe scatenare un’asta al rialzo, ma anche per la valutazione che il Torino fa del proprio giocatore: 15 milioni di euro, troppi secondo entrambe le squadre. Per questo, se le pretese del Torino non dovessero cambiare, c’è il rischio che serva un’intensa attività di intermediazione per limare la differenza tra domanda e offerta laddove possibile. La sensazione però è che Cairo e Bava non si sposteranno di tanto dai 15 milioni iniziali e difficilmente sotto gli 11 milioni: la cifra spesa dal Torino per contro-riscattarlo dalla Spal appena sei mesi fa. Ma il mercato è appena cominciato.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13981054 - 6 mesi fa

    Ma sono ancora pochi e in giovane centrale se pensi agli 84 milioni di delight

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Bela Bartok - 6 mesi fa

    Come immaginavo, queste non sono operazioni da Atalanta. Avranno chiamato Bava convinti che il giocatore avesse una valutazione di cinque/sei milioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13734369 - 6 mesi fa

    CG
    chissà se avessero dato via Izzo eNkulu a maggio
    avremmo detto che il presidente lo faceva x la grana
    invece li abbiamo tenuto col il risultato che vediamo
    bello vero ?
    volevano andarsene questo era quello che volevano
    perché ? la grana signori e il Paperone
    Raiola ne è l’artefice
    FVCG sempre

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. prawn - 6 mesi fa

    Temo che finira’ con un prestito con diritto di riscatto…

    speriamo di no

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. marione - 6 mesi fa

    Azz Bava… quindi esiste… pensavo fosse come lo yeti o il bigfoot

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy