Casagrande: “Sarò granata per sempre. Quella doppietta contro la Juve, che goduria…”

Casagrande: “Sarò granata per sempre. Quella doppietta contro la Juve, che goduria…”

L’ex attaccante brasiliano del Toro si è raccontato in una lunga intervista esclusiva sulla Gazzetta dello Sport

di Redazione Toro News
Casagrande

Istantanee che rimangono nella storia. Se i tifosi del Toro dovessero sceglierne una per raccontare Walter Casagrande, sarebbe senza dubbio quella dell’esultanza dopo l’autogol di Rocha. Ricordi di un Toro che 28 anni fa era capace di dominare il Real Madrid e di approdare in finale di Coppa Uefa. La squadra di Mondonico (finale di Coppa UEFA e terzo posto in campionato) aveva tra i protagonisti il suo numero 9, proprio Casagrande. Il bomber brasiliano ha rilasciato un’intervista esclusiva alla Gazzetta dello Sport, ne riportiamo qui alcuni estratti.

Per Casagrande la stagione 1991-1992 è stata indimenticabile, l’intervista parte proprio da lì e dal suo ex allenatore, Emiliano Mondonico: “Mondonico non l’ho mai dimenticato. Il ricordo del mister è molto vivo: era fantastico”.

Nonostante il goal a Madrid, nella semifinale d’andata, le reti indimenticabili sono altre: “I goal che ho fatto alla Juve li considero più importanti di quello al Real. La doppietta nel derby di qualche giorno dopo, ad esempio, fu una goduria”.

E poi una dichiarazione d’amore nei confronti del Toro: “Ancora oggi tifo Toro: sarò granata per sempre. È così, si resta del Toro per tutta la vita”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy