Coppa Italia 2019/2020, regolamento e tabellone: tutto ciò che c’è da sapere

Coppa Italia 2019/2020, regolamento e tabellone: tutto ciò che c’è da sapere

Il punto / Anche quest’anno ci saranno quattro turni che precederanno la fase finale: il Toro partirà dagli ottavi

di Luca Sardo

Si svolge in questi minuti, a Milano presso la sede della Lega Serie A, il sorteggio del tabellone completo della prossima edizione della Coppa Italia 2019/2020. Come ogni anno, alla competizione parteciperanno squadre appartenenti alla Serie A, Serie B, Serie C e Serie D che si sfideranno per alzare conquistare la coppa. Alcune squadre disputeranno quattro turni preliminare per poi accedere alla fasi finali. In attesa del sorteggio è importante sapere che il Torino di Walter Mazzarri partirà dagli ottavi di finale grazie al settimo posto conquistato in campionato la scorsa stagione. La detentrice del trofeo è la Lazio di Simone Inzaghi, che lo scorso 15 maggio ha sconfitto l’Atalanta in finale allo stadio Olimpico di Roma 2-0 grazie alle reti di Sergej Milinkovic-Savic e Joaquin Correa.

Calciomercato Torino, il punto: stallo per Verdi, Mario Rui non si muove da Napoli

REGOLAMENTO – Per quanto riguarda la formula, non ci sono variazioni rispetto alla scorsa stagione. La formazione che vince il trofeo ottiene, per la stagione seguente, la qualificazione alla fase a gironi dell’Europa League (come avvenuto per la Lazio la scorsa stagione). Alla competizione parteciperanno 78 società. Al primo turno di Tim Cup prenderanno parte 27 squadre della Serie C e 9 della Serie D. Nel secondo turno si aggiungeranno i 20 club della Serie B e due squadre della Serie C. I 20 club vincitori affronteranno nel turno successivo 12 squadre di Serie A, mentre le prime 8 accederanno direttamente agli ottavi di finale. Dal primo turno ai quarti di finale le partite si svolgeranno in una gara unica ad eliminazione diretta.

Il campo dove si disputeranno gli ottavi di finale sarà quello del Torino se l’avversaria non sarà una squadra di Serie A. Viceversa, sarà un sorteggio a determinare se i granata giocheranno in casa o in trasferta, come successo l’anno scorso quando venne stabilito che l’ottavo tra Torino e Fiorentina si giocasse sotto la Mole. Lo stesso dicasi per il quarto di finale, con una postilla. Nel caso in cui, per effetto di quanto precede, due Società si trovino a disputare, nello stesso giorno solare, la propria gara interna dei quarti di finale sul medesimo campo, la vincente della Competizione o, in subordine, la Società meglio classificata in Campionato al termine della stagione precedente a quella in cui si disputa la Competizione mantiene il diritto di giocare in casa, mentre l’altra subisce l’inversione
del campo. Le due semifinali invece verranno disputate in due match (andata e ritorno), secondo gli accoppiamenti previsti dal tabellone. La finale si svolgerà in una gara unica allo stadio Olimpico di Roma.

SQUADRE E TABELLONE – Parteciperanno alla prossima Tim Cup tutte le 20 squadre di Serie A, con Atalanta, Inter, Juventus, Lazio, Milan, Napoli, Roma e Torino che saranno le 8 teste di serie che partiranno direttamente dagli ottavi di finale, tutte le 20 di Serie B, 29 per la Serie C e 9 di Serie D (Adriese, Fanfulla Fasano, Lanusei, Mantova, Matelica, Ponsacco, Sanremese e Turris). Il sorteggio per stabilire gli accoppiamenti del tabellone della Coppa Italia 2019/2020 avverrà questo pomeriggio alle ore 15.00, presso la sede della Lega Serie A in Via Rosellini 4 a Milano.

Di seguito le date della Tim Cup:

1° Turno – 4 agosto 2019

2° Turno – 11 agosto 2019

3° Turno – 18 agosto 2019

4° Turno – 4 dicembre 2019

Ottavi di finale: 15 o 22 gennaio 2020

Quarti di finale: 29 gennaio 2020

Semifinali (andata e ritorno): 12 febbraio 2020-4 marzo 2020

Finale: 13 maggio 2020 (Stadio Olimpico di Roma)

Coppa Italia, il possibile percorso del Torino: Verona agli ottavi, poi il Milan

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Cerutti_Gino - 4 settimane fa

    Finale a Roma come ogni anno assurda e senza senso.. a rotazione in varie città d’Italia (stile finali coppe europee) gioverebbe a spettacolo e turismo! Per non parlare della visibilità dal vivo allo Stadio Olimpico.. peggio addirittura dell’oramai vecchio Delle Alpi!
    In ogni caso sarebbe bello arrivare perlomeno alla doppia sfida di semifinale, dopo i progressi in campionato che sia la volta buona in Coppa Italia??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Filadelfia - 4 settimane fa

    Perché mai la finale deve essere disputata all’Olimpico di Roma. In Spagna non la fanno a Madrid. Hanno stancato con questa formula.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mah... - 4 settimane fa

      Da quello che vedo, comunque non è per noi un problema. Arrivarci a Roma…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy