Ecco il Modena

Ecco il Modena

Quattordici punti nelle ultime sette uscite e una classifica ben al di sopra delle aspettative di inizio stagione. Sarà un cliente difficile il Modena per il Torino, nella gara che andrà in scena venerdì sera allo stadio “Braglia”. Per avere le ultimissime sulla compagine di Bergodi e capire come arriverà al match contro il Torino, abbiamo contattato il collega Luca Sgarbi, che collabora…

di Redazione Toro News

Quattordici punti nelle ultime sette uscite e una classifica ben al di sopra delle aspettative di inizio stagione. Sarà un cliente difficile il Modena per il Torino, nella gara che andrà in scena venerdì sera allo stadio “Braglia”. Per avere le ultimissime sulla compagine di Bergodi e capire come arriverà al match contro il Torino, abbiamo contattato il collega Luca Sgarbi, che collabora anche con Toro News oltre a seguire quotidianamente le vicende del Modena per “Tele Modena“.

Stato di forma
Nelle ultime otto partite ha subito solo una sconfitta (al 90’ contro l’Atalanta). Questo dimostra che il Modena sta attraversando un grande momento di forma. Possiamo dire che la stagione sia girata con l’arrivo di Greco, che al di là dei numeri ha portato esperienza e stabilità in avanti. Insieme a Pasquato e Mazzarani compone quello che è stato definito a Modena un nano-attacco.

Situazione infortunati
Contro il Torino mancherà sicuramente Guardalben, che si è stirato nell’ultima partita disputata a Vicenza e rimarrà fuori per almeno quindici giorni. Al suo posto verrà schierato Alfonso. In difesa Diagouraga dovrebbe rientrare, ad oggi le percentuali sono 80% sì, 20 no. Per il resto Bergodi non ha tanti problemi legati agli infortuni.

Modulo
Anche contro il Torino Bergodi si affiderà al 4-3-3, che tante soddisfazioni gli ha dato nel corso di questa stagione. In settimana il tecnico emiliano è stato contattato da una squadra di serie A in vista della prossima stagione, a dimostrazione dell’ottimo lavoro svolto con i canarini. E’ stato davvero il valore aggiunto e dopo aver fatto molto bene in Romania e qui il prossimo anno credo proprio che possa andare o in A oppure in una squadra molto importante della serie cadetta

Obiettivo
Salvarsi con qualche giornata di anticipo sarebbe come vincere il campionato per il Modena. Il 29 giugno dell’anno scorso non c’era una proprietà, non c’era una presidente, sembrava che dovesse fare la stessa fine dell’Ancona. Poi, una volta arrivate le garanzie, si è costruita una squadra fatta di tanti prestiti, come d’altronde accade spesso in B, e appena 3-4 giocatori di proprietà. Bisogna fare i complimenti al diesse Pari, perchè mentre gli altri ultimavano i propri organici lui portava a Modena i primi giocatori e, nonostante questo, la squadra che è venuta fuori è di buonissimo livello.

Probabile formazione (4-3-3):

                   Alfonso

Gozzi   Diagouraga   Perna   Rullo

  Luisi       Colucci       Signori

  Gilioli     Greco       Pasquato

(foto: M. Dreosti)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy