Fabio Capello: “Belotti meglio di Batistuta”. E Graziani: “Non diciamo bischerate”

Fabio Capello: “Belotti meglio di Batistuta”. E Graziani: “Non diciamo bischerate”

Il dibattito / L’allenatore si lancia in un paragone importante sul Gallo, l’ex centravanti è più cauto: “Vediamo cosa farà nei prossimi anni…”

di Redazione Toro News

Andrea Belotti fa innamorare non solo i tifosi del Toro, ma tutti gli appassionati di calcio e gli addetti ai lavori: qualità tecniche e morali sopra la media e un campionato da urlo che sta facendo di lui il nome nuovo del calcio italiano. Da mesi in molti si stanno cimentando nell’esercizio – se vogliamo futile, ma che diventa un’abitudine quando esplodono nuovi campioni – di paragonare Belotti con grandi attaccanti del passato. L’ultimo è stato Fabio Capello, che ai microfoni di Radio Anch’io Sport, il programma di Radio Uno del lunedì mattina, ha parlato a briglia sciolta. “Belotti è uno dei più forti d’Europa: sa fare tutto. Forte di testa, corre dappertutto. Secondo me è anche più forte di Batistuta, uno che in area di rigore era un mostro”. 

Un paragone importante, per il giovane attaccante bergamasco, quello con il Re Leone: uno che in Serie A ha segnato la bellezza di 242 reti con le maglie di Fiorentina, Roma e Inter. Un complimento non da poco, che arriva dalla bocca di uno dei migliori allenatori italiani degli ultimi trent’anni: il Gallo ne sta ricevendo tanti e rimanere umile è missione non facilissima, anche se le qualità morali del ragazzo non sono in discussione. Ad aiutarlo, in questo, è arrivato poche ore dopo il parere di Francesco Graziani, un altro attaccante tra i migliori della storia granata. Superato, tra l’altro, proprio dal Gallo in questa stagione, nella classifica dei marcatori all-time della storia del Torino: i 21 gol di Ciccio nel 1976-1977 oggi sono stati superati dal Gallo, a quota 23 con ancora otto partite a disposizione.

Graziani, ai microfoni di Radio Bruno, si è espresso come di consueto senza mezzi termini. “Mi sembrano cose dette tanto per fare prendere aria alla bocca perchè fin qui Belotti ha fatto solo un anno a grandi livelli. Vediamo cosa farà nelle prossime stagioni, e se saprà confermarsi anche in caso di passaggio ad un top club. Poi potremo fare paragoni”, le parole di Ciccio. Come è giusto che sia, ognuno dice la sua: dove arriverà Belotti, lo dirà solo il campo. Quello che sperano i tifosi granata, è che lo faccia con la maglia granata: e le recenti parole del Gallo (“Col Toro posso arrivare ancora più lontano”) li autorizzano ad essere ottimisti.

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. prawda - 3 anni fa

    Leggo commenti su Graziani che non condivido affatto. Io, Graziani ho avuto la fortuna di vederlo giocare per otto anni al Toro, sapeva colpire di destro, di sinistro, un gran colpo di testa, aveva dribbling, potenza e tecnica anche se veniva spesso ricordato piu’ per la sua generosita’. Al Toro pur giocando spesso per la squadra, partecipando molto alla manovra, sacrificandosi tanto e con al fianco un giocatore come Pulici che di palloni ne lasciava pochi, ha fatto 122 goal in otto anni. In questo caso ha detto sinceramente delle ovvieta’: Belotti e’ al primo anno a certi livelli, l’augurio e’ ovviamente che si confermi e si migliori, possibilmente sempre in maglia granata, ma un paragone in questo momento con Battistuta non ha alcun senso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 3 anni fa

      Graziani e Pulici hanno fatto 300 goal insieme, in campionati in cui si giocavano 30 partite, non 38 come adesso e di goal alla Ggiuve ne facevano sempre e i derby si vincevano grazie a loro… bravo che hai ricordato qualcosa a qualcuno che probabilmente non c’era o se c’era… dormiva!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. sergio_sandr_284 - 3 anni fa

    Affermarsi è comunque una gran cosa ma confermarsi è ancora un’altra…vedremo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 3 anni fa

      infatti… quando Belotti avrà fatto 100/150 goal con la maglia del Toro magari possiamo iniziare a parlarne…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. sergio_sandr_284 - 3 anni fa

    Di sicuro meglio di Graziani. colpisce di destro, sinistro e di testa, è mooolto più veloce, colpisce in semplicità senza andare a cercare certe acrobazie che servono poco o nulla e come Graziani aiuta la squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. abatta68 - 3 anni fa

    Graziani non ha detto che Belotti è un brocco… ha detto che per confrontarlo con uno come Batistuta, che ha fatto una valanga di goal in carriera in ogni modo e contro chiunque, ancora ce ne passa! e ha ragione, anche perchè il primo ad essere umile e a non considerarsi affatto arrivato è proprio il buon Belotti, uno che di umiltà ne ha da vendere, esattamente come Ciccio, che per il Toro ha dato tutto, pure i polmoni, prima per farci vincere uno scudetto, poi per diventare campione del mondo… tutto questo in 8 anni di assoluta fedeltà al Toro, prima che Pianelli gli consigliasse di andarsene. Sciacquatevi la bocca prima di sparlare di Graziani!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. biziog - 3 anni fa

    Graziani, Belotti già gioca in un top club…
    per altro l’unica squadra top in cui hai giocato tu è stato il TORO…
    tu sei romanista, non sei uno di noi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. LEONEDIFUOCO2 - 3 anni fa

      sarà pure romanista, ma vi ricordo che nello scudetto del 76 lui segnò i gol alla Roma che ci consentirono di pareggiare a Roma e di vincere in casa sempre coi giallorossi, scudetto vinto per 2 punti sui gobbi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. loudhig_399 - 3 anni fa

    Graziani é stato un discreto attaccante e se vogliamo dirla tutta anche lui ha fatto solo 2/3 anni buoni.
    Ripeto discreto attaccante non certo un campione. Il Gallo può diventare un campione perché ha la testa ed il carattere.
    Graziani ha dimostrato da allenatore la sua testa ed il suo carattere: riempiendo con la Gialappa’s i video comici di metá delle TV italiane.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Akatoro - 3 anni fa

      Secondo me graziani è stato un più che buon giocatore è un mediocre allenatore, non che sia colpa sua, semplicemente per fare l’allenatore ci vogliono caratteristiche e qualità diverse. Se andiamo a vedere i più grandi allenatori sono stati quasi tutti centrocampisti. Gli attaccanti che si sono poi reinventati allenatori han sempre deluso. Fa eccezione inzaghino, sul quale devo ammettere , a inizio anno non avrei scommesso un centesimo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. prawn - 3 anni fa

    Batistuta era piu’ tecnico, non dimentichiamo i rigori che tirava e le punizioni…
    Il Gallo e’ un centravanti di sfondamento, forte di testa e di piede, ma non e’ una leggenda sul dribbling o sui calci piazzati.

    Basta e avanza, per carita’, si pensi a Vieri (il gallo se continua cosi’ e non comincia ad andare in discoteca e a trombare a destra e a sinistra diventa meglio di Vieri)

    A me piace come abbia sempre il sorriso in faccia, come si diverta a giocare al calcio e di come stia diventando un grandissimo capitano.

    Un altro trucco per diventare grande sarebbe stare al toro per un altri 2/3 anni…

    Evitare di bruciarsi come tanti che hanno lasciato la casa granata per poi finire in panchina o nel dimenticatoio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. toiomeroni - 3 anni fa

    Ciccio non è che stai a rosicà?!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy