Fantasia al potere

di Valentino Della Casa

Crotone-Torino è un match molto intrigante, sotto diversi punti di vista. Non si poteva trovare momento migliore, sportivamente parlando, per vedere in campo un’accesa rivalità e quindi tanto agonismo tra due squadre: lo “scotto” Gabionetta e Loviso (squalificato per tre giornate, senza che i dirigenti lo sapessero) per il Crotone, Corini in panchina contro la sua…

di Redazione Toro News

di Valentino Della Casa

Crotone-Torino è un match molto intrigante, sotto diversi punti di vista. Non si poteva trovare momento migliore, sportivamente parlando, per vedere in campo un’accesa rivalità e quindi tanto agonismo tra due squadre: lo “scotto” Gabionetta e Loviso (squalificato per tre giornate, senza che i dirigenti lo sapessero) per il Crotone, Corini in panchina contro la sua ultima squadra, Lerda che ritorna in Calabria, dove tanto bene fece l’anno scorso. E sarà anche un duello di qualità, vista la classe che potranno mostrare in campo sia Sgrigna, tra le fila dei granata, sia Cutolo, tra quelle dei calabresi.

ANIELLO CUTOLO

Il giocatore è giunto quest’anno alla definitiva consacrazione. Il talentuoso trequartista napoletano classe ’83, dopo anni in Lega Pro e qualche brevissima esperienza (con Arezzo e Verona) in B, è stato acquistato nella scorsa stagione dal DS rossoblu Ursino, dopo un secondo anno a Perugia da dimenticare con una sola presenza in Lega Pro. Arrivato in Calabria, è diventato dopo poche partite, con Franco Lerda, titolare inamovibile nello scacchiere dell’attuale mister granata, disputando ben 34 gare e segnando 3 goal. Quest’anno, in circa la metà del tempo, ha realizzato il doppio delle reti (l’ultima il 19 Dicembre in Crotone-Grosseto), raggiungendo quota sei. Se lo ricorderanno molto bene i tifosi del Toro, dopo aver visto all’Olimpico, nella seconda partita dell’attuale campionato, un vero e proprio eurogoal, che ha sorpreso l’appena arrivato Rubinho. La difesa del Toro, avrà i suoi bei grattacapi.

Nome: Aniello
Cognome: Cutolo
Data di nascita: 19/5/1983
Luogo di nascita: Napoli
Ruolo: trequartista
Piede: destro
Presenze stagionali: 20
Reti stagionali: 6

ALESSANDRO SGRIGNA

A differenza della roboante stagione dell’omologo Cutolo, per Alessandro Sgrigna, al suo primo anno in granata, possiamo benissimo parlare di campionato pieno di alti e bassi. Sicuramente ci si aspettava di più (in termini qualitativi) dal giocatore che, però, ha un grosso alibi: quello di aver quasi mai giocato nella posizione cui era abituato a Vicenza. Tuttavia, il suo bottino sotto porta ha comunque una certa consistenza: in 22 gare, 5 reti, di cui soltanto una ininfluente (contro l’Atalanta, quando si perse 2-1). L’ultimo goal del fantasista granata -che potrebbe essere riproposto in un modulo “nuovo” per il Toro, il 4-3-1-2 dietro Antenucci e Bianchi- risale al posticipo del 13 Dicembre, nella partita a Trieste vinta proprio grazie ad un suo bel diagonale. E chissà che proprio in trasferta non ritorni a segnare il numero 14 granata, spazzando via ogni dubbio circa la bontà del suo acquisto.

Nome: Alessandro
Cognome: Sgrigna
Data di nascita: 24/4/1980
Luogo di nascita: Roma
Ruolo: trequartista
Piede: destro
Presenze stagionali: 22
Reti stagionali: 5

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy