Filadelfia, c’è la svolta: il Credito Sportivo disponibile a finanziare i lotti 2 e 3

Filadelfia, c’è la svolta: il Credito Sportivo disponibile a finanziare i lotti 2 e 3

La novità / L’istituto presieduto da Abodi aderisce con entusiasmo all’iniziativa

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Dopo mesi di silenzio, si scopre che in realtà la Fondazione Filadelfia ha continuato a lavorare sotto traccia per la realizzazione dei lotti 2 e 3 dello stadio Filadelfia. Ossia le parti del progetto che comprendono il restauro dei monconi storici della curva, la costruzione della sede sociale e di una foresteria, e – tra le altre cose – la ricollocazione del Museo del Grande Torino, oggi sito a Grugliasco, in un edificio da erigere sul lato di via Giordano Bruno.

In particolare, nel CdA della Fondazione di ieri si è formalizzato il partenariato con l’Istituto per il Credito Sportivo presieduto da Andrea Abodi, già a Capo della Lega Serie B. Ci sono stati incontri tra le due istituzioni e la Fondazione ha percepito grande entusiasmo nella controparte.

Il Credito Sportivo è infatti attento per politica propria all’esigenza di favorire processi di valorizzazione e rigenerazione urbana, partendo da tre presupposti: la piena sostenibilità ambientale, sociale e finanziaria, una sana collaborazione pubblico-privato e un adeguato salto di qualità culturale a livello di educazione sportiva. Tutti presupposti che nel Filadelfia sono stati individuati. Cosa succederà ora? Altri incontro seguiranno per dirimere la matassa burocratica relativa al completamento del Filadelfia. Per quanto riguarda le tempistiche si parla di un paio d’anni. Ma ora la direzione per avere un Filadelfia realizzato al cento per cento è stata individuata.

20 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Maroso - 7 mesi fa

    Riprendo un intervento di un pò di tempo fa. Continuano a essere troppo poche le notizie sulla consistenza immobiliare della Società Torino FC (Robaldo), del Filadelfia (Fondazione), del MKTG della Società , delle richieste di terreni per sostenere la Società che non ci sarebbero attorno all’ Olimpico Grande Torino. Mi piacerebbe infatti conoscere le caratteristiche a Piano Regolatore Generale del Pala Isozaky, dell’ ex Combi, dimenticando per un momento che Ciminelli ebbe dal comune di Torino l’ area Bennet in cambio del Filadelfia! Vorrei anche sapere la destinazione a PRG dei terreni Ex Chinino, o Ex Finanza, i terreni Ex Mercati generali. Se si vuole (Se il Comune di Torino avesse una volontà politica in tal senso) forse una soluzione la si troverebbe. Perchè invece non si sa nulla? Non si vuole che si sappia nulla?
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Granata69 - 7 mesi fa

    Il credito sportivo è un istituto di credito a tasso agevolato, rispetto ai normali istituti di credito, per finanziare la costruzione di impianti sportivi o altre opere connesse allo sport. Tutti gli stadi italiani sono stati costruiti con il loro contributo. Stadium compreso. Solo un fesso paga 100 quello che può pagare 70 o 80.
    La lungaggine delle pratiche è tutt’altra questione. Che l’altra sponda ha corsia preferenziale non mi pare una novità, se dovete fare un paragone fatelo con società simili. Se una Sampdoria o Fiorentina ci mette metà tempo nelle pratiche e nella realizzazione allora sono d’accordo con le critiche, altrimenti noi siamo nella media italiana,come credo, e fuori media sono gli striscianti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. CUORE GRANATA 44 - 7 mesi fa

      Non vorrei essere tacciato di pedanteria ma mi permetto tornare sull’argomento.Dici giustamente che il CS ha finanziato la costruzione di stadi ma nel ns. caso stiamo parlando di un investimento sostanzialmente modesto(diciamo stando larghi 4\5 mln).Orbene è corretta l’osservazione sul tasso agevolato e relativo risparmio tuttavia i tempi di istruttoria del CS non sono brevi(lo dico da ex funzionario pubblico che ha trattato con l’Istituto) ed allora i benefici sugli interessi potrebbero essere vanificati(può accadere) poi da un maggior costo per la realizzazione dell’opera.In buona sostanza,a mio avviso,se Cairo avesse mantenuto la promessa(può ancora farlo per carità ma…)di versare alla Fondazione il mln.restante(impegno assunto con il compianto Don Rabino) l’entità dell’investimento si ridurrebbe e di conseguenza anche gli interessi per un mutuo da stipulare in tempi molto,ma molto più brevi con un Istituto Ordinario.Allora sì che il completamento dei lotti 2 e 3 diverrebbe una prospettiva realizzabile in tempi ragionevolmente brevi.Ma “il toco de corda” è questo per cui ….FVCG!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. dattero - 7 mesi fa

    Gio’ quanto ho detto perchè sentito da tecnici dell’urbanistica che seguono l’iter della vicenda,gente onesta e,due,granata viscerali.
    Gia’ una volta,su argomento simile venni corretto,in alcuni punti da Granata,che ne sapeva piu’ di me,quindi se tu sai qualcosa in piu’,ben venga,ci mancherebbe.
    Finora,so questo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. sylber68 - 7 mesi fa

    UN PAIO D’ANNI PER FINIRE UN LATO STRADA, MENTRE QUELLE MERDE DALL’ALTRA PARTE IN UN PAIO D’ANNI HANNO COSTRUITO UN QUARTIERE INTERO. CON CAMPI DA CALCIO ALBERGHI, SCUOLE, MA ANDATE AFFANCULO, SOCIETÀ CHE NON VALE PIÙ NULLA, E NON CONTA PIÙ NULLA, ZERO ASSOLUTO, ZERO. ZERO ASSOLUTO!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Maroso - 7 mesi fa

      Scusa, ma a costruire non credo sia la società, ma la Fondazione, che va aiutata come si può. Comunque credo che due anni li possiamo aspettare, considerando che un cantiere piccolo generalmente dura di più di uno grosso, fatte le debite proporzioni.

      Saluti a tutti FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Turin2.0 - 7 mesi fa

    Questa vicenda conferma ogni giorno di più quanto la Cairese sia agli antipodi rispetto alla filosofia del Toro: il Fila avrebbe dovuto essere nuovamente il palcoscenico granata il nostro stadio e invece… Ma qualcuno intelligentemente dice paragonando la Primavera alla prima squadra: una gioca al Fila l’altra no, una schiera 11 tori che sudano la maglia l’altra 11 mercenari alcuni dei quali mettono i like ai post gobbi dopo un derby, una schiera tanti torinesi di fede granata l’altra stranieri cui non interessa il valore di quella maglia…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ilcap78 - 7 mesi fa

    A me fa ridere che la sede di una società sia costruita da una fondazione o credito sportivo che sia, e non dalla società stessa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Hagakure - 7 mesi fa

    Splendida notizia, ma non solo per Noi Tifosi, soprattuto per il mandrogno micragnoso, taccagno e parassita bracciamozze il quale, come al solito, è riuscito a non tirare fuori un centesimo per completare i lavori del Filadelfia.

    Bracciamozze fai schifo, come sempre….!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Filadelfia - 7 mesi fa

    Ottima notizia. Speriamo bene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-14003131 - 7 mesi fa

    Se le intenzioni diventeranno realtà questa è una bella notizia: per la fondazione, per il museo e per chi vive e sostiene lo spirito e la memoria granata. Lascerei fuori Cairo perché in questo c’entra poco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Granata - 7 mesi fa

    Se non ricordo male , mi sembrava che la ricerca comprendesse il reperire un finanziamento per poter completare i due lotti. Finanziamento da coprire con l’unica entrata economica per la Fondazione e cioè l’affitto da parte del Torino FC. Ora, che questo istituto sia il credito sportivo, non la trovo una notizia straordinaria, a meno che lo faccia a fondo perduto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. CUORE GRANATA 44 - 7 mesi fa

      E’ proprio sull’eventuale fondo perduto che potrebbero sorgere questioni di natura giuridica in quanto la Fondazione è soggetto privato anche se…Per evitare qualsivoglia possibile impedimento,forse sarebbe più semplice contrarre un mutuo con un Istituto Ordinario.Il tasso sarebbe un po’ più elevato però..Certo se il tutto fosse finalizzato a risparmiare sul differenziale d’interesse mettendo a repentaglio il finanziamento sarebbe come minimo vergognoso.A quel punto Cairo dovrebbe forse corrispondere un maggiore canone d’affitto e qualora non lo facesse beh..lascio a ciascuno qualificarlo come meglio riterrà fare.Mi auguro ovviamente che tutti questi aspetti siano stati sviscerati nei loro risvolti però siamo il Toro e non gli innominabili.Sempre FVCG!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata - 7 mesi fa

        Non vorrei dire scemenze ma credo che l’ammontare dell’affitto sia stato calibrato in virtù di queste considerazioni. La Fondazione non ha nemmeno bisogno di accantonamenti per eventuali spese straordinarie di manutenzione visto che sono a carico dell’affittuario, cosa anomala.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Tifoso della Maglia - 7 mesi fa

    A differenza nostra Cairo non ha fretta e vuole metterci meno soldi possibili sia x il Fila che x il Robaldo. X quanto io non sia un detrattore nei confronti del presidente e sono convinto che il comune usi due mezzi e due misure con le pratiche nostre e delle merde strisciate, il modo x sveltire il tutto se Cairo volesse lo troverebbe ma da quell’orecchio (portafogli) non ci vuole sentire…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. CUORE GRANATA 44 - 7 mesi fa

    Oggi è una bella giornata di sole.Di per sé non scalda ma leggendo l’articolo il mio vecchio cuore granata di primo acchito si è riscaldato! Leggendo più attentamente mi pare che al momento siamo solo ad una sorta di “dichiarazione d’intenti”in quanto…”altri incontri seguiranno per dirimere la matassa burocratica..”Tempistica un paio d’anni per cosa? Ottenere il finanziamento e poi aggiungerne altrettanti per realizzare l’opera od avere i due lotti pressoché ultimati? Mi sembra un dettaglio di non poco conto che varrebbe la pena chiarire.Mi sforzo di non pensare che in questo percorso burocratico qualche “azzecca garbugli sabaudo” possa frapporre ostacoli di varia natura,ma il timore esiste.Quanto a Cairo questa è la conferma della sua indifferenza alla questione: “Il noto Richelieu” lo richiamerà all’ordine?In buona sostanza mi pare di poter dire che difficilmente riuscirò a vedere il mio vecchio amato Fila completato seppur in formato bonsai!FVCG!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. ProfondoGranata - 7 mesi fa

    Mi sembra una buona notizia. Speriamo fili tutto liscio e che presto si possa arrivare a fruire dei risultati.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. dattero - 7 mesi fa

    ma dai,non gli interessa,lo dimostro’mentendo a Don Aldo a Superga davanti a molta gente,il robaldo fermo perche,secondo lui,il comune deve pagare il rifacimento campi.
    Meno male che il presidente della fondazione,Dr Asvisio è uomo concreto e con buone conoscenze,uno che parla poco e lavora,ma dal torino fc,aspettati poco pochino

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gio - 7 mesi fa

      Che Cairo non sia uno sfegatato sostenitore della memoria Granata, siamo d’accordo. Ma questa storia per cui pretenderebbe il rifacimento dei campi Robaldo dal Comune, dove l’avresti sentita? E’ una bufalona. Al contrario è il Comune che continua a mettere i bastoni tra le ruote, chiedendo stranissimi adempimenti e rifiutando varie ipotesi di ristrutturazione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. suoladicane - 7 mesi fa

    l’assenza del Torino FC nelle vicende del FILA è un boato assordante
    molto molto grave!!!!!!!!
    sveglia Cairo, svegliaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
    SFT

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy