toro

Finco, assistente di Mazzarri: “Voleva dimettersi dopo il Genoa, ma Cairo…”

TURIN, ITALY - JANUARY 25:  Torino FC head coach Walter Mazzarri looks on during the Serie A match between Torino FC and  Atalanta BC at Stadio Olimpico di Torino on January 25, 2020 in Turin, Italy.  (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Le parole / Il collaboratore del tecnico ha rilasciato una lunga intervista per spiegare le vicende che hanno portato alla rescissione del contratto

Redazione Toro News

Antonio Finco, assistente di Mazzarri, ha rilasciato alcune dichiarazioni a TMW sull'esperienza del tecnico sulla panchina granata: "Mazzarri ha rescisso consensualmente, rinunciando anche a diversi soldi, per sbloccare la situazione. Lo ha fatto per liberare mentalmente la squadra da una contestazione durata mesi. I giocatori faticavano perché al primo pallone sbagliato arrivavano fischi".

LA CONTESTAZIONE -"La contestazione è iniziata improvvisamente - racconta Finco -, dopo la sconfitta 1-0 ad Udine. Arrivavamo da un pareggio con il Napoli ed una vittoria con il Milan, eravamo a qualche punto dalla zona Europa League. Mazzarri voleva dimettersi il 30 novembre dopo la vittoria 1-0 a Genova. Quando siamo tornati dalla trasferta dei tifosi, bendati, hanno tirato due bombe carta contro il pullman, circondandolo. La società ha convinto il tecnico a restare, perché Cairo credeva nel suo lavoro".

I PROBLEMI - Prosegue Finco: "Abbiamo delle attenuanti tra preparazione, Verdi arrivato all'ultimo, Nkoulou che voleva andare via e Ansaldi e Baselli a lungo fuori. Mazzarri è convinto che la squadra, liberata dal peso della contestazione e recuperati alcuni interpreti, possa fare un grande girone di ritorno. E così dopo Lecce ha deciso, confrontandosi con la società, di rescindere il contratto. Il gol di Cahlanoglu, a tre minuti dalla fine in Coppa Italia, è il simbolo della nostra stagione. A Lecce ci saremmo presentati in modo diverso, non stanchi fisicamente e moralmente. Contratto di Mazzarri in scadenza? Cairo ha più volte proposto il rinnovo. Dopo Natale siamo ripartiti bene. Poi è successo quel che è successo".

Potresti esserti perso