Giampaolo pre Torino-Bologna: “Dobbiamo lasciare in campo anche il sangue”

Le parole / Il tecnico granata presenta in conferenza stampa la sfida di domani alle 12.30 contro i ragazzi di Mihajlovic

di Redazione Toro News

LA CONFERENZA

Giampaolo

In vista della sfida di domani tra Torino e Bologna, Marco Giampaolo presenta ai media la sfida al Bologna di Sinisa Mihajlovic. Il tecnico inizia parlando dello spirito che vorrà vedere in campo: “C’è una bandiera da portare in alto, il resto non conta. Servono doti morali oltre a quelle professionali, bisogna lasciare in campo anche il sangue se occorre. Contro il Bologna ci attende una sfida molto, molto importante. Ho detto alla squadra che va disputata con coraggio e determinazione, guai a farsi venire il braccino. Qui si vede la consistenza umana di un gruppo: è anche bello poter prendere parte a partite così importanti. Che ci dirà che uomini siamo“.

LEGGI ANCHE: Mihajlovic pre Torino-Bologna: “Mi dispiace vedere i granata ultimi, ma non sono stupito”

33 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. policano67 - 1 mese fa

    Probabilmente in campo ci lasceremo solo i tre punti.al max prenderemo un punto ma equivale alla sconfitta.qualcuno dice nn possiamo sprofondare?stiamo gia scavando pure le fogne per sprofonda di piu.ragazzi nn si andra in b per colpa del singolo ma per tt l insieme.si cercano alibi ma la realta e che la squadra e scarsa e giampaolo nn e il mister che puo tirarti fuori da sto casino e aggiungo pure che cairo nn e il presidente in cui sperare.piu chiaro di cosi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. TyrannoCairus Rex - 1 mese fa

    Contro il Bologna mi accontenterei di vincere con un autogol o addirittura di un gol del lucano

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Agnolotto - 1 mese fa

      Un gol del lucano mi pare un po esagerato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Junior - 1 mese fa

    Non abbiamo altra scelta che sostenere i ragazzi! Per il resto sono 15 anni che il sangue questa gestione lo succhia a noi tifosi. FVCG. Non possiamo sprofondare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Panthers - 1 mese fa

    Quando una squadra gioca senza il portiere, diventa difficile vincere ed impossibile pareggiare, quel che è peggio e che a Roma
    Ho visto un vanja timoroso ed anche lui ancorato a quella cazzo di linea di porta,
    Sono molto preoccupato perché con un buon portiere di b oggi avremmo molti più punti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Emilianozapata - 1 mese fa

    È un bivio di quelli seri, dalle conseguenze estreme.
    Una sconfitta determinerebbe l’esonero di un bravo allenatore e la sua sostituizione non credo potrà avere effetti positivi o determinanti per la salvezza.
    Una vittoria, al di là dei tre punti, potrebbe addirittura significare l’inizio di una rimonta in classifica, un’insiezione d’orgoglio e di spirito di rivalsa in giocatori che persino a Napoli, con il giusto atteggiamento, potrebbero strappare un punto.
    Lo scorso anno fu una vittoria del Bologna (forse con il Lecce) a darci la salvezza matematica. Domani potrebbe essere una vittoria sul Bologna a cambiare il nostro campionato, soprattutto se a gennaio arrivassero acquisti e cessioni sensati.
    Il pareggio? Uguale a una sconfitta (peggio ancora se dovesse verificarsi con l’ennesima rimonta subita).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. cuoretoro - 1 mese fa

    Giampaolo ha le sue colpe ma non ha tutti i torti dicendo che nessuna squadra ci ha messo sotto. Ricordo che più delle presunte colpe di Giampaolo hanno potuto incidere le schifezze di questa classe arbitrale corrotta e faziosa, facendo l’elenco: 4° Giornata contro il cagliari sul punteggio di 2 a 2 Rog commette TRE falli da ammonizione ed era già ammonito quindi doveva essere espulso e noi in superiorità per almeno 30 minuti, 5° Giornata contro il sassuolo sul risultato di 1 a 0 entrata di Ferrari, già ammonito, su Verdi lanciato a rete al limite dell’area, quindi punizione dal limite ed espulsione, 6° Giornata contro la Lazio “apoteosi della mafiosità” sul 2 a 1 per noi rigore colossale su Verdi non dato e rigore al 92esimo inventato dato alla lazio, 8° Giornata contro l’inter sul 2 a 0 per noi al 70esimo FALLO EVIDENTISSIMO su Rincon, non fischiato, da cui nasce il gol del 2 a 1 e la rimonta dell’inter, 11° Giornata contro l’Udinese il primo gol dell’udinese nato da un fallo netto su Meitè non fischiato, poi l’ultima schifezza l’altra sera contro la roma. Quindi 6 partite su 12 fortemente condizionate da episodi arbitrali clamorosi contro e tutte partite che avremmo potuto vincere, quindi la nostra classifica è anche molto condizionata da questi scandali arbitrali, al netto tra l’altro di NESSUN EPISODIO A FAVORE!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 1 mese fa

      E la società dov e? Dove era? Ha in mano la gazzetta dello sport , se vuole il signor Cairo, la classe arbitrale la può SOTTERRARE! Ma a quanto pare non gli interessa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. oscarfc - 1 mese fa

    Giampaolo aldilà delle belle parole, deve incominciare a fare qualche cambio in più, se avesse cambiato gli uomini giusti al momento giusto, avremmo qualche punto in più e molti meno patemi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. spiritolibero - 1 mese fa

    Bah Lo vedo troppo in confusione Io continuo a sperare che chiamino Nicola C’è bisogno del suo entusiasmo Il gol fatto al Mantova e la sua esultanza sono il simbolo della grinta che deve avere il Toro Le squadre che ha allenato erano poca roba però lui ha sempre fatto bene Qui ci sarebbe da resettare tutto altrimenti sarà una lenta agonia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gantonaz64 - 1 mese fa

      Ma basta. Non e’ un problema di allenatori….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Gael67 - 1 mese fa

    Le chiacchere stanno a zero.. è dalla partita contro il Crotone che siamo all’ultima spiaggia. Be domani non può esserci appello, se non si vince bisogna cambiare sperando non sia troppo tardi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. GalloMania - 1 mese fa

    Annata nata storta, da domani la svolta e la risalita. Io ci credo. FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Torello di Romagna - 1 mese fa

    Vedremo domani se l’atteggiamento in campo sarà finalmente quello giusto … Sarebbe anche ora .
    In casa soprattutto finora abbiamo fatto cagare ! Ci hanno calpestato tutti Crotone, Udinese , Cagliari , Sampdoria … Non vinciamo da 5 mesi …
    E se le cose non dovessero funzionare abbi la decenza di dimetterti se è vero che al Toro tieni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 mese fa

    Parlare sa parlare.
    Poteva scivolare nel retorico o nel lecchinaggio ma personalmente ho sempre la percezione che sia una persona sincera e onesta. Della serie “duri e puri “ con tutti i pregi e i limiti nel essere una persona integrale.

    Come allenatore ancora non ho capito se è bravo o no, ma chi lo conosce ne ha sempre parlato benissimo.
    Vero anche che adesso sta molto ai giocatori di non essere mezze seghe.
    Conoscendo Sinisa loro proveranno ad aggredirci approfittando della nostra debolezza mentale. Se faranno vedere che non sono invece così fragili, potrebbe scapparci addirittura una vittoria larga.
    Ma non escluso ennesima debacle.
    Domani sarà davvero una prima resa dei conti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. renato (quello vero) - 1 mese fa

    Mi è sembrato un discorso molto semplice e chiaro. A me è piaciuto.
    Penso che sia l’unico modo possibile per far capire a dei ragazzi (per l’anagrafe) che non sono più ragazzi (per lo stipendio che percepiscono) che il loro futuro, non solo al Toro ma nel resto della loro carriera, dipende da come si comporteranno in campo, indipendentemente dalle loro qualità tecniche.
    La grinta, la voglia di ottenere un risultato, la determinazione nel farlo, la capacità di risalire nei momenti di difficoltà sono l’unica strada che consente di combinare qualcosa di buono nella vita.
    Lo capiranno? Qualcuno direbbe “ai posteri l’ardua sentenza”.
    Per chi prende 1.000.000 €/anno o anche di più è indispensabile capire al più presto questo semplice ragionamento.
    Anche tra le persone più famose in tutti i campi ci sono quelli che si sono “sistemati” per la vita e quelli che invece sono miseramente falliti dopo una vita di successi planetari ed ora fanno la fame.
    Dipende soltanto da loro.
    Se GP riuscirà nell’intento d’inculcare queste banalità elementari avremo una aquadra di uomini altrimenti dovemo accontentarci di un branco di figurine da album Panini.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. renato (quello vero) - 1 mese fa

      ..squadra di uomini…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Kieft - 1 mese fa

    La più grande stronzata Giampaolo l’ha fatta non facendo il turnover necessario contro il Crotone che tutti stanno asfaltando e noi abbiamo pareggiato in casa …..possibile ….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Bollinger - 1 mese fa

    Ok ha fatto 15 punti in 19 partite ma è colpa sua se meite si fa fregare la palla da pirla a centrocampo? se Zaza sbaglia un gol solo davanti al portiere? Se lyanco ogni tanto si perde l’uomo? È passato anche lui alla difesa a 5 rinnegando se stesso e, per me, questa è la prova che la squadra che ha dei grossi limiti fisici e tecnici che ne klopp ne Guardiola potrebbero risolvere. Come disse Pecci “non ho mai visto nessun allenatore fare gol dalla panchina”. Speriamo nei 3 punti domani. Forza Toro!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. rolandinho9 - 1 mese fa

    Per carità parole che non si possono non condividere ma poi la formazione la deve mettere di conseguenza: solo con gente pronta a dare il sangue per il toro. Se poi mi metti Izzo Nkoulou Lyanco Rodriguez Meite Zaza…questi il campo non lo devono toccare se vuoi dire queste cose.puoi mettere solo
    Sirigu (?)
    Celesia(?) Bremer Buongiorno
    Voivoda Lukic Rincon Gojak Ansaldi
    Bonazzoli Belotti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Malco160576 - 1 mese fa

    E’ vero. Purtroppo è più bravo a parlare che a fare punti. Infatti nelle ultime 2 stagioni, 19 match guidando Milan e Toro (non Crotone, Lecce o Spal). 4 Vittorie, 3 Pareggi e ben 12 Sconfitte. Una miseria, un disastro. 15 punti in 19 partite, un intero girone pienamente da serie B. Avrà ottime idee, ma è ormai nella confusione più assoluta e le sue teorie non valgono quando ti trovi ultimo. Per me da cambiare subito, anche con 3 punti tra Bologna e Napoli. Al Milan lo esonerarono dopo una vittoria (2-1 al Genoa !)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Messere Granata - 1 mese fa

    Merdabisso ci ha privati di Singo per 2 partite. Una a Roma e una a Torino. La squalifica doveva essere annullata. Due partite fuori senza neanche aver fatto fallo. Vergogna per tutto il sistema Calcio e arbitrale. Assurdo. A Insigne che ha insultato a sangue l’arbitro hanno tolto una giornata. Penosi e corrotti tutti. Vergognatevi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. MarchigianoGranata - 1 mese fa

      Se la nonsocietà non batte i pugni sul tavolino, non sbraita, non si inca@@a, non si fa mai sentire se non con un buffetto di circostanza, i risultati saranno sempre questi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. miele - 1 mese fa

    Prima delle partite, sempre belle parole: bisogna dare il sangue per la squadra, chi gioca deve pensare solo a dare il massimo, siamo tutti uniti e se c’è stato qualche problema, lo supereremo assieme, e via banalizzando. Capisco che un allenatore in bilico non possa che ripetere le solite litanie, ma tutto questo serve a ben poco. Domani in campo andranno i soliti noti che ci hanno regalato tante soddisfazioni, guidati dal maestro che ha idee così precise e determinanti, che ci ha condotto, assieme a questa armata Brancaleone allestitagli dal volpone, all’ultimo posto della classifica, con ampia vista sulla serie B.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rolandinho9 - 1 mese fa

      Si effettivamente potrebbe non presentarsi in conferenza stampa, in una condizione simile sarebbe pure meglio per L ambiente h che più perdi più quello che dici ti si ritorce contro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Malco160576 - 1 mese fa

      E’ vero. Purtroppo è più bravo a parlare che a fare punti. Infatti nelle ultime 2 stagioni, 19 match guidando Milan e Toro (non Crotone, Lecce o Spal). 4 Vittorie, 3 Pareggi e ben 12 Sconfitte. Una miseria, un disastro. 15 punti in 19 partite, un intero girone pienamente da serie B. Avrà ottime idee, ma è ormai nella confusione più assoluta e le sue teorie non valgono quando ti trovi ultimo. Per me da cambiare subito, anche con 3 punti tra Bologna e Napoli. Al Milan lo esonerarono dopo una vittoria (2-1 al Genoa !)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Il_Principe_della_Zolla - 1 mese fa

        Così, per curiosità, chi sarebbe il salvatore della patria una volta esonerato Giampaolo?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. miele - 1 mese fa

          Difficile da dire, ma almeno più “normale” come allenatore, più realista, forse anche più cinico. Al punto in cui siamo, rimane poco da perdere. La B è quasi certa: le statistiche del passato non mentono. In ogni caso, quindi, cambiando, non si corrono rischi maggiori

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Il_Principe_della_Zolla - 1 mese fa

            Scusami, si invoca concretezza, e quella che dai è una non-risposta, che non vuol dire niente.

            Mi piace Non mi piace
  20. fabio.tesei6_13657766 - 1 mese fa

    Adesso ci vogliono i fatti, cioè tre punti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rolandinho9 - 1 mese fa

      No, 3 punti con un bel 3-0. Porta inviolata per una volta, solo così si prende consapevolezza.. il campionato è lungo serve morale non solo punti, alle ultime giornate anche solo punti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Wolverine - 1 mese fa

    Quindi se si perde ? Se qualcuno serio può illuminarmi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. oscarfc - 1 mese fa

      Non succede niente, perlomeno subito, mercoledì giochiamo a Napoli.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy