Grande Toro, ma sfortunato

Grande Toro, ma sfortunato

E’ stata una prova di cuore, cervello e grinta, una prestazione d’orgoglio di cui bisogna andare fieri. Con una tribuna stracolma come non si era mai vista, grazie anche all’iniziativa della società di promuovere la Giornata Granata, che ha incitato la squadra fino all’ultimo minuto, il Torino Calcio Femminile ha dato prova di essere una squadra vera e compatta, votata al sacrificio e mai doma, nonostante un avversario…

di Redazione Toro News

E’ stata una prova di cuore, cervello e grinta, una prestazione d’orgoglio di cui bisogna andare fieri. Con una tribuna stracolma come non si era mai vista, grazie anche all’iniziativa della società di promuovere la Giornata Granata, che ha incitato la squadra fino all’ultimo minuto, il Torino Calcio Femminile ha dato prova di essere una squadra vera e compatta, votata al sacrificio e mai doma, nonostante un avversario di spessore come il Bardolino secondo in classifica. Il tecnico Russo prepara al meglio la partita schierando una formazione compatta con la rientrante Coluccio terzino destro, centrali Parodi e Bosi e Salvai terzino sinistro. A fare da schermo difensivo dietro alla linea delle centrocampiste è la giovane Vallotto con Franco, Zorri ed Esuebio che compongono la mediana alle spalle del duo Bonansea-Sodini. Il Bardolino recupera Gabbiadini per la panchina e schiera titolare Di Criscio, e la partita fin dai primi minuti è combattuta con il Torino pronto a colpire in contropiede. E proprio un lancio della Sodini per la Bonansea costringe la retroguardia scaligera ad un fallo al limite dell’area. La punizione calciata dalla Sodini finisce di poco a lato. La retroguardia veneta fatica a fermare gli inserimenti delle granata tra le linee, con due fuori giochi dubbi che fermano sul più bello prima la Bonansea e poi la Sodini. La Zorri viene fermata in uscita bassa dall’estremo Ohrstrom, mentre il Bardolino si rende pericoloso nel finale di tempo con Toselli che cerca di sorprendere Russo sul primo palo, trovando però una pronta opposizione dell’estremo granata.

Nella ripresa il Torino capisce che può essere la giornata giusta per provare il colpaccio con il Bardolino in affanno sul terreno di gioco. Al 4’ Zorri serve Sodini in area, ma l’estremo svedese del Bardolino nega la gioia della rete alla capitana granata. Due minuti dopo è ancora Sodini ad impegnare la Ohrstrom, ma la grande occasione a favore delle granata capita al 14’. Bonansea fugge su un lancio perfetto della Parodi dalle retrovie, venendo atterrata in area da Di Criscio. Rigore netto con espulsione per Di Criscio, dal dischetto si presenta la Sodini, ma il tiro non è abbastanza angolato e Ohrstrom riesce a respingere, sul pallone arriva per prima Bonansea, ma la sua conclusione termina sull’esterno della rete. Al 19’ reazione del Bardolino con Gelnetti brava ad inserirsi dalla destra in area, ma la Russo è attenta ed esce a terra fermando l’esterno. Al 32’ proteste granata per un fuorigioco segnalato alla Sodini apparso molto dubbio, su uno splendido lancio della Bonansea. Le granata non mollano, controllano bene i tentativi del Bardolino che nonostante l’inferiorità numerica cerca i tre punti per continuare a sperare nello scudetto, ma la Russo è attentissima e dice di no sia al 35’ che al 39’. Al 44’ nuovamente discesa palla al piede di Parodi che serve la Bonansea fermata in angolo. L’arbitro assegna quattro minuti di recupero e proprio al 47’ arriva la doccia gelata per il Torino. Dopo un batti e ribatti sulla trequarti granata, Da Rocha serve Girelli
in evidente fuorigioco di un metro e mezzo, l’arbitro non se ne avvede e le venete trovano la rete della vittoria. Una sconfitta che non fa uscire le granata a testa bassa dal campo, ma tra gli applausi del pubblico presente, orgoglioso delle sue ragazze.



TORINO – BARDOLINO 0-1
Marcatrice: 47’ st Girelli

Espulsa: 14’ st Di Criscio per fallo da ultimo uomo
Ammonite
: Toscano, Eusebio
TORINO (4-1-3-2): Russo F; Coluccio, Parodi, Bosi, Salvai; Vallotto; Eusebio, Franco Zorri; Bonansea, Sodini. A disp.: Ozimo, Ambrosi, Tudisco, Moretti, Rosso, Favole, Guo. All.: Russo L.
BARDOLINO (4-4-2): Ohrstrom, Cantoro, Ledri, Carissimi, Toscano Aggio, Di Criscio, Toselli (28’ st Battocchio), Gelmetti (23’ st. Mascanzoni), Da Rocha, Girelli (46’ st Girelli), Pini. A disp.: Gava, Usvardi, Gabbiadini, De Stefano, Belfanti. All.: Comin. (Lognega squalificato).
Arbitro: Basile di Genova.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy