I lettori sono concordi: dopo Ola Aina servono ancora parecchie cessioni

I lettori sono concordi: dopo Ola Aina servono ancora parecchie cessioni

Sondaggio / Il 44% dei lettori ha risposto “più di quattro”

di Redazione Toro News

I lettori di Toro News sono abbastanza concordi: servono ancora parecchie cessioni in casa Torino dopo quella di Ola Aina al Fulham. Il 44% dei votanti ha risposto “più di quattro”. La percentuale è spiegabile in due modi: lo scarsissimo rendimento di molti giocatori granata nell’ultima stagione e il nuovo allenatore che sta rivoluzionando il modo di giocare, evidenziando i limiti di elementi comprati per un altro progetto tecnico. Al 24% si sono fermate le tre cessioni, mentre sotto di appena 8 voti ci sono le quattro cessioni. Irrisorie le percentuali delle due e della singola partenza da qui al 5 ottobre. I lettori di Toro News, dunque, mandano un messaggio chiaro a Davide Vagnati: compra ma pensa anche a mandare via.

Caricamento sondaggio...

LEGGI ANCHE: Calciomercato, il Tottenham offre 50 milioni per Belotti: il no del Torino

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-14554814 - 1 settimana fa

    I lettori dovrebbero essere chiamati SOLO per votare gli acquisti , non ad allinearsi alle strategie di alleggerimento della società … il tifo granata è ormai addestrato solo alla mediocre real politik della società di cui questa testata è cassa di diffusione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. mah... - 1 settimana fa

    Se poi riesce a mandar via anche Cairo, già solo in prestito con obbligo di riscatto, gli facciamo un monumento al Fila…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BiriLLo - 1 settimana fa

      Io avevo osato con Comi in prova alla Ferrero ma tu sei esoso e vuoi il jackpot Maicuntent

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Giancarlo - 1 settimana fa

    Concordo con la quantità di giocatori da vendere, piuttosto il problema è a chi? Non mi pare che ci siano richieste esagerate per Izzo, Zaza, Lyanco, Boyè & C. e se si vogliono cedere temo che al massimo saranno prestiti con, diritto di riscatto. L’unico vantaggio sarà una diminuzione del monte ingaggi, ma difficilmente, temo, arriveranno risorse da reinvestire nella campagna acquisti. Arriverà forse qualcuno con la medesima formula, ma con il vantaggio di non caricarci di giocatori che possano poi rivelarsi un flop come purtroppo recentemente capitato troppo spesso. Certo che il ventaglio delle ipotesi sarà molto più ristretto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. CLAUDIO - 1 settimana fa

    articolo da brividi. direi da premio pulitzer.
    ma invece di riempire di banner pubblicitari perche’ non provate a fare del giornalismo serio. se non lo scrivevate voi nessuno si sarebbe mai immaginato che avevamo giocatori in esubero. bravi veramente giornalismo d’inchiesta di quello che non guarda in faccia nessuno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. granatasky - 1 settimana fa

    Questa società è piena di “fenomeni da baraccone” e di brocchi/bidoni.

    Ma non ci si dovrebbe limitare solo ai giocatori per le cessioni: a livello di organigramma dirigenziale, di incapaci ce ne sono a iosa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy