Il punto sull’arbitro

Nicola Stefanini, 36enne arbitro della sezione di Prato, ha diretto per la seconda volta in questo campionato la squadra di Lerda. E, cosa piuttosto curiosa, anche nella precedente circostanza, nella prima trasferta stagionale, è avvenuto in Veneto proprio contro i…

di Redazione Toro News

Nicola Stefanini, 36enne arbitro della sezione di Prato, ha diretto per la seconda volta in questo campionato la squadra di Lerda. E, cosa piuttosto curiosa, anche nella precedente circostanza, nella prima trasferta stagionale, è avvenuto in Veneto proprio contro i cugini del Padova, il Cittadella. A differenza di quella circostanza è andata meglio sia dal punto di vista del risultato che da quello della direzione di gara in sé. Mentre contro la squadra di Foscarini i granata persero per 2-1 e con qualche episodio a sfavore più che discutibile (come un atterramento di Stevanovic in area veneta), contro la squadra di Calori, oltre ad aver pareggiato grazie ad eurogol di Bianchi, l’arbitro non si è fatto condizionare dal clima “caldo” dell’Euganeo con la tifoseria di casa che protestava ad ogni minimo episodio ed è andato avanti portando a termine una partita difficile avendo, a conti fatti, sempre ragione negli episodi clou. Al 9’ offside millimetrico segnalato a Bianchi che si sarebbe trovato a tu per tu col portiere Cano, poi Stefanini lascia correre su due episodi in area granata ed in entrambi i casi a ragione (anzi, semmai nel primo caso Succi avrebbe potuto meritare un giallo per simulazione). Al 17’ i padroni di casa chiedono il giallo per un fallo di De Feudis su Bovo ma anche in questo caso il direttore di gara ha lasciato proseguire. Al 27’ punito invece Di Cesare per un’entrata in scivolata (non cattiva però) su Bovo. Al 30’ in area bianco scudata Cesar controlla col petto un cross di Rivalta: giusto lasciar correre anche in questo caso.  Anche ad inizio ripresa un contatto sospetto Di Cesare – Vantaggiato non produce alcun effetto se non ingiustificate proteste dei patavini. La partita prosegue un po’ a singhiozzo perchè piuttosto spezzettata dai fischi arbitrali (necessari) e si arriva all’83’ per vedere il secondo cartellino giallo ai danni di Rivalta per un intervento scomposto sull’ex Vantaggiato. Nel finale ammoniti anche Bovo per fallo su De Vezze, Stevanovic per comportamento non regolamentare (piuttosto insolito),  Sgrigna per uno sgambetto gratuito su Crespo in zona d’attacco.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy