toro

Il retroscena di Cairo: “Gasperini per due volte vicino al Toro, ma l’ambiente…”

La vicenda / L'antipatia della Maratona è cosa nota, tra il passato juventino e non solo...

Alberto Giulini

Le voci giravano da diversi anni, oggi la conferma definitiva è arrivata da Cairo: Gian Piero Gasperini è stato vicino a sedere sulla panchina granata. Lo ha detto per la prima volta pubblicamente il presidente in persona, che ha toccato l'argomento nel corso della conferenza di presentazione di Moreno Longo. "All'Atalanta ha fatto la differenza Gasperini, è un bravissimo allenatore e un paio di volte è stato vicino al Toro, ma c'erano problemi ambientali" ha spiegato Cairo.

PASSATO JUVENTINO - È infatti cosa nota che l'allenatore dell'Atalanta sia visto con antipatia dalla Maratona per i suoi trascorsi nella Juventus Primavera. E quanto accaduto nel 2009, quando era alla guida del Genoa, ha tutt'altro che aiutato. I rossoblu da lui guidati s'imposero 3-2 a Torino condannando - di fatto - il Toro di Camolese alla retrocessione, giocando invece con un atteggiamento decisamente più mite contro il Bologna diretto concorrente dei granata per la salvezza.

LE DUE VOLTE - Le due occasioni cui Cairo fa riferimento sono probabilmente l'estate del 2011 e la Primavera del 2016. Nel primo caso i granata, reduci dai playoff mancati sotto la guida di Franco Lerda, erano alla ricerca di un tecnico per la scalata in Serie A. Ma non se ne fece niente: al Toro arrivò Ventura, Gasperini si accasò all'Inter. Nella primavera del 2016, con il ciclo di Ventura che stava giungendo al termine, il pensiero di Cairo andò nuovamente al tecnico di Grugliasco, ma anche in quel caso non si arrivò a nulla di concreto. Il Toro decise infatti di puntare su Mihajlovic, Gasperini scelse la panchina dell'Atalanta.

Potresti esserti perso