Italia-Croazia, gli Azzurri per il primato nel girone. Darmian in campo dal primo minuto

Italia-Croazia, gli Azzurri per il primato nel girone. Darmian in campo dal primo minuto

Italia-Croazia / Si attendono più di 60.000 tifosi: massiccia presenza anche degli ultrà croati. Darmian dal primo minuto nella difesa a tre, Moretti parte dalla panchina

di Federico Lanza, @LanzaFederico

Nella matematica c’è la prova del nove, nel calcio, questa sera, Antonio Conte deve superare quella della Croazia. Perché la Nazionale croata guidata da Niko Kovac è il peggior cliente possibile per la nostra Nazionale che stasera cercherà di strappare i tre punti in palio e di conquistare la vetta del girone H. Italia e Croazia convivono al primo posto, ma i balcanici sono in vantaggio in virtù della differenza reti positiva. Dei giocatori granata convocati dal tecnico federale, solo Matteo Darmian è sicuro del posto da titolare, mentre Emiliano Moretti potrebbe debuttare, a 33 anni, contro l’Albania, partita in programma martedì sera a Genova il cui incasso sarà destinato proprio ai cittadini danneggiati dall’alluvione di un mese fa.

UNA NAZIONALE IN ASCESA – Il Mondiale in Brasile è stato una delusione, ben al di sotto delle aspettative di Zagabria, ma la federazione ha deciso di dare fiducia a Kovac e, ora come ora, i risultati sono dalla parte dell’ex giocatore dell’Hertha Berlino. Il centrocampo che gli Azzurri si troveranno davanti è considerato da molti uno dei migliori del mondo: pochi allenatori hanno il privilegio di allenare tre giocatori come Modric, Rakitic e Kovacic, anche se Brozovic è in vantaggio per un posto da primo minuto rispetto all’interista. In settimana, i nostri avversari hanno perso 2-1 contro l’Argentina di Messi e, storicamente, sono un bestia nera degli Azzurri: nei sette precedenti, una sola vittoria, tre pareggi e tre sconfitte. L’ultima gioia  72 anni fa, in panchina c’era Vittorio Pozzo.

DARMIAN DAL PRIMO MINUTO – Nel 3-5-2 ideato da Conte troverà spazio Matteo Darmian ma non come esterno di centrocampo (ruolo che solitamente ricopre nel Torino) ma difensore assieme a Chiellini e Ranocchia. Moretti, invece, partirà dalla panchina ma il forfait di Ogbonna apre un buco nella retroguardia: il difensore del Toro potrebbe sfruttarlo per giocare titolare martedì sera contro la Nazionale delle Aquile.

AFFLUENZA MASSICCIA – La risposta del pubblico è degna di un big match: a San Siro si supereranno abbondantemente le 60.000 presenze. Una cornica di pubblico molto importante, perché Buffon e compagni avranno bisogno di tutto il supporto possibile per superare una squadra che sta rapidamente scalando posizione nel ranking UEFA e che, se sottovalutata, rischia di farci molto male. E a questo proposito è stato molto chiaro il c.t Conte in conferenza stampa: “Rispetto per la Croazia ma nessuna paura. Voglio delle risposte importanti.” E anche i tifosi croati si sono mobilitati in massa: saranno presenti circa 6000 tifosi croati, di cui 2000 già arrivati a Milano. Rappresentato quelli più “pacifici”, mentre la frangia calda della tifoseria (gli altri 3000) verranno scortati allo stadio da un imponente servizio di sicurezza messo in piedi dalla Questura con l’aiuto prezioso della Polizia croata. Partita dunque da “codice rosso” anche se tutti ci auguriamo che, a fine partita, si parli solo di calcio e non di incidenti causati da solito facinorosi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy