Izzo, quanto manchi: il difensore simbolo di un Toro che non riesce a reagire

Izzo, quanto manchi: il difensore simbolo di un Toro che non riesce a reagire

Focus on / Il calo del Toro passa anche dal calo dei suoi giocatori chiave. E Izzo è uno di loro

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

Armando Izzo, nel bene e nel male, è uno dei simboli del Torino di Walter Mazzarri. Simbolo nel bene, nello scorso campionato da record, simbolo nel male, nell’apatia di questo inizio di stagione sull’altalena. Il calo del Toro si spiega anche così: diversi uomini chiave non stanno dando alla causa quanto potrebbero. Izzo, suo malgrado, rientra in questo gruppo e in campo la differenza si sente.

Anche contro l’Udinese è stata una sua dormita a regalare il goal decisivo a Stefano Okaka: né segue Nkoulou nella scalata e né fa un passo per mettere in fuorigioco il numero 7 dell’Udinese che quindi ha gioco facile di testa. Se questi errori siano dovuti ad un po’ di stanchezza o alla mancanza degli automatismi giusti non è dato saperlo, fatto sta che questo Izzo non è lo stesso dello scorso anno.

Difficile, quasi impossibile che Mazzarri ne faccia a meno nonostante questo periodo di momentaneo appannamento. Ciò che invece è certo è che la metamorfosi negativa del Toro è dovuta anche al fatto che i big della squadra non si stanno ripetendo sui livelli dello scorso anno. Izzo è un esempio calzante e per risollevare i granata bisognerà recuperare anche la sua miglior versione.

10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Fede Granata - 9 mesi fa

    Purtroppo dobbiamo constatare che i nostri idoli si stanno spegnendo. …chissà il motivo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. sarino - 9 mesi fa

    Se i giocatori son stanchi allora si fa giocare i quelli più in forma i quali devono essere sempre pronti. A tenerli pronti deve essere il mister. Invece si mandano in tribuna si tengono in panchina etc etc etc. Bisogna non fissarsi sempre con gli stessi giocatori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. FVCG'59 - 9 mesi fa

    E se i Big si stessero iniziando a rompere i bip di continuare a fare figure barbine in mezzo alla completa mancanza di gioco?comment_parent=0

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Torino FC - 9 mesi fa

    Gattuso sarebbe un valido sostituto tra quelli disponibili, ha la grinta da Toro e un buon gioco, forse non è tutta colpa di mazzarri, ma il TORO viene prima di tutto e di tutti, quindi un cambio potrebbe aiutare. Sempre FORZA TORO!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Nero77 - 9 mesi fa

    Pure Armando in confusione come tutta la squadra

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-14003131 - 9 mesi fa

    Izzo e’ in calo indubbio. Allora si faccia giocare Bonifazi, no?comment_parent=0

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Antoniogranata76 - 9 mesi fa

    Mi spiace dirlo ma se domenica non si batte il Cagliari, credo sia giusto cambiare allenatore e mandare la squadra in ritiro punitivo (questo lo avrei già fatto dopo Udine). La situazione è imbarazzante, la squadra non ha idee, gioco,identità e soprattutto manca a quasi tutti, la voglia di vincere. La migliore partita di questo campionato, è stata quella con il Napoli, con Atalanta, Sassuolo e Milan abbiamo vinto grazie a Belotti e Sirigu, le sconfitte si commentano da sole.Spero ancora in una ripresa, sempre forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Toro71 - 9 mesi fa

    Con un allenatore forte del rinnovo promesso dal presidente gli unici a patire questa lenta agonia siamo noi tifosi. Domenica nessuno dovrebbe andare allo stadio in modo tale da far capire a Cairo che il Toro siamo noi.
    Senza tifosi una società di calcio non esisterebbe nemmeno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. nonnogranata - 9 mesi fa

    ma mi spiegate come mai De Silvestriche la scorsa stagione a sempre giocatodavanti a Izzo quasi in simbiosi cosa sta succedendo nessuno ne parla e evidente che quacosa non quadra. Quindi basta bugie e parolonistiamo con i piedi per terra esperiamo in bene.P S.non e solo questione di soldi Grazie Tom vecchio cuore granata

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Toro Forever - 9 mesi fa

    In un ristorante in cui non c’è nulla, si nota la mancanza del pane. Izzo ha il diritto di tirare un po’ il fiato. Se avessimo un gioco, il suo calo non si noterebbe neanche. Era scontato che avremmo fatto fatica a riconfermare il rendimento del girone di ritorno dello scorso Campionato, ma abbiamo dei sostituti che sono anche validi. Mazzarri sì è sempre e solo affidato ai miracoli di Sirigu, Izzo, Nkoulou, (Moretti), De Silvestri, Rincon e Belotti. Gli altri hanno sempre contato poco. È bastato un lieve calo di qualcuno di questi e il Torino non esiste più. Perché tiravano la carretta per tutti, compensando con la loro grinta l’assoluta mancanza di gioco e di idee di Mazzarri. Vuoto pneumatico. Anticalcio. Ora tutti a fare figure barbine. Esauriti dal turbinio di grotteschi tentativi di raddrizzare una barca che affonda per colpa del suo Nocchiero. Addio Mazzarri. Sono sfinito anch’io di vedere il Toro in agonia mentre dà, a casaccio, dei calci al pallone. Basta, per favore. Grazie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy