Juventus-Torino, il derby più importante degli ultimi vent’anni

Juventus-Torino, il derby più importante degli ultimi vent’anni

Verso il match / Il Torino di Mazzarri, miglior difesa del 2019, sfiderà l’attacco più prolifico della Serie A in un derby con vista Champions

di Roberto Ugliono

Venerdì sera sarà finalmente la volta di Juventus-Torino. Basta anche solo nominare il derby della Mole per presentare le tematiche che ci sono dietro, una stracittadina unica in Italia. Eppure questo derby ha qualcosa di diverso, perché è da tempo immemore che la sfida si preannuncia così equilibrata. Se la differenza tecnica tra le due squadre ha ultimamente ‘costretto’ il Toro a puntare principalmente sull’aspetto mentale, quest’anno la musica cambia. La maggior qualità dei bianconeri rimane, ma il gap viene colmato da un altro aspetto: i granata arriveranno allo Juventus Stadium da miglior difesa della Serie A del 2019 e dovranno affrontare l’attacco più prolifico della massima serie italiana (a parimerito con quello dell’Atalanta).

Operazione Allianz Stadium

In avanti la Juventus d’altronde presenta una serie di scelte dall’altissimo indice di pericolosità e non solo. I pericoli possono arrivare da qualsiasi settore del campo: Pjanic, Cuadrado, Cancelo e Spinazzola sono giocatori che con le loro qualità posso fare male in qualsiasi momento. Il Torino, dunque, dovrà confermarsi una squadra molto attenta in difesa se vorrà portare a casa il 16° clean sheet stagionale. Inoltre i bianconeri hanno dimostrato che, dal punto di vista della forma fisica, stanno ancora bene (nonostante le difficoltà mostrate in Champions contro l’Ajax), e per questo sarà una partita che dovrà essere giocata fino all’ultimo secondo dal Torino con grande intensità, così come fatto contro il Milan.

Proprio la vittoria contro i rossoneri potrebbe essere stato un trampolino per le motivazioni dei ragazzi di Mazzarri. Il successo contro la squadra di Gattuso è stata l’ennesimo dimostrazione, in questo 2019, che il Toro se la può giocare con chiunque. In passato il Toro affrontava le big del campionato con troppa paura, mentre ora i granata giocano senza timori reverenziali e a confermarlo è stato lo stesso Mazzarri dopo la vittoria con il Milan: “Tempo fa quando giocavamo con Milan o Inter c’era sudditanza, adesso invece ce la giochiamo alla pari con tutti” (QUI l’intervista completa). Un aspetto da tenere in considerazione, perché vuol dire una sola cosa: il Torino andrà all’Allianz Stadium per giocarsi una fetta importantissima di Europa.

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. malva - 4 mesi fa

    secondo me c è l’entusiasmo giusto per fare qualcosa di straordinario..tipo asfaltarli, loro e il loro stadio, senza che ci regalino niente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. BACIGALUPO1967 - 4 mesi fa

    #SPACCHIAMO il culo a sti stronzi.
    Fvcg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Cecio - 4 mesi fa

    Aggiungo anche che è il più importante per noi, ma a loro frega poco come spesso è successo negli ultimi anni. Speriamo che la prendano sotto gamba

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Nemo - 4 mesi fa

      Io penso che a loro interessi sempre… in fondo vorrebbero essere l’unica squadra di Torino… non la prenderanno sottogamba di certo e spero solo che, se dovesse succedere come facilmente pronosticabile, dovessimo perdere, visto che probabilmente per la squalifica di Moretti giocherà Bremer, beh spero non si demoralizzino e lottino per i restanti 9 punti…

      Poi non succederà che vinciamo… ma se succede! Vien giù Torino!!
      FVCG!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Madama_granata - 4 mesi fa

      Illuso! Non lo faranno mai!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marchese del Grillo - 4 mesi fa

        E non sarebbe nemmeno bello!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Cecio - 4 mesi fa

    Dopo questo articolo, mi sto toccando con 18 mani…
    Redazione…un po’ di scaramanzia pre-derby no eh?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy