La denuncia di Luca Asvisio: “Ecco l’apartheid calcistico di Wolverhampton”

Focus on / Quella inglese non è stata l’accoglienza che i tifosi del Toro si aspettavano

di Redazione Toro News
asvisio

«Solo tifosi di casa», così recita il cartello all’ingresso del Pub inglese «The George Wallis». E’ questa l’ospitalità ricevuta dai granata in trasferta a Wolverhampton nelle ultime ore. Tanto che cinque tifosi italiani, nel tentativo di ordinare un’aranciata, sono stati avvicinati dal titolare del locale con le seguenti parole: «Scusate, ma serviamo solo tifosi dei Wolves». Quello che inizialmente sembrava essere uno scherzo, è emerso che in realtà non lo fosse: i gestori del locale avrebbero servito solo i clienti della propria tifoseria. «Così è andata e la storia non è finita», ha denunciato Luca Asvisio, presidente dell’ordine dei commercialisti di Torino e presidente della Fondazione Filadelfia, in questi giorni in trasferta con suo figlio e degli amici.  Non volendo attaccare briga con i gestori del pub, il gruppo ha infine lasciato il locale: «Veramente volevamo ordinare un’aranciata, siamo andati in un locale di fronte e finalmente ci hanno servito».

Lo ha scritto oggi il Corriere Torino nel riportare la denuncia di Luca Asvisio. E come se la prima parte del racconto non fosse abbastanza, va aggiunto che quello al “The George Wallis” era destinato a non rimanere un caso isolato. Una volta giunti all’albergo il gruppo di tifosi granata ha infatti trovato la seconda spiacevole sorpresa della serata: «Un cartello, scritto in italiano precario, che indicava quattro-bar-quattro riservati ai tifosi italiani.  Gli unici dove pare non corrano rischi. Bella ospitalità, bella sportività: mi pare si possa parlare di apartheid calcistico».

53 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. prawn - 1 anno fa

    Vabbe’ da queste cose si vede che non siamo piu’ abituati ad andare all’estero

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Nero77 - 1 anno fa

    Questa è la famosa superiorità culturale british!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. GlennGould - 1 anno fa

    Turin@ scusa ma a mio parere dipingi gli inglesi, in questo senso, dandogli più di quanto meritino.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. turin - 1 anno fa

      può darsi tu abbia ragione, glenn, ci mancherebbe. in realtà volevo solo dire che purtroppo ci sono persone che spesso dimenticano come il calcio sia uno sport, e usano toni e fanno cose non giustificabili quando si parla di sport. questo in Inghilterra e altrove. poi, lavorando da trent’anni anche in Inghilterra, giudico la mia esperienza con gli inglesi positiva. ma è solo la mia esperienza e quella degli italiani amici che vivono e operano a londra. mi rendo conto da solo che la mia è un campione statistico troppo piccolo per poter affermare essere una rappresentazione del vero. daniele ha perso l’anima, per esempio, ha dato qualche particolare in più diverso. ma sono solo curiosità, perché stasera non è uno scontro tra civiltà inglese e quella italiana, è semplicemente una partita di calcio. ed io, e sono sciuro anche tu, perderai la voce davanti alla tv per incitare i nostri ragazzi. come ho detto in altri post, io ci credo. è stato un piacere, glenn

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. turin - 1 anno fa

        scusa, glenn. scrivendo veloce, mentre sto facendo altre cose, non mi sono reso conto di aver fatto 2/3 strafalcioni nello scrivere. spero il senso si comprenda comunque. un saluto e forza toro

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ddavide69 - 1 anno fa

    Motivo in più per affindarli. Nin abbiamo nulla da perdere ormai. Forza ragazzi dateci una soddisfazione almeno voi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. kit_avviv - 1 anno fa

    Wolvexit

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Torello di Romagna - 1 anno fa

    Non c’è da stupirsi …. Wolverhampton è stata votata come la città più brutta d’Europa e quindi non potrebbe che avere altro che gli abitanti più incivili e maleducati d’Europa oltre che altezzosi come gran parte degli inglesi in generale

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ottone.gianluc_2250422 - 1 anno fa

      Wolverhampton è sicuramente una brutta città nel cuore della Black Country post-industriale abitata ormai da tempo in larga maggioranza da arabi, pakistani/indiani e neri delle indie occidentali. Gli abitanti originari ormai si sono trasferiti nei paesi circostanti più tranquilli e piacevoli o a Birmingham. Come in molte altre realtà inglesi i vecchi abitanti tornano a Wolverhampton solo per il match per poi fare ritorno alle loro residenze attuali. Lo stesso acacde a Luton o a West Ham o in tanti altri posti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. ottone.gianluc_2250422 - 1 anno fa

    Perdonate, ma forse non sapete che in UK da almeno 20 anni i locali pubblici della città in cui si svolgono partite NON accettano tifosi ospiti ai quali vengono riservati dalle autorità 2/3 pubs specifici. Il cartello NO COLOURS o NO AWAY COLOURS si legge sulla porta di qualsiasi pub nelle ore precedenti il match. E’ un modo per evitare che le tifoserie si mescolino e possano succedere casini cosa che accadeva regolarmente negli anni 70 e 80. Vi sono città che hanno alcuni bar o pubs che accettano entrambe le tifoserie ma questo avviene soprattutto nelle dvisioni minori. Quindi prima di sparare paroloni come Apartheid o sentenze sui Wulfrunians (gli abitanti di Wolverhampton) magari, prima di andare in trasferta all’estero informarsi minimamente su usi e costumi, diritti e doveri come si fa quando si va in vacanza…O no???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. palmiro - 1 anno fa

      In effetti all’estero sono molto più preparati di noi alle trasferte. E’ per questo che troviamo spesso degli hooligans nella fontana di Trevi che fanno abluzioni intime tra una scorreggia e l’altra e guai a disturbarli! Non facciamoci conoscere per essere un popolo inospitale!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 1 anno fa

      E quindi andrebbe tollerato questo? Quindi ai tifosi dei wolverhampton quando sono venuti qui andavano ghettizzati in qualche cantina dietro stazione dora?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 anno fa

      @Ottone.
      Ti ringrazio per averci indicato come si viaggia all’estero quando si va a guardare una partita.
      Ma da come la racconti tu pare che a Wolwerhampton piuttosto che a Leeds siano così civili, eleganti e premurosi da dividere le tifoserie in modo da non avere tafferugli e per nessun altro motivo.. Non prendi neanche in considerazione che non ci vogliono tra i piedi e basta.. E Dimentichi che sono “loro “ quelli che innescano i tafferugli. Sono “loro” che bevono fino a sputare l’anima diventando animali soprattutto poi quando vengono in Italia (vedi il devasto alla fontana di Roma degli olandesi ma anche quello che hanno fatto i tifosi del Liverpool a Napoli etc ..)
      Noi dovremmo imparare tante buone abitudini dagli inglesi, come lavarsi le mani prima e dopo aver pisciato; dovremmo imparare a non fare sceneggiate in area di rigore, a unirci schierati tra noi tifosi della stessa squadra, e tra categorie di lavoratori. Dovremmo imparare da loro a fare una musica migliore e a scrivere romanzi decenti.
      Forse dobbiamo imparare da loro anche come si fa la guerra.
      Ma non dobbiamo imparare da loro di certo lo stile nè l’ospitalità. Ne tanto meno l’umiltà.
      Ho lavorato in UK sei anni e pur avendo base nella city giravo per lavoro a Manchester, Birmingham. Liverpool, Leeds, Newcastle, Durham etc.
      Alcune città molto belle e caratteristiche. Ma ti assicuro che la maggior parte, l’inglese non di Londra medio, sono più arretrati del più ignorante campagnolo Veneto, del più inospitale bovaro di Carrù e del più inurbano calabrese della Sila trapiantato in città negli anni 50 con la valigia di cartone. messi insieme. Il venerdì alle 19 sono già tutti ubriachi. Uomini, donne. Operai, ragazzi. Manager, disoccupati. Tutti patibolari e inospitali. E quando sono in vacanza nelle coste del Portogallo non mi pare siano questi grandi viaggiatori che sanno adattarsi e conoscere le usanze dei luoghi. Ma impongono le loro (per lo più barbare) maniere. Lo hanno sempre fatto.

      Scusa la tirata ma non accetto volentieri una lezione di vita dagli inglesi contemporanei. Malgrado questa piccola Italia

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 anno fa

      P. S
      E poi ti sembra che un commercialista torinese con quella faccia lì e figlio al seguito possano innescare una rissa contro i tifosi dei Wolves entrando al pub ?!
      Non sarà il contrario ?
      Non saranno loro le bestie inospitali ?

      Sono stato a Bilbao invece e chi c’era può assicurarti che invece li siamo potuti entrare in qualsiasi locale della città con tifosi del Bilbao all’interno e nessuno ci disse nulla. Anzi “, i barman e le cameriere erano gentilissimi e sorridenti.
      La civiltà non si trova nelle Midlands

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. turin - 1 anno fa

    usare la parola apartheid mi sembra una vera idiozia, ma il fatto non mi sorprende, sarebbe potuto accadere in qualsiasi luogo dell’europa. C’è gente che ormai vive il tifoso della squadra avversaria come il nemico, come uno da evitare. L’Italia non è diversa, quindi smettiamola con tutti i luoghi comuni sull’inghilterra. Vivo parte del mio tempo a londra dal 1987, e nessuno si è mai rifiutato di darmi qualcosa perché sono italiano. sia a londra come nel resto dell’inghilterra. poi i razzisti e i luogocomunisti si trovano ovunque, e può capitare di trovarli anche nella perfida albione. ma questo è un altro discorso.il calcio, purtroppo, da molto tempo è diventato catalizzatore del peggio dell’animo umano. in Inghilterra, come in italia come in francia, come in tutta europa. comunque, stasera, vediamo di tirargli un brutto tiro agl’inglesi. io ci credo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GlennGould - 1 anno fa

      Guarda che a Torino non esiste pub o ristorante che non faccia entrare i tifosi inglesi in trasferta.
      Quindi, di cosa stai parlando?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. GlennGould - 1 anno fa

        E lasciamo perdere i bar degli ultras tipo lo Sweet, che non c’entrano nulla con questo discorso.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. turin - 1 anno fa

        e chi ha detto che in italia, o a torino, esiste un pub o ristorante dove non fanno entrare i tifosi inglesi o altri tipo di tifosi? non lo so io e non lo puoi sapere neanche tu, perché non monitori tutta la penisola italiana. Io ho parlato di un certo malcostume che ormai esiste in tutta la tifoseria del calcio, che è diventato catalizzatore di molti sfoghi repressi nel quotidiano. puoi essere d’accordo o non d’accordo, ma questo è quel che volevo dire, e non quello che hai vouto farmi dire tu

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granata - 1 anno fa

          Abbiamo, noi italiani, una costituzione scritta che impedisce discriminazioni di qualsiasi tipo e genere. I divieti per ordine pubblico imposti emanati da sempre in Italia, MAI sono stati fatti per colpire una categoria. Se si vieta l’alcool lo si vieta per tutti da un orario ad un altro. Un esercizio pubblico, non può vietare ingresso a nessuno che si possa identificare in una specie o categoria.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-14241286 - 1 anno fa

    ma lasciamo stare l’apartheid va. è campanilismo ridicolo e provinciale e solo di quello si tratta . del resto è pur sempre il paese del no deal.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Jeremy69 - 1 anno fa

    Non mi risulta che allo Sweet servano da bere ai tifosi avversari, se vi han detto di andare via e non vi han preso a schiaffi, vi hanno ancora fatto un favore…
    Ma poi apartheid?
    Davvero stai paragonando un’aranciata negata in un bar a un CRIMINE CONTRO L’UMANITÀ???
    Asvisio, fate furb badola, e vai avanti col Filadelfia, il Museo, la foresteria, la sede e il resto che siamo indietro da pazzi!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 1 anno fa

      Allo sweet? A Torino l unico bar è lo sweet? A Torino in tutti i bar puoi andare a berti un aranciata e non importa per chi tifi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. bergen - 1 anno fa

    D’altronde sono lupi delle Midlands.

    Vivono in un posto di m…a, hanno vinto l’ultimo trofeo negli anni ’50 e se sono vivi devono dire grazie a un padrone cinese.

    Voi sareste più socievoli?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 1 anno fa

      Non tutti possono avere la fortuna di avere un patron come Cairo e il suo palmares di vittorie

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 anno fa

      In gran parte condivido quello che hai scritto …però non mi risulta che giovedì scorso a Torino ai loro tifosi sia stato negato di entrare nei nostri bar.
      Questione di fanatismo e di ego oltre ogni misura.

      Ho citato Londra, ma Londra non è l’Inghilterra (infatti li la Brexit ha perso )
      mentre l’inglese tipo è rozzo, violento, beone, ignorante e razzista.
      Poi ci siamo noi italiani che abbiamo altri difetti, ma questa è un’altra storia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bergen - 1 anno fa

        Il tifoso del Toro ha un’anima grande.

        Perché essere del Toro, come diceva Don Aldo, é da pazzi. Eppure …

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. uiltucs.pesar_12159015 - 1 anno fa

    VERGOGNA! Spero in una Giustizia Divina che ci dedichi 2 ore x eliminarli!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BogaBoga - 1 anno fa

      Uiltucs? Il sindacato???
      Non hai lavoratori da tutelare invece di scrivere sui blog?
      La Giustizia Divina invocala sul mondo del lavoro che è meglio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Ardi - 1 anno fa

    Battiamo ste merxe

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. BogaBoga - 1 anno fa

    Asvisio, con tutti i soldi che hai ordini un’aranciata?
    Ordina champagne, vedrai che ti servono

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Me grand turin - 1 anno fa

    Eppure vorrei tanto essere là stasera.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Policano - 1 anno fa

    Li invadessero cinesi… Ridicoli inglesi…. Cinesi dittatori, chiedere ai tibetani

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. palmiro - 1 anno fa

    Se scrivessi io un articolo di questo genere non so quanto TN sarebbe disposto a pubblicarmelo.
    La frase di circostanza sarebbe: “La giustizia, caro, non è di questa terra, con l’età che hai non lo hai ancora capito?”. Comunque…Eh sì, lo so, il “contatto diretto con la durezza del vivere” di Schioppana memoria, è una brutta esperienza…Chi è abituato a frequentare certi ambienti, in qualità di figlio del “fogno europeo”, trova poi difficile affrontare i comuni retroterra che i figliastri di questo “fogno” affrontano quotidianamente sia in Patria (con l’autorazzismo indotto) che oltre confine (ma ci sarà ancora poi sto confine?) con il razzismo di conseguenza.
    C’è chi da figlio si trova a suo agio in questo “fogno europeo” perché papino ci ha pensato per tempo e chi da figliastro, per spirito di emulazione, si trova a pulire un cesso in uno Starbucks di Londra o Berlino raccontandosi che “la europa” lo ama e che miccugginoallaBMW iniziando dal cesso è diventato AD ecc..ecc…Intanto il cesso è sempre lì.
    La realtà è il più abile dei nemici. Lancia i suoi attacchi contro quel punto del nostro cuore dove non ce li aspettavamo e dove non avevamo preparato difese. (Marcel Proust) e dove, aggiungo io, i soldi del gruppo De Benedetti e delle sue cordate di comitati d’affare non contano un benamato cazzo…

    ps.Gli olandesi del Feyenoord, che hanno devastato la Barcaccia invece sono tutti a piede libero (oppure li hanno assolti tutti e gli hanno fatto anche l’applauso?)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. bertu62 - 1 anno fa

    Concordo con chi sostiene la tesi del “popolo strano”: tanto per dire, quando c’è la nebbia sulla Manica, quella fitta fitta che non ti fa vedere nulla al di là del Tuo naso, dicono:” Nebbia sulla Manica, Continente bloccato”, tanto è grande il Loro EGO che pur stando su di un isola considerano IL RESTO DEL MONDO “bloccato” da Loro E NON il contrario come è giusto che sia….
    Certo non si deve commettere l’errore di generalizzare, non tutti gli Inglesi sono così però…. Però “strani” sì 🙂 ….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. okami - 1 anno fa

    non proprio ospitali , sembrerebbe

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. mavri - 1 anno fa

    Mi sono perso il momento in cui per essere un vero tifoso del Toro devi lamentarti assolutamente di tutto. Ci saranno 100 bar li e devi rompere il cazzo nell´unico in cui servono solo tifosi locali (che é diverso da non servire tifosi del Toro) e poi correre a piagnucolare sul web perché oltretutto sei ignorante e non sai leggere…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bertu62 - 1 anno fa

      Fratello, Ti sei perso BEN ALTRO, dammi retta 🙂 !!….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Policano - 1 anno fa

      Che cazzo dici mavri?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. mavri - 1 anno fa

        Dico che sono stanco ed annoiato di vedere tante lamentele e poco tifo in qualunque articolo. La prioritá dovrebbe essere tifare Toro quasi a priori ed invece leggo solo congetture e frustrazione per quello che dovrebbe essere, dovrebbero fare, etc

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Giox78 - 1 anno fa

    Stessi valori dei gobbi, potrebbero gemellarsi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. christian85 - 1 anno fa

    Poche chiacchiere.
    Onore ai fratelli giunti in terra inglese a sostenere il nostro Toro, ma qui conta soltanto vincere e incornarli. Tutto il resto non interessa.

    Forza ragazzi, credete nei vostri mezzi!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. christian85 - 1 anno fa

    Poche chiacchiere.
    Onore ai fratelli giunti in terra inglese a sostenere il nostro Toro, ma qui conta soltanto vincere e incornarli. Tutto il resto non interessa.

    Forza ragazzi, credete nei vostri mezzi!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Mimmo75 - 1 anno fa

    Eviterei di utilizzare termini come “apartheid” per questionucce del genere. Sicuramente un tentativo per nulla elegante e assolutamente deprecabile di evitare scaramucce tra tifoserie contrapposte. Brutta caduta di stile ma l’apartheid è qualcosa di ben più serio e grave.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. FS84 - 1 anno fa

    Non avete capito, in un pub inglese si puó solo ordinare birra, non analcolici, l’errore é stato lí… 🙂 Scherzi (ma neanche troppo a parte) parlo da uno che ha vissuto 5 anni in Inghilterra e non c’é da stupirsi, é un “popolo” che si ritiene superiore (in nome di cosa non si sa) a tutti gli altri del mondo tranne quelli che gravitano nel Commonwealth o ex colonie britanniche (Stati Uniti)… Non a caso hanno votato per la Brexit, quindi diamogliela noi la vera Brexit… STASERA… FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. BogaBoga - 1 anno fa

    Non sono certo una capitale del calcio, tantomeno del tifo.
    Città di 200 mila abitanti dispersa nel nulla delle Midlands.
    C’era da aspettarsi che fossero provinciali.
    L’unico problema è che calcisticamente e come società non siamo al loro livello.
    L’unica nostra cosa degna di stare in Europa a testa alta siamo noi tifosi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PignaL - 1 anno fa

      Ma se è a due passi da Birmingham che ha più di un milione di abitanti 😀

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BogaBoga - 1 anno fa

        Ma non è Birmingham.
        Anche Latina è a due passi da Roma

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. user-13964747 - 1 anno fa

    Vinciamo la brexit farà il resto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. maxx72 - 1 anno fa

    Che bell’ambientino…mi è proprio venuta voglia di passare le vacanze di Natale nella ridente città di Wolwerhampton! Ps non so se si scrive cosi…va bene lo stesso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. FORZA TORO - 1 anno fa

    Idioti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. DenisLaw - 1 anno fa

    Vabbe’ vinciamo e tutti zitti a casa. l’unica arma che abbiamo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 anno fa

    Si ergono a popolo civile ma sono fondamentalmente rozzi e ignoranti.
    Spero non ci siano tafferugli e di ripagarli con la moneta della nostra vittoria e passaggio del turno.
    Non possiamo sempre prenderla inculo noi.
    Grande voglia di vendetta, di rivalsa, di zittire un po’ di gufi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 1 anno fa

      vivendo in UK posso confermo. Wolverhampton e’ proprio un posto squallido

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy