La probabile formazione del Torino: Baselli e Berenguer a sostegno di Zaza

La probabile formazione del Torino: Baselli e Berenguer a sostegno di Zaza

Verso il match / Assente Belotti, in attacco andrà l’ex Valencia

di Andrea Marchello, @AndreaMarchell0
GettyImages-1135261941-min

Il Toro affronterà il Cagliari domani alle 12:30 all’Olimpico ‘Grande Torino’ in una gara importante per raccogliere punti validi per la corsa all’Europa. Mazzarri dovrà fare i conti con alcune defezioni, prima fra tutte quella di Belotti in attacco.

Non è sicuro di un posto da titolare Aina, che, tornato dalla squalifica, è reduce da un periodo in cui non si è allenato regolarmente per via di un problema agli addominali: può partire dalla panchina. Al suo posto partirebbe De Silvestri. In difesa, Moretti è favorito su Djidji. A centrocampo, si rinnova il ballottaggio tra Meité e Lukic, con il primo in vantaggio rispetto al secondo, malgrado il tecnico dei granata stia ancora valutando quale scelta tattica prendere in questo senso: scioglierà le riserve solo nell’ultima riunione tecnica, e non sono escluse sorprese.

Mazzarri pre Torino-Cagliari: “Senza Belotti un altro Toro”. E su Damascan e Rauti…

Squalificato Belotti, occasione dal 1′ in attacco per Zaza con a sostegno Berenguer e Baselli. Mazzarri sarebbe quindi orientato a schierare lo stesso 11 visto contro Sampdoria e Parma, con l’unico cambio -forzato- in attacco.

LA PROBABILE FORMAZIONE DEL TORINO

TORINO (3-4-2-1): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Moretti; De Silvestri, Rincon, Meitè, Ansaldi; Baselli, Berenguer; Zaza

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Granata69 - 8 mesi fa

    Faccio presente che ieri allegri ha fatto giocare i primavera ed ha perso la partita. La facilità con cui il giocatore della Spal ha tolto palla al centrocampista juventino davanti all’area nel secondo gol fà capire molto bene che differenza ci sia tra le due categorie.
    Detto questo io preferivo Parigini in campo oggi,vediamo cosa succede.
    E appunto perché molto più pronto fisicamente, mi sarei portato via Rauti oltre a Damascan.
    Purtroppo ci tocca Zaza, speriamo batta la capa al primo minuto e improvvisamente inizi a giocare a calcio, cosa che non ha mai fatto quest’anno …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. DavideGranata - 8 mesi fa

      Caro Granata69, credo che non ci siano termini di paragone tra la sconfitta delle merde contro la Spal e il fatto che i nostri Ragazzi vengano tenuti sistematicamente in panchina o mai convocati.

      Ieri lo scopo delle merde era uno solo: far vincere la Spal come merce di scambio da utilizzare in futuro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata69 - 8 mesi fa

        La formazione della Juve di ieri fa storcere il naso alle rivali,ma anche quando si parla di “biscotyo”in occasione della terza partita dei gironi eliminatori di mondiali, europei od altro, la mia risposta è sempre la stessa,le rivali hanno avuto tutte le partite precedenti per non trovarsi in certe situazioni… la Spal ha affrontato la Juve adesso,meglio per loro.
        Mi interessa la partita e il campo ha fatto vedere chiaramente la differenza di preparazione tra prima squadra e primavera e quindi non ci resta che affidarci a chi è più preparato di noi. Poi schierare un attaccante è più facile e sicuramente meno rischioso ,male che vada non segna. Per difensori e centrocampisti è molto più delicato l’inserimento.
        Parigini non lo vedo più come un giovane da lanciare e mi sembra che rispetto agli anni passati , serie b inclusa, non ha mai avuto così tanto spazio e considerazione da un allenatore… poteva averne di più sicuramente, come poteva sfruttare meglio anche lui qualche occasione avuta…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Madama_granata - 8 mesi fa

    In risposta ai co-tifosi che non condividono il mio pensiero, secondo cui Mazzarri predilige, non so perché, i giocatori stranieri.
    Berenguer anche con il Parma ha fatto ben poco di buono e ha giocato l’intera partita.
    Parigini in mezz’ora ha fatto una splendida azione.
    Presa palla davanti Sirigu, si è fatto di gran corsa tutto il campo da solo, seminando e dribblando gli avversari, fino a giungere davanti al portiete parmense.
    Qui (fretta? Ingenuità? Desiderio di strafare? Egoismo? Non ha visto il compagno meglio postato? Non si sa!) ha tirato in porta.
    Non sopra la traversa o a lato, ma nello specchio della porta, e il portiere avversario ha parato quel tiro abbastanza facile.
    Insufficienza e critiche a Parigini. Hanno persino detto che non vale la “serie A”.
    Ditemi: quanti altri nostri giocatori hanno recentemente fatto azioni simili?
    Forse Belotti? Nessun altro. Berenguer ha giocato molto, ma molto di più di Parigini: quante azioni simili ha fatto?
    Quanti gol ha fatto Berenguer, e quanti ne ha sciupati sbagliando puntualmente l’ultimo passaggio?
    Quanto è forte e solido Parigini? Quanto “leggero” Berenguer, che raramente vince un contrasto?
    Eppure, in emergenza, il posto per Berenguer c’è, quello x Parigini, no!
    Hanno forse ragione i co-tifosi che affermano che gli stranieri, profumatamente pagati, giocano non perché hanno più meriti, ma perché non devono “svalutarsi”?
    Damascan e Singo in prima squadra!
    Ma se non si sono mostrati all’altezza di giocare neppure nella Primavera!
    Primavera che, fuori Millico, si regge su Gemello, Rauti e Petrungaro, Gilli e Ferigra e Khone e De Angelis, ma non su Damascan e, se non migliora,non su Singo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 8 mesi fa

      La tua è proprio una crociata! Ma hai ragione su molti punti. Sappi che in un modo o nell’altro la risposta risiede sempre nel danaro è nelle logiche, spesso illogiche o sballate, di mercato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. DavideGranata - 8 mesi fa

        Caro Marchese, sui Ragazzi del vivaio rispetto ai bidoni acquistati all’estero la Madama ha ragione da vendere e da buttare via.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Madama_granata - 8 mesi fa

        Scusatemi se, come già in molti mi hanno detto, rompo l’anima e insisto a difendere i nostri giovani, ma per me questi sono i veri “Cuori Granata”, quelli che hanno e danno qualcosa in più, perchè col Toro e nel Toro sono cresciuti, e per il Toro fanno il tifo.
        Giusto anteporre loro dei campioni, uomini da cui hanno molto da imparare: parlo di calciatori come Nkoulou, Rincon o Falque.
        Sbagliato, sempre a mio avviso, acquistare a suon di milioni bravi ragazzi sicuramente, ma ragazzi che, calcisticamente parlando, sono a livello dei nostri Primavera, se non peggio. O, in prima squadra,a livello di altri nostri atleti già inseriti in squadra.
        Immancabilmente i nuovi arrivati passano davanti ai nostri. Gli uni, se sbagliano, sono fuori squadra, gli altri vanno capiti, e bisogna insistere e dare loro altre possibilità.
        Questa è un’ingiustia e io mi sono calata nei panni di “Don Chisciotte”: lotto contro i mulini a vento!

        Grazie a tutti voi che avete la bontà di leggermi e di rispondermi: abbiamo pareri diversi e modi diversi, ma siamo tutti sulla stessa “barca” e lottiamo tutti per un unico “amore”: IL TORO!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. DavideGranata - 8 mesi fa

      E’ proprio così, Madama.

      In questa crociata io la sosterrò sempre, perchè il primo ad imporre di far giocare i bidonistranieri che ha acquistato, al fine di non svalutarli per poter poi recuperare i quattrini con firo di interessi è il gelataio mandrogno editore di Masio.

      Le convocazioni di due bidoni come Damascan e Singo sono vergognose.

      …e i nostri Ragazzi marciscono in panchina o vengono pubblicamenti presi per il culo con le dichiarazioni all’acqua di rose del ca-ciucco analfabeta di Livorno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Grizzly - 8 mesi fa

      Cara Madama io rispetto la tua opinione, ma non sei imparziale quando si parla di Parigini e Berenguer, riporto la tua frase “Presa palla davanti Sirigu, si è fatto di gran corsa tutto il campo da solo, seminando e dribblando gli avversari, fino a giungere davanti al portiete parmense.”…. Parigini ha recuperato una pallaccia persa dal Parma per correre e basta, ha buttato palla in avanti e ha sfruttato il fatto di essere più fresco, ha poi fatto un tiro senza nessuna logica che per me da un calciatore di serie A è un abominio. Berenguer non ci farà andare in Champions di sicuro, ma tra i due c’è una bella differenza, se non la riesci a vedere è perchè sei prevenuta, riguardati la partita con la Sampdoria.
      La verità è che ci mancano giocatori che facciano realmente la differenza, ma con quelli che abbiamo le scelte di Mazzarri sono più che logiche.

      Ad oggi nessuno del nostro vivaio è in grado di giocare nelle prime 6 squadre in serie A e lo si vede anche con Edera, Orsolini è 2 spanne più forte e hanno la stessa età.

      Di Millico non possiamo ancora parlare perchè non ha ancora giocato, sugli altri primavera io sarei molto cauto nel farsi prendere da facili entusiasmi, le differenze con la prima squadra sono troppe.

      Io sono convinto che se si vuole costruire una settore giovanile veramente forte si debbano scovare i talenti non solo a Torino e periferia, ma in tutto il mondo come fa il Barcellona (vedi Messi) e farli crescere.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-14251859 - 8 mesi fa

    doppietta Zaza…….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13722867 - 8 mesi fa

    Si gioca in 10 di nuovo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. DavideGranata - 8 mesi fa

    Che meraviglia…che sontuosità…che perla rara…!!!

    Devo guardare sul sito della Sisal le quote sui minuti del primo tempo in cui rimedierà la prima ammonizione e le quote per il numero di manate in faccia che darà agli avversari sino a che resterà in campo…!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy