La probabile formazione del Torino: verso il ritorno del 3-5-2 con Lukic e Berenguer

La probabile formazione del Torino: verso il ritorno del 3-5-2 con Lukic e Berenguer

Probabile formazione / Mazzarri dovrebbe optare per la scelta più conservativa, con Berenguer e Belotti a guidare l’attacco

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Il Torino si sta preparando a scendere in campo contro il Milan: la sfida comincerà domani sera alle ore 20:30, allo stadio Olimpico Grande Torino, con i granata che cercheranno di sconfiggere i rossoneri e portarsi così in piena lotta per la Champions League. Mazzarri cerca la formazione migliore da mandare in campo e va verso una scelta più conservativa con l’uso del 3-5-2 dopo diversi incontri affrontati con il 3-4-2-1, anche per la mancanza di scelte sulla trequarti.

Nessun problema per Salvatore Sirigu, che cercherà di replicare la strepitosa prestazione di Genova. Davanti al sardo, ci dovrebbe essere la difesa titolare, composta da Armando Izzo, Nicolas Nkoulou ed Emliano Moretti, a causa della defezione di Djidji, operato al menisco questa settimana.

In mezzo al campo dovrebbe esserci la conferma per Soualiho Meité e Tomas Rincon, che condivideranno la mediana con Sasa Lukic, che sostituirà Daniele Baselli squalificato. Ai lati dovrebbero esserci Ola Aina, favorito su Lorenzo De Silvestri, insieme a Cristian Ansaldi, che ha deciso con un suo gol la trasferta di Genova. I due hanno il vantaggio di poter essere invertiti a seconda delle situazioni potendo giocare su entrambe le fasce.

Infine, l’attacco, privo ancora di Iago Falque dal primo minuto, ma che ha visto il ritorno dello spagnolo in panchina insieme all’altro infortunato Vincenzo Millico, dovrebbe essere guidato dal capitano Andrea Belotti (oggi molto acclamato davanti all’hotel del prepartita) e da Alex Berenguer: per lo spagnolo è una chance davvero importante

DI SEGUITO LA PROBABILE FORMAZIONE DEL TORINO:

TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Moretti; Aina, Meité, Rincon, Lukic, Ansaldi; Berenguer, Belotti. All: Mazzarri

22 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. DavideGranata - 6 mesi fa

    Fa sempre piacere leggere che i soliti “spalamerda” sui Giovani e sul Vivaio continuino a denigrare chi non la pensa come loro a proposito di certi elementi (evito di far nomi, così almeno nessuno puà obiettare su “questo o quello”).

    Sostenere la squadra, chiunque siano gli “interpreti” scelti dall’allenatore in ogni partita è sacrosanto, ma paragonare per alcuni giocatori le partite da loro giocate (pressochè intere), le molteplici opportunità avute, spesso non meritate affatto, per non dire altro, con altri giocatori che, praticamente in una stagione intera, per i minuti in cui sono stati impiegati, avranno giocato si e non 3 partite (su 38 partite totali) se non di meno, essendo continuamente tenuti in panchina ed abbandonati al loro destino, tanto da dover “cambiare aria”, beh questo paragone non lo ammetto perchp privo di senso.

    Chi, poi, non ammette che le priorità di impiego in squadra vengono sempre date a quei giocatori acquistati dalla società all’estero per svariati milioni, proprio per cercare di “metterli in mostra” e di rinvenderli in plusvalenza, evitando così una eventuale loro perdita di valore, a tutto discapito dei Giovani del Vivaio, che praticamente hanno costo zero, avendo fatto tutta la “trafila”, dimostra di essere in totale malafede e prevenuto negativamente verso i Giovani medesimi.

    Che poi Mazzarri non abbia a cuore lo sviluppo, la crescita e la maturazione del Vivaio e che si limiti a convocare qualche Giovane promettente, tessendone le lodi in conferenza stampa, salvo poi farlo accomodare perennemente in panchina o farlo esordire durante l’ultimo giro di orologio di un incontro, togliendolo così alla Primavera e agli importantissimi obiettivi sportivi da perseguire della medesima, beh lo sanno anche i sassi.

    In ogni caso, non basta sostenere sempre e comunque la squadra, partita per partita per essere un Vero Tifoso del Toro.

    Occorrerebbe fare altrettanto per il Vivaio e per i giovani, in primis rispettandoli e non definendoli dei bidoni tutte le volte che fanno qualche errore (mentre invece quelli degli altri “fenomeni stranieri” vengono valutati in maniera molto “soft”), in secundis chiedendo un loro impiego più razionale e continuo in prima squadra, dando loro le giustte opprtunità, proprio al fine di farli crescere, maturare e, chissà, scoprire il campione che è in loro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 6 mesi fa

      Bravo, tutto guisto! Condivido totalmente!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Madama_granata - 6 mesi fa

    Risposta a “SIMONE”, e a chi la pensa come lui.

    Per chi a voglia di leggere,
    non voglio far polemiche o crearmi “nemici”: solo chiarire come la penso.

    Da sempre dico e ripeto che per me la nostra squadra è composta da bigs, da giovani promesse e da alcuni bravi “operai ” del calcio.
    Nei campioni ho sempre annoverato Moretti, Belotti, Sirigu, Izzo, Baselli, e, mi spiace x te, Nkoulou, Rincon, Falque.
    Anche nel mio primo commento, tanto contestato, auspico il rientro di Falque al più presto!
    Mi sbaglio io, o hai dimenticato che Falque è spagnolo al pari di Berenguer?
    A commento di un altro articolo, proprio di ieri, parlo positivamente di Aina e della sua permanenza al Toro: trattasi di giocatore italiano?
    Tuttavia ripeto che sosterrò sempre la causa di giocatori giovani ed italiani, specie se provenienti dal nostro vivaio
    (ma anche di Ferigra e Kone, perché li reputo bravi!).
    Adesso: o cancelliamo le nazionalità e gli Stati, ma questo sarebbe ben altro discorso, o credo sia giusto avere un’identità nazionale anche nel calcio.
    A squadre con soli stranieri, che pasticciano x rendere italiani e comunitari giocatori che tali non sono, non riesco a dare un’identità italiana, non le tifo e non mi piacciono.
    La nostra Nazionale è “italiana” e le nostre squadre o i nostri atleti di tutti gli sport partecipano e giocano con scritto ITA, e giocano e vincono al suono dell’Inno di Mameli.
    Chi non tifa Goggia o Paris, Nibali o Viviani, Fognini o adesso Sonego, nostro orgoglio
    proprio perché Italiani?
    E ieri Thoni o Tomba, Pantani o Coppi, Pietrangeli o Lea Pericoli?
    Anche i nostri giocatori stranieri rivendicano, e giustamente, la loro nazionalità e la loro identità Nazionale, e vanno rispettati x questo!
    Torniamo a noi: invece di sproloquiare sull’onestà intellettuale mia o di qualche altro co-tifoso (ma come ti permetti tu di giudicare? Tu, che non ci conosci neanche!) non potresti semplicemente accettare che per esempio io non riesca a considerare Berenguer un campione?
    Non ho nulla contro la “Persona Berenguer”, ci mancherebbe! Massimo rispetto a lui e a tutti, ripeto a tutti, i nostri atleti, semplicemente non mi piace come gioca a calcio!
    Meglio di Niang e Soriano, di Sadiq e Ajeti, meglio di Giaccherini (che tanto voleva venire da noi. Dopo, però,da disoccupato), meglio di tanti colleghi, ma, secondo me, peggio di tanti altri.
    Sempre solo calcisticamente parlando, sia ben chiaro, ripeto e ribadisco!
    Non è nei miei commenti che potrai scovare INSULTI PERSONALI , MAI, nei confronti di dirigenti, giocatori, co-tifosi.
    Atrove devi rivolgerti, e purtroppo sono (o siete: non lo so!) in tanti ad insultare!
    Io rivendico solo il mio diritto ad esprimere la mia idea, a dissentire, a dare (giusta o sbagliata che sia) una mia valutazione sul gioco dei vari atleti, non sulla loro persona!
    Voglio poter dire che uno non mi piace come gioca, senza sentirmi GIUDICARE NON ONESTA INTELLETTUALMENTE!
    Ed ora, se stasera sarà in campo: forza Berenguer, dimostrami che sei piu bravo di quanto pensavo io!
    Saluti a tutti, buona partita e Forza Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 6 mesi fa

      Hai attaccato praticamente sempre Berenguer probabilmente xké lo vedi come un ostacolo all’accesso in campo di Parigini (cosa che invece io non vedo e se mi leggi sai che più volte ho chiesto che giocasse).
      Per carità può non piacerti e ci sta ma sostenere che l’assist di domenica scorsa sia stato frutto del caso non solo non rende giustizia al giocatore ma è sostanzialmente falso (da qui la mia affermazione sulla mancanza di onestà INTELLETTUALE).
      Attenzione che il “troppo” tifo acceca e non ci fa essere obbiettivi.

      Relativamente a Iago ricordo che avesti da ridire sul fatto che il recupero dall’infortunio lo facesse in Spagna come il polverone che alzasti su Lyanco sul suo recupero in Brasile.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 6 mesi fa

        Pensala come vuoi, tanto nessuno è più sordo di chi non vuole intendere!
        Il paragone Falque/Lyanco è un “arrampicarsi sui vetri”, non regge, e credo lo sappia anche tu.
        Importante, dico, ripeto e ribadisco, è rispettare le idee altrui, senza offendere, fare illazioni ed andare sul personale.
        Io cerco di farlo sempre, e, se sbaglio, mi scuso senza problemi!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Simone - 6 mesi fa

          Infatti io non ti ho mai attaccato per le opinioni che hai. Tra l’altro ho condiviso e condivido tutt’ora con te il desiderio di vedere parigini qualche volta titolare ma se x denigrare un giocatore si racconta qualcosa che non rispecchia la realtà allora mi permetto di farlo notare.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. IlDadoDelToro - 6 mesi fa

    Io tifo Toro e spero che la squadra, con i suoi 14 uomini che scenderanno in campo, sappia vincere la partita con un risultato anche convincente.
    Dopo di che, siamo tutti qui a sfogare un po’ di tensione ed esorcizzare la partita che deve venire, cercando un confronto ed esternando opinioni. Questo per dire: anch’io non capisco Berenguer. Ho guardato due volte Genoa Toro in tv, mentre Toro Samp una allo stadio e una in tv … io non capisco quale gioco esprima il ragazzo, e non so se la colpa sia sua o dell’allenatore.
    Non gli si può chiudere di giocare di spada per via di un fisico che non lo supporta in tal senso. Allora ci si aspetta il fioretto: velocità, dribbling, controllo di palla … beh … vi invito a farci caso, ma il ragazzo non tenta più di saltare l’uomo (ripeto, non so se per colpa sua o del timoniere), da fermo ha sbagliato appoggi facili facili (uno sanguinoso in mezzo al campo verso Rincon che ha innescato il contropiede dei ciclisti), stop sbagliati con conseguente azione sfumata (l’assist nei suoi confronti offerto da Belotti). Sono troppe le volte che su pressione dell’ avversario ha perso palla in maniera troppo leggera. Domani tiferó per tutti i ragazzi che scenderanno in campo ( e sono sicuro che come me farà anche Madama), però, parlando di formazione, Berenguer finora non mi ha convinto. E per chi obietta ” ma chi altro può schierare Mazzarri?” girerei la domanda proprio a chi ha voluto la rosa ristretta … scelta che ci ha castrati, negli ultimi mesi, in tutti e tre i reparti … pazzesco a mio modo di vedere!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 6 mesi fa

      Concordo sicuramente: quelli in campo vanno tifati e sostenuti sempre tutti!
      La mia risposta è finita piú avanti, sotto all’altro suo commento, così come quella con cui ho cercato di spiegarmi con gli altri co-tifosi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. mauro69 - 6 mesi fa

    Il concetto è semplice: se Mazzarri ci porterà in Europa avrà avuto ragione lui con il suo modulo conservativo, altrimenti no.
    In attesa del verdetto del campo, ovviamente io spero che abbia ragione lui, per il bene del Toro. FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. IosonodelToro - 6 mesi fa

    Certo che l’ha stufata, gioca lui invece del suo pupillo Parigini…nelle ultime uscite Berenguer ha fatto un partitone con la samp e l’assist decisivo contro il Genoa, quindi le sue chances le sta bene o male sfruttando. Non è certo un fenomeno ma è più “ordinato” e concreto di Parigini e io (come WM) lo preferisco al prodotto del nostro vivaio. Provi ad incitarlo anche lei invece di scrivere OGNI GIORNO commenti “antipatici” nei suoi confronti e provi a guardare con obiettività le cose: io tifo Toro e non Parigini e spero che domani lo spagnolo replichi la prestazione che ha offerto contro la samp.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 6 mesi fa

      Le garantisco che, se ci fosse in quel ruolo un altro giocatore a mio avviso migliore di Parigini (in lui non vedo certo un campione, ma un discreto calciatore) non mi farei nessuno scrupolo a sostenerlo!
      Tant’è che auspico il rientro di Falque e l’inserimento di Millico.
      Però, come spiega meglio di me “IlDadoDelToro”, Berenguer proprio non mi convince e non ho mai visto grandi prestazioni da parte sua.
      A quanto pare, dai comnenti che spesso leggo, non sono la sola a vederla cosi!
      Anche io tifo Toro, e non Berenguer, e spero che il torinese possa giocare ed aiutare il Toro a vincere!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Mauro_Mo - 6 mesi fa

    cominci ad essere troppo stressante…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 6 mesi fa

      Se si riferisce a me, basta non leggermi e lo “stress” la lascerà in pace!
      Ci vuole così poco..
      Però tutti hanno diritto di esprimere il proprio parere!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Madama_granata - 6 mesi fa

    No,di nuovo Berenguer, no!
    “Per lo spagnolo è un chance davvero importante”, dice l’articolo.
    Ma quante, quante chences ha già avuto fino ad ora Berenguer, e quante Mazzarri ha ancora intenzione di offrirgliene?
    Falque, Millico, Parigini per me vanno tutti bene, ma Berenguer mi ha veramente delusa, e stufata!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 6 mesi fa

      Ma l’assist domenica scorsa chi l’ha fatto?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ALESSANDRO 69 - 6 mesi fa

        E non è stato l’unico…
        Inoltre, Berenguer potrà anche non essere un fenomeno ma non mi sembra che Parigini sia stato così determinante in questa stagione. E non attacchiamoci alla scusa che Mazzarri lo ha utilizzato poco perché comunque le sue chance le ha avute e non ricordo che le abbia sfruttate a dovere. Quanto a Millico, ottimo prospetto ma deve ancora dimostrare tutto…..Falque rientra da un infortunio lungo. Chi dovrebbe fare giocare????

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Simone - 6 mesi fa

          Guarda io nn ho nulla contro parigini e sono anche convinto che meriti talvolta di partire titolare ma non a discapito di Berenguer ma in un modulo più offensivo che Braveheart Mazzarri stenta ad utilizzare.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. IlDadoDelToro - 6 mesi fa

          Perdonami, ma quali chances? Parigini ha giocato titolare due volte! È subentrato qualche volta a partita in corso, ma minuti ne ha giocati davvero pochini. Andrò a cercare le statistiche e mi aggiornerò, ma la mia sensazione non coincide con la tua. Io avrò gli occhi foderati di Toro, ma ho avuto la sensazione che all’ingresso in campo del nostro canterano in un 75/80% delle volte ci sia stata una scossa, una sveglia, un po’ più di dinamismo e brillantezza, però la mia è l’opinione di un tifoso poco obiettivo … 😉

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Madama_granata - 6 mesi fa

            Mi associo totalmente a “il dado del Toro”. Non credo però che la nostra sia scarsa obiettivita. Le 2 partite giocate da Parigini risalgono a inizio campionato, poi tanta, tanta panchina e qualche quarto d’ora alla fine di gare già sempre decise, spesso già compromesse.Quanto a Berenguer domando ai co-tifosi: quante azioni ha fatto lo spagnolo simili alle galoppate a tutto campo di Parigini nelle untime due partite?
            Purtroppo c’è stata un po’ di precipitazione nelle conclusioni, colpa della voglia di strafare, ma esistono anche i portieri avversari, che, chissà perché, parano.
            Quanto all’assist di Berenguer: dopo decine di tiri e passaggi imprecisi e/o sbagliati, rischi anche, per una volta, di fare arrivate la palla davanti ai piedi di un compagno che, se è bravo, fa gol!

            Mi piace Non mi piace
          2. Simone - 6 mesi fa

            Sostenere che l’assist di domenica di Berenguer sia solo frutto del caso è intellettualmente disonesto.
            X parigini (che come ho detto a me piace) trovi mille giustificazioni x Berenguer solo attacchi (visto i tuoi precendentinon sarà mai.xke è STRANIERO?!?!).

            Mi piace Non mi piace
        3. Madama_granata - 6 mesi fa

          Abbiamo pareri diversi, tutti da rispettare!
          Io continuo a pensare che Parigini “gioca di più” in 15 minuti, che non Berenguer in 75 minuti.
          Corre di più, combatte di più, salta spesso gli avversari,li affronta e ruba loro il pallone, è più dinamico e più vivace.
          La voglia di strafare non gli ha permesso di essere lucido e di segnare, ma almeno ha tirato in porta! Poi il portiere avversario ha parato!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Madama_granata - 6 mesi fa

            Questo commento, finito fuori posto, era la mia risposta a “Simone” ed “Alessandro 69”

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy