Le cinque domande più frequenti sui biglietti di Torino-Cagliari

Le cinque domande più frequenti sui biglietti di Torino-Cagliari

Informazioni / Ecco le questioni più gettonate per l’acquisto dei tagliandi del prossimo match casalingo dei granata

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Il Torino, dopo la sfida contro l’Udinese in programma domenica prossima, affronterà il Cagliari in casa il 27 ottobre alle ore 15. Come di consueto, ci sono delle domande a cui molti vogliono trovare delle risposte: nelle prossime righe troverete le informazioni più utili per riuscire a partecipare a Torino-Cagliari.

Quando apre la vendita libera per i tagliandi?

Quest’oggi, 17 ottobre, è cominciata la vendita libera per l’acquisto dei biglietti di Torino-Cagliari. La vendita terminerà il giorno della partita, prima dell’inizio del match.

Quanto costeranno i biglietti per Torino Cagliari?

I biglietti per le curve costeranno 20 euro, i distinti 25 euro, la tribuna 30 euro. Per concludere le poltroncine costeranno 80 euro e la tribuna granata 190.

Come acquistare i biglietti?

I biglietti potranno essere acquistati su tutti i canali di vendita. Sul sito internet di VivaTicket, dai rivenditori ufficiali VivaTicket e infine nella biglietteria dello stadio Olimpico Grande Torino. La biglietteria è aperta dal lunedì al venerdì negli orari 10-13 e 14-18.

Ci saranno sconti per la partita?

Si, come di consueto ci saranno dei posti omaggio in Primavera. Sarà disponibile un numero limitato di posti in Curva Primavera per i giovani ragazzi che non hanno ancora compiuto il 14° anno di età: l’unica condizione è che gli Under 14 siano accompagnati da un adulto con biglietto intero. Per attivare la promozione è necessario andare via web.

Servirà la tessera del tifoso?

No, non sarà necessaria per i tifosi del Torino. Soltanto i residenti nella provincia di Cagliari per poter acquistare un biglietto dovranno essere in possesso di Tessera del Tifoso del Cagliari Calcio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy