Ljajic, a Roma che tonfo. E Miha con lui s’intestardisce

Focus on / Il numero 10, dopo un paio di prestazioni in risalita, delude e non poco contro i giallorossi. Ma per il tecnico continua ad essere pressoché intoccabile…

di Redazione Toro News

Dopo prestazioni in risalita, Adem Ljajic ha deluso le aspettative contro la Roma, giocando 70′ di basso livello e non dando mai quel contributo qualitativo che ci si attende da un giocatore con le qualità del serbo. Il numero 10 è parso fuori dal gioco, perdendo per altro alcuni palloni sanguinosi che han rischiato di rendere ancora più netta la vittoria giallorossa.

Arrivato in estate come investimento più alto dell’era Cairo (ben 8.5 milioni di euro), le prestazioni del numero 10 sono state sinora incostanti, ma nonostante ciò la fiducia di Mihajlovic nei suoi confronti è rimasta incondizionata. Se da una parte l’atteggiamento del tecnico possa sembrare coerente con la politica societaria e atto a valorizzare al massimo un giocatore dallo spessore (e dal valore, non solo di cartellino) indiscusso, dall’altra l’apparente intoccabilità del serbo stona con le prestazioni spesso e volentieri sottotono. In altre parole, Ljajic deve essere sì considerato un giocatore qualitativamente sopra le righe, ma non per questo esente da sostituzioni e cambi preventivi quando non in giornata.

Anche contro la Roma, Miha ha preferito togliere dalla mischia prima Iago Falque, piuttosto che l’impalpabile Ljajic, sostituendolo poi nel finale per far posto a Maxi Lopez. Un cambio che andava fatto prima, a fronte di tanti errori e pochi, pochissimi sprazzi di qualità da parte del talento classe ’91. Insomma, in questo Toro altalenante e dalle scarse sicurezze, anche Ljajic- se appannato e visibilmente non in condizione di incidere – può essere sostituito, o persino partire dalla panchina. (Quasi) nessuno è intoccabile in questo Toro, tanto meno chi – avendo le qualità oggettive per fare male agli avversari – da troppo tempo si dimostra poco continuo. E anche per ritrovare appieno un giocatore come Ljajic, il “bastone” – più che la “carota” – non pare una mossa così fuori luogo.

10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. AlfredDick - 4 anni fa

    Ljacic e’ troppo forte, deve giocare sempre!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. star - 4 anni fa

      Forte è forte….
      Ma quanto mi fa inca..are!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. brusbi - 4 anni fa

    Non solo concordo, e da sempre, sul fatto di mettere Boye al posto di Ljajic, ma restando al 4-3-3 metterei pure Baselli al posto di Falque, liberando una pedina per il centrocampo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. giors - 4 anni fa

    Non dobbiamo cadere negli insulti tra di noi perché siamo tutti tifosi del Toro e vogliamo solo vedere la squadra giocare bene.Sono d’accordo con chi dice di lasciare a riposo Ljaljc e mettere Boye dal primo minuto. Io Ljaljc non lo avrei preso perché è stato già scartato da Fiorentina Roma e Inter per lo stesso motivo! Scarso impegno e menefreghismo nei momenti cruciali delle partite. Da dare via subito, da noi uno così non serve.
    La difesa e scarsa perche non sono stati rimpiazzati a dovere i Glick,Darmian,Maksimovic e meno male che abbiamo trovato un ottimo Barreca.Molti di noi non hanno voluto Gasperini e adesso vediamo dove e l’Atalanta e sono sicuro che singolarmente non hanno giocatori più forti dei nostri.Pero hanno un gioco, cosa che noi non abbiamo! Se quei tre davanti sono in forma allora segnami altrimenti finisce come ieri. Ieri in tutta la partita Belotti ha avuto una palla sola giocabile e si sta quasi stufando di vedere Ljaljc e Iago giocare per se stessi mentre lui si sbatte anche in difesa.
    Riguardo a Maxi sono d’accordo a dire che ha doti tecniche ma non è serio e non è un professionista! Da cacciare assieme a Ljaljc e non vivere del ricordo di Bilbao come fanno tanti.
    Seguo il Toro da una vita e purtroppo a Torino non c’è spazio per noi con i gobbi che a raffa o tutto quanto di meglio c’è sul mercato. Però si potrebbe fare una squadra più grintosa e legnarli nei derby come quando avevamo i Cereser o i Bruno e Policano.
    Sempre FORZA TORO da 70 anni!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. toiomeroni - 4 anni fa

    Ricordo i commenti del mercato estivo quando il serbo era in bilico….Pochi gli apprezzamenti. Pochi l’hanno veramente desiderato. E’ inguardabile e indisponente e mette in difficoltà tutta la squadra. Spero proprio che si levi dalle scatole….100 volte meglio Boye! (Almeno è giovane e voglioso e può solo migliorare).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ToroSardo - 4 anni fa

    Tribuna x il coniglio. basta!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. blubba - 4 anni fa

    E’ una scommessa voluta da lui ma pagata con i soldi del boss.La sta perdendo ,le proverà tutte prima di rinunciarvi completamente perchè a fine anno dovesse continuare cosi di sicuro Adem verrà ceduto e lui rischia grosso in prima persona.Qua però dovrebbe intervenire qualcuno, onestamente ,il toro ha piu interesse a far sbocciare Boyè per il futuro che tentare il recupero di un calciatore ke nn hamai avuto la continuità di rendimento

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. leone di fuoco - 4 anni fa

    l’investimento più caro….per il giocatore più molle….be’ che dire, complimenti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. sysma_558 - 4 anni fa

      L’investimento più caro l’ha voluto a tutti costi il nostro genio di mister, che pensava che solo perchè fosse serbo come lui poteva tirare fuori qualcosa di buono da una testa di rapa !!!
      FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. leone di fuoco - 4 anni fa

        e meno male che l’altro compaesano maximerdovic ha tolto le tende….pensa avere un altro svogliato in squadra

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy