Mancini: “Belotti non è una seconda scelta. Lui e Sirigu domani in campo”. E su Izzo…

Mancini: “Belotti non è una seconda scelta. Lui e Sirigu domani in campo”. E su Izzo…

Il Ct azzurro in conferenza stampa: “Immobile e il Gallo partono alla pari nelle mie idee. Eguagliare il record di Pozzo? Sì, mi mancano ancora una partita e due mondiali per raggiungerlo e un’Olimpiade…”

di Marco De Rito, @marcoderito

“Belotti non è una seconda scelta, lui e Immobile nelle mie idee partono alla pari. Sono tutti e due bravi, anche se con caratteristiche diverse. Non ci sono gerarchie”, così Roberto Mancini si esprime sull’attaccante del Torino in conferenza stampa. Il commissario tecnico svela anche qualche scelta di formazione in vista della gara di domani: “Ne cambierò molti, ma ho ancora qualche dubbio. Saranno in campo di sicuro Sirigu, Biraghi, Belotti, Zaniolo, Bernardeschi… Vorrei fare giocare Verratti. Romagnoli ha qualche problema, se non ce la fa gioca Bonucci. Jorginho è diffidato. Vediamo, altrimenti Tonali o Cristante. Uno tra Izzo e Di Lorenzo e uno tra Grifo ed El Shaarawy”. 

Il “Mancio” è evidentemente sorridente, la Nazionale italiana si è qualificata con tre turni d’anticipo agli Europei 2020 dopo la vittoria con la Grecia. L’ex allenatore dell’Inter non si accontenta: “Mi piacerebbe trovare qualche giovane anche per il dopo Europeo, fare 30 punti nel girone, migliorare il ranking e dare spazio a chi ha giocato di meno” ed esalta i suoi ragazzi: “Siamo stati bravi noi a far diventare facili certe partite. La Spagna in Norvegia non avrebbe dovuto soffrire, invece… La Francia ha giovani di talento, ma all’Europeo non c‘è una nazionale che ha Messi che può vincere da solo”.  Anche se ammette: “A Marzo vorrei giocare contro squadre del nostro livello, perché l’Europeo sarà diverso rispetto alle qualificazioni”.

Una battuta anche su un CT che ha fatto la storia della Nazionale azzurra: “Eguagliare il record di Pozzo a quota 9 vittorie di fila? Sì, mi mancano ancora una partita e due mondiali per raggiungerlo e un’Olimpiade…”. Infine, sulla possibilità di introdurre degli stage prima dell’Europeo: “Capisco i giocatori che giocano tantissimo, ogni tre giorni. Uno stage in più cambia poco. Potessi, farei finire prima il campionato per avere prima i giocatori. Ma so che non si può, perciò non chiedo nulla”.

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. paperoga - 1 mese fa

    Finora L’Italia ha giocato solo contro squadre molto scarse..
    Mancini per ora gongola .. ma all’europeo capira’cosa vuol dire fare giocare
    i vasri Donnarumma Romagnoli etc.. etc..
    i nostri Belotti Sirigu e Izzo sono di gran lunga migliori dei loro colleghi ..
    ma il mancho li tiene in panca … meglio … cosi’ non rischiano infortuni
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. GlennGould - 1 mese fa

    Giocato con una squadra più scarsa dell’altra, e questo cita Pozzo, Italia celebrata, battuto il record, blablabla.

    Patetico.

    Quando agli Europei affronteranno squadre serie, e prenderanno scoppolate da tutte le parti, a quel punto vedremo cosa si dirà.

    Sul fatto che Romagnoli e Donnarumma siano irremovibili,e non solo loro, non c’è molto da dire.
    O meglio, da dire ce ne sarebbe, ma non servirebbe a nulla.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. suoladicane - 1 mese fa

      Veramente pozzo lo ha citato il giornalista. Lui ha detto che è lontano dai suoi record così per dovere di precisione

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. GlennGould - 1 mese fa

        Vero. Ma dinnanzi a cotanto paragone, c’era solo da sorridere e discostarsi nettamente senza proferire altro.

        Da una parte la storia italiana, dall’altra una qualificazione all’Europeo ottenuta contro avversari ridicoli.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. uiltucs.pesar_12159015 - 1 mese fa

    Dei papabili granata in azzurro, a mio giudizio, la situazione è questa: Sirigu sarà il secondo comunque. Finora ha ampiamente dimostrato di essere il miglior portiere italiano eppure continua a giocare Donnarumma; Belotti non piace a Mancini: il CT è costretto a convocarlo perché non ha alternative altrimenti (assurdo!) lo lascerebbe a casa (e’ già successo); idem x Izzo: ci sono molti esterni di ruolo che potrebbero insidiargli il posto e come centrale difficilmente potrebbe essere considerato poiché l’Italia gioca a 4 dietro…
    Di sicuro, Baselli è out; Zaza (che, paradossalmente, avrebbe più speranze di Belotti perché non so x quale oscuro motivo, rappresenta l’attaccante ideale di Mancini) resterà fuori perché, purtroppo, farà molta panchina da noi mentre Verdi vedremo: ma credo che solo una stagione monstre potrebbe aprirgli le porte della Nazionale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Madama_granata - 1 mese fa

    Non ci conti frottole Mancini!
    Nelle partite più importanti, in quelle che contano, mette quelli che per lui sono i “titolari”.
    In quelle con le squadre più piccole, o a qualificazione raggiunta, quelli che lui considera “seconde scelte”!
    Bene! Credo che al “popolo granata” il suo giudizio interessi veramente poco!
    Tra le sue “seconde scelte” ci sono 3 granata che, per tutti noi penso, sono, ognuno nel suo ruolo, le prime scelte in assoluto!
    Mettere in campo certi giocatori di certe “squadre dai poteri forti” serve a Mancini per tenersi ben salda “la cadrega”.
    A me spiace x i nostri calciatori, che alla Nazionale ci tengono, ovviamente, ma, meno li fa giocare, meno si stancano e meno sono a rischio di infortuni!
    Tra l’altro: modesto il CT! Sarà pure solo una battuta, ma paragonarsi a Pozzo..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. suoladicane - 1 mese fa

      Vedete il marcio dove non c emi riferisco a pozzo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. byfolko - 1 mese fa

    Incredibile come il portiere titolare sia Donnarumma, un vero miracolo da parte di Raiola, capace di far passare un ragazzotto men che mediocre come campione. Nessuno è come Izzo in Italia nel suo ruolo. E Belotti dovrebbe essere titolare fisso ovunque.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. sarino - 1 mese fa

    Comunque vada per me continui a non capire un ca…. Salvatore un top player Donnarumma un mocciosetto mercenario

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Garnet Bull - 1 mese fa

    “il mancio” resta un incompetente. Izzo è palesemente superiore a romagnoli, non parliamo poi di sirigu, di un altro pianeta rispetto a paperumma, cosi come belotti su immobile che in nazionale non segna mai, stessi gol con 15 partite di differenza

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Junior - 1 mese fa

      Perché evidentemente ci sono altri interessi. Non gioca sempre il migliore….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Junior - 1 mese fa

    Dal 2006, probabilmente questa sembra essere una nazionale decente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy