Mauro Berruto: “Toro, nel 2019/2020 puoi puntare alla Champions League”

Mauro Berruto: “Toro, nel 2019/2020 puoi puntare alla Champions League”

L’ex Ct della Nazionale di volley: “Ci vuole qualche rinforzo e dopo si può sognare la Champions”

di Marco De Rito, @marcoderito

Mauro Berruto, tifoso granata nonché ex Ct della Nazionale italiana di pallavolo, tira le somme su una stagione del Torino. Adesso Berruto allena la Nazionale italiana di tiro con l’arco, di cui proprio in questi giorni si stanno disputando i Mondiali. Il tecnico ha comunque qualche momento per parlare del suo amato Toro, di cui è soddisfatto della stagione appena trascorsa ma si aspetta qualche ambizione in più per il futuro.

Mauro Berruto, niente Europa League per il Torino ma è arrivato il record di punti. Qual è il suo giudizio sulla stagione dei granata? 

“E’ positivo. C’è rammarico per non aver centrato l’Europa pur avendo fatto molti punti. A parte i motivi esterni all’ambiente, nel girone d’andata si poteva sicuramente fare meglio”. 

Quando parla di “motivi esterni”, si riferisce alle polemiche sul Var? 

“Il Var non è controllabile, bisogna prima guardare in casa propria. Penso ai punti persi contro squadre abbordabili come il Bologna. Adesso a bocce ferme  bisogna capire e analizzare quello che si poteva fare e non è stato fatto, per ripartire alla grande la prossima stagione”.

Prima stagione intera per Walter Mazzarri e si è visto un miglioramento rispetto alle passate stagioni. Con qualche innesto, il tecnico di San Vincenzo potrà far crescere ulteriormente la squadra? 

“Assolutamente sì, ma innanzitutto bisogna mettere in  sicurezza i punti di forza a partire dalla difesa. Non servono tantissimi innesti, ma bisogna agire nei posti giusti. Mazzarri, dopo la stagione del subentro, ha fatto molto bene al suo primo campionato completo. Adesso si può fare un ulteriore salto di qualità con due/tre acquisti”. 

Nel calciomercato, quale sarà il reparto dove la società di Via dell’Arcivescovado dovrà operare maggiormente?

“Il blocco difensivo è stato straordinario, ha dato molto sicurezza. Forse va cercata qualche alternativa, visto che Moretti ha lasciato il calcio nell’ultima stagione. A mio parere servono un paio di giocatori a centrocampo e forse un rincalzo in attacco. Perché poi, una volta messa in sicurezza la difesa, il reparto ha dimostrato di essere da Champions League, e non è un eufemismo quando dico ciò. Il reparto avanzato è davvero di altissima competitività. Con qualche innesto a centrocampo di qualità e un Belotti ritornato che è ritornato anche a segnare, dopo aver ritrovato la forma fisica, il Toro può puntare alla Champions League. Non esagero, nell’ultimo campionato ci siamo andati vicini e il contesto lo permette: i granata possono sognare in grande”.

gramellini berruto filadelfia

Un’ultima considerazioni sulle situazioni che in casa Toro stanno tenendo banco in questa fase. Cosa ne pensa di un possibile ripescaggio dei granata in Europa League e del caso Petrachi? 

“L’Europa League non dipende da noi. Adesso dobbiamo pensare alla prossima stagione e a lavorare per centrare l’Europa nel prossimo campionato. Sul campo non è arrivata, e, a mio avviso, adesso bisogna impostare la prossima annata e non pensare a ciò che non è stato raggiunto sul campo. Per quanto riguarda Petrachi, la mia opinione è che quando c’è un contratto va rispettato”.

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 1 mese fa

    Chi come Berruto ha fatto e fa bene in sport così tanto diversi ne sa molto di più di tanti presunti soloni della carta stampata e non.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ddavide69 - 1 mese fa

    Si si possiamo puntare anche allo scudetto. Peccato che quando dobbiamo fare trentuno non ci riusciamo mai. Una volta manca il giocatore o i giocatori determinanti i manca la volontà di comprarli, una volta si perdono punti con le squadre inferiori.. Ora a due settimane dall apertura del mercato ancora non sappiamo chi sarà il ds… Mah.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paul67 - 1 mese fa

      Quello che dici vale per le stagioni scorse che si faceva fatica ad arrivare a 55 punti, a 63 cambia tanto, nonostante le carenze croniche della società questa squadra ha già di per sé la possibilità di confermarsi o migliorare l’ ultima stagione e se veramente rinforzata aspirare al quarto posto, Milan e Roma staranno dietro e noi ce la giochiamo con Atalanta e Lazio, chi fa meglio di queste tre va in Champions le altre 2 in EL.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 1 mese fa

        Il fatto è che anche le altre si rinforzano.
        Quest’anno siamo arrivati settimi e per andare in Europa purtroppo non basta.

        Un segnale di maturità da parte di tutti (in primis la società ) sarebbe quella di avere in mano i 3 giocatori determinanti alla fine del primo ritiro altrimenti sarà la solita solfa.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. bergen - 1 mese fa

    Ma smettiamola di dire che la qualificazione non è arrivata sul.campo. senza errori arbitrali la classifica più stitica ci vede 4′ a 70 punti. Ma di che parliamo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Paul67 - 1 mese fa

    Il pensiero di Berruto è anche il mio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy