Mezzano presenta Moreno Longo: “È l’uomo giusto, ha il Toro nel DNA”

Esclusiva TN / Dal Filadelfia Paradiso alla Serie A con voglia di imparare e tanta determinazione, queste le qualità che hanno portato Moreno alla scalata

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto
Mezzano, Under 17 Lega Pro, Allenatore, Giovanili, Torino

Grinta e determinazione da vendere. Queste le caratteristiche di Moreno Longo che l’hanno portato passo dopo passo alla Serie A e senza le quali probabilmente non sarebbe riuscito a passare dalla panchina degli Allievi del Filadelfia Paradiso a quella del Torino. Caratteristiche mentali che ha sempre avuto, sin da quando giocava. Lo ricorda ai microfoni di Toro News Luca Mezzano, amico e compagno di squadra al Torino del nuovo allenatore nonchè tecnico nelle giovanili granata negli anni in cui Longo allenava la Primavera: “Sia da giocatore che da allenatore Moreno ha mantenuto la sua carica, quella grinta che ha sempre avuto nel DNA. Lui incarna lo spirito Toro. Il suo temperamento e il suo carattere l’hanno portato a ottenere buoni risultati da allenatore, lo si vede dal suo modo di comunicare dal suo modo di stare in panchina”.

Torino, Longo parte come traghettatore. Il tecnico accetta la sfida

AGGIORNAMENTO –  Eppure sarebbe riduttivo descrivere il Longo allenatore così,  come sottolinea lo stesso Mezzano: “Ha sempre avuto grande voglia di imparare e di migliorarsi. Lui vive il calcio a 360° e lo conosce a  tutto tondo“. Nel periodo di pausa seguito all’esonero di Lecce, Longo ha viaggiato moltissimo per aggiornarsi e studiare altri allenatori. Siviglia, Londra e poi Barcellona. Tante mete e tante squadre studiate da vicino per migliorarsi e per conoscere principi di gioco diversi dai suoi. “Un allenatore ormai – spiega sempre Mezzano – dev’essere preparatissimo su tutto, non solo l’aspetto tecnico e lui lo è. Sa lavorare su tutti gli aspetti, da quello mentale a quello tecnico-tattico“.

SPIRITO – In primo luogo, Longo è un allenatore che sa costruire un gruppo.E’ emblematico in tal senso il pensiero pubblicato nell’ultimo post su Instagram, in cui Longo ha spiegato che la tattica e gli schemi sono importanti, ma la coesione del gruppo, il senso d’appartenenza e l’empatia permettono di superare a una squadra i propri limiti (QUI per rileggere le sue parole). Anche per queste caratteristiche “Lui può essere l’uomo giusto per il Torino per uscire da questa situazione complicata – continua Mezzano – Moreno può dare la svolta soprattutto dal punto di vista emotivo, riuscendo a costruire poi una squadra a sua immagine e somiglianza“. Tradotto: un Toro grintoso, determinato e con un forte senso d’appartenenza, proprio quello di cui c’è un grande bisogno in questo momento. A maggior ragione Longo, secondo Mezzano, lo potrà fare perchè “conosce bene l’ambiente ed è molto stimato per quello che ha fatto. Allenare il Toro gli darà ancore più stimoli, visto che proverà delle emozioni particolari“.

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Madama_granata - 9 mesi fa

    Ho letto con attenzione, e senza commentare, tutte le valutazioni ed i giudizi dei co-tifosi.
    Già si profilano più fazioni: è già di nuovo ora di combatterci fra di noi, invece di fare fronte comune x sostenere Longo, la squadra e, se e finché tali rimarranno, anche dirigenza e proprietà???
    Ma allora non c’è proprio più speranza!!!
    1) I nostalgici già rimpiangono Mazzarri e sono ancora convinti, dopo Atalanta e Lecce, che con lui avremmo potuto raggiungere una tranquilla salvezza
    2) alcuni già criticano Longo e, non si sa perché, non sono disponibili neppure ad “aspettare e provare a vedere” prima di giudicare.
    Inesperto e senza “curriculum” di successi in A?
    Perché, Inzaghi nella Lazio??
    Ed ora dov’è, e come gioca, la Lazio???
    Nessun valore ad un “cuore” che da sempre batte x i colori granata?
    E che già molto ha fatto e dato x la nostra squadra?
    3) altri sono pronti a sostenere Longo e squadra, ma non disponibili a “resettare” errori ed incomprensioni con presidenza e società.
    Quelli del “fare la guerra a Cairo” comunque.
    Quelli che rifiutano di capire che il Toro, solo se coeso, potrà risollevarsi e salvarsi
    4) in ultimo, e da ciò che mi è parso di capire leggendo, per fortuna, la maggioranza, che mi conforta.
    I tifosi decisi a non mollare, a tifare incondizionatamente fino a giugno, a fare sentire il proprio calore e la propria fiducia al “NUOVO TORO” in tutte le sue componenti, anche nelle ore difficili.

    Ciò che è stato sbagliato, e da chi, da ora in poi non ha più importanza: bisogna guardare avanti.
    Secondo me dobbiamo intraprendere la strada del
    “FRONTE COMUNE”, altrimenti, se ci sarà un altro naufragio, ancora più doloroso, ne saremo noi tifosi i primi responsabili.
    Se non diamo più fiducia e sostegno, se non abbiamo più speranze, se già c’è chi critica a priori, se già si parla di “futuri Caporetti”, inutile chiedere poi al nuovo allenatore, alla proprietà, alla dirigenza e ai giocatori di credere e combattere x un progetto più grande, per il nostro NUOVO TORO.
    Un Toro in cui noi stessi per primi, se così fosse, non crediamo più.
    D’ora in poi, secondo me, necessita:
    – fare fronte comune
    – avere coesione
    – dare sostegno, spinta ed amore al nuovo Toro che verrà.
    E tutto questo “da” e “a”:
    – Presidenza
    – Società
    – Allenatore
    – Squadra
    – Tifosi
    NESSUNO DEVE MOLLARE MAI PIÙ!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ciccio Graziani - 9 mesi fa

    Figlio de fila, cuore toro, ma dobbiamo fare punti non raccontiamo un mondo che non c è più

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Leojunior - 9 mesi fa

    Ragazzi ora vediamo di fare pure la nostra parte. Niente contestazioni massimo supporto a Longo fino a fine campionato. Perchè qua di brutture tra società, allenatore, e giocatori ci siamo anche noi tifosi. Oppure ci vogliamo pure bruciare Moreno?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Policano - 9 mesi fa

    Forza Moreno Longo! finalmente un astemio….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Roland78 - 9 mesi fa

      Te lo chiedo per ignoranza. Ma davvero Mazzarri è un beone?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata - 9 mesi fa

        Senza offesa per nessuno, guarda che @policano,mi sa che proprio non lo conosca.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Roland78 - 9 mesi fa

          Allora è un po’ da vili. Sparlare e mettere in giro voci sul conto di una persona, soprattutto se tali voci sono false, è quanto di meno etico ci possa essere.

          Per criticarlo basta dire che è un mediocre, visto che è sotto gli occhi di tutti. Del resto, soprattutto di ciò che è personale, dovremmo fregarcene.

          Ma questa è una mia opinione.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. maxx72 - 9 mesi fa

            No, non è vera sta cosa, se la sono inventata e la fanno passare per vera. Sembra di essere alle scuole medie. Adesso che Mazzarri se ne è andato bisognerebbe magari finirla…vero Policano?

            Mi piace Non mi piace
        2. Granata - 9 mesi fa

          @Roland, non ho bisogno di insegnare nulla a nessuno ma sai benissimo che il web offre la possibilità di scrivere qualsiasi cosa a chiunque. Molti , in generale, offrono il peggio di sé convinti di essere in completo anonimato ma così non è. Il calcio poi è materia strana. Molti vedono partite da 50 anni e non sanno cos’è una diagonale fatta in attacco.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        3. KanYasuda - 9 mesi fa

          Caro Granata, è troppo che mi trattengo, con tutto il rispetto che ho per le opinioni diverse dalle mie, spesso non intervengo pur non condividendo, pensando che ognuno abbia il suo modo di vedere le cose, ma quando intervieni TU, mi girano i coglioni a tremila. Non perchè spari cazzate, ma solo perchè ti circondi di quell’aurea di saccenza che sembra quasi volersi divertire sugli sfoghi di appassionati che sanno sempre meno del loro Amore, dato che ormai è una “strategia” non far capire più niente di quello che succede in Società.
          Poi, ogni tanto intervieni TU, con le tue perle di Saggezza, a riportare tutti con i piedi per terra perchè non sanno nulla.
          Nessuno capisce di tattica, dopo le tue convinte affermazioni di un passato glorioso da calciatore, nessuno può pensare di giocare in modo diverso o proporre soluzioni. Abbiamo avuto una discussione su Falque che hai sempre visto come la rovina del gioco offensivo del Toro, essendo un incopetente nel variare modo di saltare l’uomo in dribbling e non saper crossare: hai subito chiuso la discussione trattandomi come un incopetente.
          Nessuno sa cosa succede negli spogliatoi: TU si invece, lasciando capire (tu non affermi riservandoti sempre quel velo di mistero che ti costringe a non poterti esporre più di tanto) che ancora una volta Falque potesse essere uno che rompeva i coglioni. Non avresti fatto meglio a dire che ti è stato sempre sul Cazzo ? Contento ora che è stato liquidato?
          Nessuno sa di mercato, nessuno sa perchè non si spende, nessuno sa di bilancio, NESSUNO SA UN CAZZO DI NIENTEEEEEEEEEEE !!!
          Spiegaci TU allora tutti i retroscena, dato che sai ogni cosa !…e tira fuori le palle!
          Ora è uscito che conosci pure l’Allenatore!
          Illuminaci TU allora di cosa dovremmo aspettarci da Longo !
          MA CHI SEIIIIIIIII ?????
          SCENDI DA QUESTO PIEDISTALLOOOOOOOOOOOOO !!!!!
          SE SOLO FOSSI VIGATO, SAREBBE UN’ONORE PER TE !!!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. spiritolibero - 9 mesi fa

      Guarda che Mazzarri ha dovuto lavorare in un contesto ambientale ridicolo Lui è quello che forse ha meno colpe di tutti qua Come sono andate le cose tra giocatori allenatore e società non lo sappiamo con chiarezza Ci fossero state promesse non mantenute dalla società riguardanti premio europa league o altro che non sappiamo Mazzarri si sarà trovato di fronte una situazione irrisolvibile

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fabio.tesei6_13657766 - 9 mesi fa

        Mazzarri non doveva proprio essere mai venuto al Toro

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy