Milan-Torino, è Montella la bestia nera dei granata

Focus On / L’allenatore di Pomigliano d’Arco non ha mai perso nei 10 precedenti match contro il Toro, ma domenica non sarà una semplice partita di campionato per lui

di Redazione Toro News

Vincenzo Montella è pronto a sfidare di nuovo il Torino, per lui sarà l’undicesima volta contro i granata, squadra contro la quale non ha mai perso da allenatore. Nella quattordicesima giornata di Serie A, i rossoneri non possono più sbagliare dopo aver collezionato già 6 sconfitte in questo scorcio di stagione e vanno dunque, alla ricerca di punti per cercare di rimanere in scia alla “zona Europa”. La stessa a cui punta il Torino, che arriva a San Siro con un punto in meno dei padroni di casa, e una vittoria domenica potrebbe clamorosamente rilanciare le ambizioni dei granata. La sfida di domenica pomeriggio sarà un banco di prova molto importante per entrambe le squadre, con il Milan che – inoltre – domani sera dovrà affrontare a San Siro l’Austria Vienna in Europa League.

LA RICERCA DELLA CONTINUITÀ  L’Aeroplanino è alla seconda stagione con il Milan: dal grande inizio di campionato dell’anno scorso, fino alla qualificazione in Europa League, dalla faraonica campagna acquisti di quest’estate ai primi grandi scricchiolii che vedono la sua panchina vacillare specialmente se i risultati dovessero continuare a non arrivare, nonostante la dirigenza sia sempre pronta a confermarlo davanti ai media. Il tecnico di Pomigliano d’Arco non sta vivendo affatto un buon momento, il Milan ha 7 punti in meno rispetto all’anno scorso e la partita di domenica è un’opportunità che la sua squadra non può assolutamente fallire per cercare di dare una continuità ai risultati casalinghi. Da allenatore amante del bel gioco, ha cercato di dare al Milan la sua impronta impostando come modulo il 3-5-2 per sfruttare al massimo le doti di regista difensivo di Capitan Bonucci, gli esterni Borini e Rodriguez, per assistere il centravanti Nikola Kalinic, grande colpitore di testa ma che quest’anno risulta essere molto impreciso sotto porta. Ma, nonostante gli acquisti faraonici in tutti i reparti, i rossoneri finora hanno segnato poco e subito molto. Non tutti stanno dando l’anima per la squadra, tradendo in parte le aspettative estive ed è questo che molto spesso viene contestato all’allenatore, forse non in grado di motivare i nuovi arrivi a dovere, che forse ancora non si sono adattati al calcio italiano.

Udinese Calcio v AC Milan - Serie A

10 PARTITE, 0 SCONFITTE – Il Milan deve sfruttare San Siro e la carica dei suoi tifosi per rifarsi dai recenti risultati. Montella non ha mai perso in 10 precedenti contro il Torino da allenatore sulle panchine di Fiorentina, Sampdoria e Milan: 3 vittorie e 7 pareggi sono il suo score attuale. Di certo, l’ex allenatore della Sampdoria non ha alcuna intenzione di interrompere questo trend e cercherà di strappare punti importanti al Toro, per cercare la risalita in classifica e rimettere in carreggiata un Milan che in questo momento appare privo d’identità e che mai come ora si appiglierà alle doti ed al carisma del proprio tecnico.

Marco Notaro

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13658217 - 3 anni fa

    Domenica perde e perde alla grande perché andiamo a San siro a d asfaltarli quegli strisciati……. ciao ROBBI e forza torooo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Grande Torino - 3 anni fa

      Viva l’ottimismo, complimenti. Io purtroppo non riesco ad esserlo come te.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy