Milinkovic-Savic, voto 6: personalità e qualità convincenti per il portiere “di Coppa”

Il pagellone / L’estremo difensore serbo ha vissuto la sua prima stagione in Italia come secondo di Sirigu: dalla punizione contro il Carpi, al rigore parato a Dzeko

di Redazione Toro News

Fine della stagione, tempo di bilanci: è il momento del tradizionale pagellone di fine anno. Giudicheremo l’annata di ogni giocatore del Torino tenendo conto del rendimento in campo, delle aspettative e del contesto intorno a lui. Per i lettori è sempre a disposizione lo spazio dei commenti per “giudicare” i nostri giudizi. 


Quattro presenze totali, di cui tre in Coppa Italia e solo una in campionato. Una stagione, la prima in Italia, da secondo portiere – e con davanti uno come Sirigu non ci si poteva attendere uno spazio maggiore. Nonostante lo scarso impiego, MilinkovicSavic è riuscito comunque a convincere il Torino e il pubblico granata, facendo vedere ottime cose quando chiamato in causa.

Fisico imponente e grande confidenza palla al piede, la struttura fisica del serbo gli permette di coprire con discreta facilità lo specchio della porta. Portiere di Coppa per Mihajlovic, il suo battesimo granata avviene contro il Carpi in Tim Cup, e l’estremo difensore classe ’97 riesce subito ad entrare nel cuore dei tifosi, ma non grazie alle sue parate (pochissime contro gli emiliani): all’ultimo minuto della partita, infatti, il portiere s’incarica d un punizione da oltre 25 metri, colpendo in pieno la traversa con una conclusione spaventosa. La sua seconda apparizione è probabilmente quella più significativa: i granata riescono a vincere all’Olimpico contro la Roma qualificandosi ai quarti di Coppa grazie soprattutto alle grandi parate di Milinkovic, che neutralizza anche un rigore a Dzeko. Il portiere, però, non potrà nulla contro la Juventus, subendo due gol inevitabili nell’ultima gara di Miha sulla panchina granata.

Allenato assiduamente da Paolo Di Sarno e consigliato da quel fuoriclasse che è Salvatore Sirigu, Milinkovic cresce col passare dei mesi, fino a meritarsi – nell’ultima partita della stagione – l’esordio in Serie A contro il Genoa. Gara non probante per il portiere, che comunque se la cava bene, continuando a dimostrare un grande carattere. Una stagione sufficiente, ma adesso per lui è tempo di trovare continuità, magari con un prestito.

LE STATISTICHE DELLA STAGIONE 2017-2018 DI MILINKOVIC-SAVIC

CAMPIONATO COPPA ITALIA
Presenze 1 3
Reti subite 1 3
Clean sheet 0 1
Cartellini gialli 0 0
Cartellini rossi 0 0
VOTO 6
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy