Napoli-Torino, i temi tattici: inserimenti centrali e tiri dalla distanza le armi azzurre

Napoli-Torino, i temi tattici: inserimenti centrali e tiri dalla distanza le armi azzurre

Verso il match / La squadra partenopea ha delle potenzialità molto pericolose per i granata, che dovranno essere bravi a sfruttare le ripartenze in velocità

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Il Torino domenica andrà ad affrontare il Napoli al San Paolo, in un contesto alquanto difficile, trovandosi contro una delle migliori squadre italiane del momento: sarà importante preparare la partita nel migliore dei modi, per impedire alla squadra di Sarri di impadronirsi del campo e di fare la partita. Andiamo ad analizzare i punti di forza della squadra azzurra, che ha annichilito – nelle ultime due giornate di campionato – Inter e Cagliari, segnando 8 gol nel complesso, e dimostrando di essere molto pericolosa in fase offensiva.

INSERIMENTI E DISTANZA – Ci sono prevalentemente due armi molto potenti del Napoli, che quando riesce a sfoderare fanno male ad ogni squadra: nelle partite contro Inter e Cagliari la squadra di Sarri ha dato prova di avere il pieno controllo di queste armi e di avere la consapevolezza di poterle usare al momento giusto. Si parla degli inserimenti per vie centrali, uno degli schemi preferii di Dries Mertens, che è riuscito a segnare perfino una tripletta contro il Cagliari sfruttando gli spazi centrali della difesa di Rastelli: perciò il Torino dovrà armarsi bene, e avere Castan e Rossettini al massimo, per cercare di neutralizzare le iniziative dei giocatori azzurri. La seconda arma, usata spesso in tutto il campionato, ma soprattutto nel’ultimo periodo, riguarda i tiri dalla distanza: sono molte le soluzioni cercate da fuori area, a partire dallo stesso Mertens, per finire a Zielinski, che ha messo a segno due gol in due partite di campionato proprio in questo modo. Cruciale sarà, per il Torino, riuscire a neutralizzare quelle conclusioni improvvise.

SSC Napoli v Empoli FC - Serie A

RIPARTENZE ED ESTERNI – Il Torino, invece, dovrà saper sfruttare bene due manovre, che conosce, ma che devono essere eseguite ai limiti della perfezione per essere attuate. Importanti saranno le ripartenze, in particolare quando il Napoli cercherà azioni manovrate: con la velocità degli attaccanti e l’impostazione di Valdifiori, si può arrivare in porta e far male alla squadra di Sarri. Cruciali possono essere i cross dalle fasce dei granata: con le sovrapposizioni di Barreca e Zappacosta, il Torino può cercare la soluzione aerea di Belotti: i partenopei, infatti, soffrono spesso queste iniziative, che potrebbero essere una chiave importante per i granata.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy