Damascan, dal Viareggio ai campioni del mondo: con la Moldavia per crescere ancora

Damascan, dal Viareggio ai campioni del mondo: con la Moldavia per crescere ancora

Nazionali / La Moldavia ospiterà Mbappé e compagni a Chisinau nella prima partita del gruppo H, il fischio d’inizio è alle 20:45

di Redazione Toro News

Inizia nel modo più difficile il cammino di Damascan e della sua Moldavia nelle qualificazioni all’Europeo itinerante del 2020, all’esordio dovranno affrontare la Francia campione del Mondo. La partita inizierà alle 20:45 presso lo Stadionul Zimbru di Chisinau. Per i padroni di casa l’obiettivo principale per le qualificazioni è sicuramente evitare l’ultimo posto, che sulla carta dovrebbe spettare alla ben meno quotata Andorra. Il ct moldavo Alexandru Spiridon dovrebbe schierare il solito 4-4-2, ma tra i titolari non dovrebbe figurare Vitalie Damascan, a cui dovrebbero essere preferiti Ambros e Milinceanu. L’attaccante granata quindi può, in teoria, sperare di subentrare a partita in corso per poter sfidare top players come Griezman, Mbappé e Pogba. Spiridon tiene comunque in gran considerazione Damascan, avendolo fatto giocare spesso nella Nations League, durante la quale l’attaccante granata ha anche deciso con un suo gol la partita vinta 1 a 0 contro San Marino.

EMOZIONE – A prescindere da quanto sarà impegnato contro la Francia, è immaginabile la grande emozione di Damascan che nel giro di una settimana è passato dalla Viareggio Cup alla sfida ai campioni del Mondo in carica. Chissà che proprio le buone prestazioni fornite fino a neanche 7 giorni fa non convincano Spiridon a lanciare a gara in corso il giovane attaccante granata. D’altronde nell’ultimo periodo Damascan sta dimostrando di essere in crescita e la Viareggio Cup ne è la dimostrazione, avendo messo a segno 4 gol in 3 partite e dimostrando di poter essere un punto di riferimento per il futuro della squadra di Coppitelli. Pare invece decisamente lontana l’ipotesi di poter diventare un’arma in più per Mazzarri nel finale di stagione.

LA PROBABILE FORMAZIONE DELLA MOLDAVIA

MOLDAVIA (4-4-2): Celeadnic; Razgonluc, Posmac, Jardan, Graur; Antonluc, Turcan, Anton, Sandu; Ambros, Milinceanu. Allenatore: Alexandru Spiridon

 

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. alètoro - 6 mesi fa

    Ad oggi il giovane attaccante moldavo rimane un autentico oggetto misterioso.
    La Società granata ha effettuato nel suo caso specifico la periodica scommessa su elementi sconosciuti del calcio estero. Il costo dell’operazione non è stato rilevante e la strategia della Società, d’altronde comune a quella di numerosi altri Club, è quella di ingaggiare a basso costo questi ragazzi, tenerli sotto osservazione per due, al massimo tre stagioni, con l’auspicio che si verifichi l’esplosione delle potenzialità tecniche che hanno fatto intravvedere nella fase preliminare di osservazione attuata dagli scout – talent che appunto vigilano i vari campionati esteri con l’intento di individuare i calciatori con determinate potenzialità sotto l’aspetto tecnico e della maturità professionale.
    In caso contrario la Società si pone l’obiettivo di realizzare una plusvalenza finanziaria nell’eventualità riesca a trovare un Club acquirente.
    Purtroppo i casi recenti del centrocampista svedese Gustaffson e dell’attaccante argentino Boyè si sono rivelati un flop, sotto l’aspetto tecnico e quindi, di conseguenza, economico per il TORINO F.c. .
    Temo che lo stesso discorso, purtroppo, si registrerà per il difensore brasiliano Bremer nel prossimo mercato estivo, in quanto personalmente dubito fortemente che la Società granata ammortizzerà i 6 milioni di investimento “regalati” all’Atletico Mineiro durante la sessione estiva di mercato dello scorso anno.
    A memoria, cito pure il giovane difensore brasiliano Carlao, il quale in seguito ad una modestissima stagione in maglia granata, naturalmente utilizzo un eufemismo nella specifica valutazione personale, fu rispedito al mittente, ossia alla squadra cipriota dell’ Apoel Nicosia.
    Auspico vivamente che il nazionale attaccante moldavo possa essere ancora in tempo per una prossima esplosione sotto l’aspetto tecnico.
    Tuttavia lo scetticismo di Mister Mazzarri nei suoi confronti è oggettivo in quanto, sebbene è integrato nella rosa della Prima Squadra dall’inizio della stagione, ad oggi non lo ha mai fatto esordire né in Campionato né in Coppa Italia.
    Purtroppo constato che nelle stagioni più recenti la Società non è stata né abile né tantomeno fortunata (sottolineo che la componente fortuna è indispensabile in questa specifica tipologia di operazioni di mercato) nella valutazione di determinate giovanissime “promesse” del calcio estero. Alè TORO !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13814870 - 6 mesi fa

    a me sembra che con la Primavera abbia giocato e anche fatto alcuni gol. Di certo non ancora pronto x Mazzarri se mai lo diventerà. Ma la stessa cosa x tanti altri. Non penso che sarà costato carissimo Almeno spero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ALEgranataALE - 6 mesi fa

    coi soldi di sto perfetto sconosciuto che non trova spazio nemmeno in primavera non si poteva investite per ultimare i lotti del fila ancora incompleti?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy