Torino, Nkoulou: nessun ritorno trionfale. Ma è fondamentale per ripartire

Torino, Nkoulou: nessun ritorno trionfale. Ma è fondamentale per ripartire

Focus On / Il difensore è responsabile sulle azioni del secondo e del terzo gol. Ma lo staff tecnico deve tentare di recuperarlo

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Non un ritorno in carrozza per Nicolas Nkoulou, difensore del Torino che – dopo 39 giorni – è tornato a vestire la maglia granata, a conclusione – si spera definitiva – del caso che tanto ha scosso ambiente e squadre. Nel dare un giudizio alla sua prova, c’è ovviamente da premettere che non è mai facile scrollarsi di dosso la ruggine dopo oltre un mese di assenza, specie in un match in cui viene espulso un tuo compagno di reparto dopo 30 minuti di gioco,

ERRORI – Con le attenuanti del caso, però, c’è anche da sottolineare i suoi errori più gravi. Se sul primo gol realizzato dal Parma la colpa non è sua, ma imputabile più a Izzo (che ha perso Gervinho in marcatura), sulla seconda rete la sua responsabilità c’è. Da difensore esperto qual è, non è salito abbastanza in fretta e ha lasciato Cornelius in gioco, perdendolo e facendosi passare alle spalle: distrazione da condividere con Aina, che si è fermato per far finire in off-side il giocatore nordico senza accorgersi che Nkoulou lo teneva in gioco. Una disattenzione che al Toro è costata tantissimo, soprattutto a livello psicologico. In più, anche sul terzo gol non mancano le sue colpe: Nkoulou era su Gervinho, in marcatura. A causa della stanchezza, il difensore non ha chiuso sullo scatto e ha permesso all’esterno di andare sul fondo, sul suo piede preferito, e crossare. Quindi, due errori che pesano, ma da valutare con le giuste misure.

Le pagelle di Parma-Torino 3-2: ai granata non basta il miglior portiere italiano

PARTENZA – Da questo momento molto basso, tra errori e difficoltà, Nkoulou può rinascere e con lui tutta la difesa del Torino. Le due cose sono molto probabilmente legate a doppia mandata: il difensore ha bisogno di rientrare in quei meccanismi che lo scorso anno erano quasi perfetti, mentre il Toro ha una grande necessità di avere un vero e proprio leader difensivo. La qualità delle sue chiusure, la sua esperienza, il suo gioco: tutte cose che anche ieri sera non sono passate in secondo piano nonostante gli errori. Per ripartire, il Torino deve passare da Nkoulou.

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. abatta68 - 3 settimane fa

    Vedrete che a parità di condizione i valori vengono fuori, non è questione di valutare quanti errori ha fatto un giocatore o un altro… il punto è capire chi ha potenzialità da esprimere e chi no, altrimenti bisognerebbe mandare in tribuna pure izzo… ma dai su! Nkoulou e la società hanno stabilito che tutto è come prima e non ne parliamo più… e allora non vedo per quale motivo ne dobbiamo parlare noi, sostenendo chissà quali teorie complottistiche

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. FVCG'59 - 3 settimane fa

    Mettetela pure come volete ma io non me la sento proprio di perdonare un mercenario, poco professionale e professionista: su tutti e tre i gol ha la sua bella parte di responsabilità.
    Un mese fuori e quindi arrugginito? Non facciamo ridere: si è sempre allenato, ha fatto la preparazione, si crede un professionista serio e allora di cosa parliamo?
    Tribuna fino a gennaio e poi fuori dalle scatole! Lo dico dopo averlo sempre apprezzato, addirittura eletto a bandiera ed elemento cardine del Toro presente e futuro, ma ci sono fatti su cui non si può far finta di niente: au revoir!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Simone - 3 settimane fa

    Nel secondo gol come dichiarato da wm e dai commentatori sky la colpa è di Izzo che invece di accompagnare l’attaccante prova a intercettare l’imbucata che, se ciccata come poi è successo, lascia l’attaccante solo.davanti al portiere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-14003131 - 3 settimane fa

    Concordo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. saettadallimite - 3 settimane fa

    Si è comportato molto male col Toro e deve riconquistarsi la stima di tutti. Giusto dargli una seconda possibilità, giusto farlo giocare lunedi perché devono andare in campo sempre i migliori e Lyanco forse non da ancora sufficienti garanzie ma col Parma ha fatto davvero pena. Nel primo gol più Gervinho avanzava palla al piede verso la porta più lui stranamente frenava, lasciando lo spazio di passaggio al giocatore davanti alla porta, un errore inspiegabile. Nel secondo gol non ha le colpe più grandi ma secondo me poteva fare meglio. Nel terzo non ho parole, si è bevuto una finta del solito Gervinho, peraltro leggibilissima e con uno strano movimento ha arretrato invece di accompagnare l’attaccante, agevolando l’affondo del giocatore del Parma. Vero che Mazzarri al centro della difesa ha già provato, con risultati deludenti, Bremer, Djidji e Lyanco, ma secondo me il peggiore di tutti, per distacco, è stato ‘Nkoulou. Djidji con l’Atalanta non ha giocato malissimo, teniamo presente che Zapata al momento è una furia. Io per questioni meritocratiche proverei anche Bonifazi al centro, magari non col Napoli, ma se non sbaglio nella Spal giocava al centro. Peggio di quello che ho visto lunedi è difficile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. pinco pallino - 3 settimane fa

      La penso come te su Bonifazi. Purtroppo Kevin, contro il Lecce boccheggiava letteramente ed ha rincorso quasi tutta la partita. Incredibilmente lui ha fatto la preparazione a parte e quindi non dovebbe avere problemi di tenuta atletica ed invece ce l’ha.
      Se gioca con continuità, farà sicuramente meglio. Perchè non puntare su di lui, ha corpo, voglia, esperienza con la Spal in serie A, con il TORO ha tutto per ritagliarsi uno spazio tutto suo.
      FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 3 settimane fa

        1, 2, 3..
        Siamo pochi e tartassati!!
        Guai a chi “difende Bonifazi”!
        Però buttarlo nella mischia col Napoli, x poi dare a lui le colpe di tutta la stagione e gli errori di tutti i compagni non mi sembra proficuo x questo ragazzo.
        Meglio per lui aspettare di entrare in “acque più tranquille”!
        In quelle burrascose, create lunedì e le giornate precedenti da Nkoulou, Lyanco, Bremer sarebbe meglio continuassero a “sguazzarci” questi giocatori, secondo me!
        Djidji non l’ho coinvolto perché penso non sia ancora del tutto recuperato dopo l’intervento.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Ita345 - 3 settimane fa

    per come si è comportato via dal toro , prima si rispetta la maglia, poi si gioca.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Granata78 - 3 settimane fa

    Detto che sono felice del suo rientro e che lo considero un elemento centrale della difesa e del progetto di squadra, secondo me sul terzo gol ha grosse responsabilità perchè giustamente temporeggia su Gervinho, ma con la postura del corpo gli copre la direzione verso il centro del campo (dove Gervinho non avrebbe potuto sfruttare a pieno la sua velocità e sarebbe rientrato sul piede meno forte), mentre scopre completamente la direzione frontale per il parmense dove poteva sfruttare la sua velocità per saltare l’uomo e crossare dal fondo. Questo, a mio avviso, è errore grave che non dipende dalla stanchezza ma disattenzione. Poi chi non sbaglia scagli la prima pietra, sono felice che sia rientrato e spero che si riformi la difesa dell’anno scorso con Izzo e Djidji, mentre Lyanco, Bremer e Bonifazi crescono alle loro spalle.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. FVCG-70 - 3 settimane fa

    Non una buona prova a Parma ma anche qualche provvidenziale chiusura delle sue.
    Ad oggi io sono dell’idea del ricomporre la difesa dello scorso anno:
    Izzo, Nkoulou, Djidji. Si conoscono e hanno fatto benissimo.
    Bonifazi prima alternativa e Lyanco e Bremer solo in emergenza

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Cecio - 3 settimane fa

    Sul 3° gol non c’entra nulla N’Koulou…è vero Gervinho è riuscito a crossare ma sticaxxi è cmq Gervinho (che va come un treno) all 88′ ed era in fascia.
    Sul 2° gol, l’errore c’è anche se si parla di frazioni di secondo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 3 settimane fa

      Un difensore, se affronta un giocatore più veloce, deve cercare di mandarlo dove può avere un aiuto e se lo manda sul fondo NON C’È NESSUNO che può aiutarlo.
      Questo è l’ABC di un difensore!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy