Petrachi-Roma, vicino l’accordo con Cairo: il ds verso la Capitale…

Petrachi-Roma, vicino l’accordo con Cairo: il ds verso la Capitale…

Dopo 9 anni in granata, è quasi al capolinea l’esperienza di Petrachi a Torino

di Redazione Toro News

A meno di clamorosi ribaltoni, come era nell’aria da tempo, sarà Gianluca Petrachi dovrebbe diventare il nuovo direttore sportivo della Roma, dopo che sarà messo tutto nero su bianco. Dopo un lungo corteggiamento la società capitolina è vicina a formalizzare l’accordo anche con Urbano Cairo, per liberare Petrachi dall’ultimo anno di contratto in granata. Pare quindi vicino il tempo dei saluti tra il presidente e il ds leccese che è a Torino da 9 anni. Lo riportano diversi giornali nella mattinata di oggi e dall’interno del club granata non arrivano smentite. Nonostante le polemiche delle ultime settimane, quindi, dovrebbe arrivare una separazione consensuale che – si è ipotizzato – potrebbe anche prevedere l’inserimento di un paio di cartellini di giocatori delle giovanili giallorosse. Cairo e Petrachi si sono chiariti e dopo aver lavorato insieme per un decennio hanno trovato un accordo: dal primo luglio Gianluca Petrachi dovrebbe diventare il nuovo direttore sportivo della Roma, anche se fino alla fine del campionato salvo sorprese terrà fede al suo ruolo di direttore sportivo del Torino.

Gianluca Sartori
Silvio Luciani

52 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. alrom4_8385196 - 4 mesi fa

    Da un po’ di tempo l’atteggiamento di Cairo mi piace e confido che nell’affaire Petrachi si muova con la competenza e la furbizia di quell’ottimo amministratore che è . Petrachi se ne andrà , non è una tragedia e penso che Cairo abbia già da tempo in mente il sostituto così come spero che non riporti a Torino Ventura :le minestre riscaldate anche sotto altre forme non vanno mai bene. Ringrazio il collega di tifo “granata” per il lungo elenco di oggetti misteriosi portati al Toro dal fuggitivo Petrachi , ne ricordavo alcuni ma non tutti : ora saranno ca…voli della Roma.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Granat....iere di Sardegna - 4 mesi fa

    Mi pare di capire che il presidente lo libera ma vuole delle contropartite…In buona sostanza lo vende. E fa benissimo: ha un contratto, se la Roma lo vuole prima lo paghi. Se lui vuole andare via prima si dimetta e risparmiamo sull ingaggio. A me piace tanto bava, soprattutto per il lavoro di raccordo che deve essere migliorato con la prima squadra. Insomma noi i giocatori ce li dobbiamo fare in casa per evitare di strapagarli agli altri e per eventualmente rivenderli bene, se vogliono andarsene e c è qualcuno che è disponibile a pagarne il prezzo. Solo così possiamo dare una prospettiva di crescita costante alla società e alla squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. MM64BB - 4 mesi fa

    pensieri asettici parigini…
    Petrachi è un Direttore di una società; un cambio è fisiologico, succede in qualsiasi azienda calcistica e no, nulla di strano; quali sono le considerazioni da fare in questi casi:
    1. il CEO (Cairo nel caso) ha certamente una strategia
    2. il CEO e il Board dell’azienda non guardano chi e cosa è stato il direttore uscente ma chi serve al suo posto per co-pilotare la strategia
    3. le scelte sono sempre basate sullo stesso ragionamento: puoi far crescere qualcuno già in azienda se ce l’hai e lo ritieni in grado di; oppure puoi prendere dall’esterno qualcuno, che può essere già pronto (conosciuto, di esperienza,..) oppure che sia un giovane outsider di cui fiuti talento e potenziale
    4. al direttore uscente si impone (buona abitudine delle aziende in questi casi, successo anche a me) di non portare via nessun collaboratore almeno per 1 o 2 anni.
    Quindi tutto ruota sulla strategia di Cairo (obiettivi futuri e budget) e sulla sua scelta fra un “navigato” (tipo Marotta per intenderci) o un “outsider” (tipo Bava).
    Personalmente opterei per il navigato, la scelta outsider è stata già fatta con Petrachi, ora è il momento di avere esperienza sul campo per salire con gli obiettivi e risultati.
    L’unico problema riguarda eventuali legami a doppio filo fra il direttore uscente e qualche collaboratore; questi si troverebbro “sprotetti” e inizierebbro a puntellarlo per andare via con lui.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. granata - 4 mesi fa

    Su Petrachi ho espresso tante volte il mio pensiero: è arrivato al Toro privo di esperienza e non conoscendo il calcio internazionale. Nella prima a forza di cantonate è migliorato, nella seconda è ancora carente. In questi anni petrachiani c’ è stato un tourbillon di giocatori e lo stile non è cambiato: la pesca a strascico. Per sfizio sono andato a rivedermi i nomi dei giocatori ingaggiati da Petrachi. La galleria degli orrori è lunghissima: Barusso, Salgado,F.Antonelli, D’ Aiello, Statella, Genevier, Scaglia, Filipe Oliveira, Bassi, Rubinho, Pellicori, Bernacci, Obodo, Zavagno, Gabbionetta, Barreto, Parisi, Surraco, Pagano, Gorobsov, Iori, Cavanda, Oduamadi, Fiamozzi, Migliorini, Santana, Ferronetti, Rodriguez, Alessandro Agostini, Pablo Caceres, Bakic, Jonathas, Kabasele, Menga, Pasquale, Bellomo, Larrondo, Vesovic, Tacsidis, Gastón Silva, Ruben Pérez, Sánchez Miño, Amauri, Avramov, Prcić, Pryima, Ajeti, Castan, Tachtsidis, Carlao, Iturbe, Sadiq. E non ci metto quelli mediocri (come Meggiorini, Martinez e Farnerud) o su cui lo sbaglio (se sbaglio è stato) è comprensibile (come Niang, Zaza, Soriano, Boyè). Diciamo: a fronte di un 20%/30% di buone operazioni, un 70%-80% di cantonate. Gli anni peggiori sono stati ovviamente i primi, quelli della Serie B, poi pian piano un pochino la situazione è migiorata (anche perchè è arrivato Ventura che aveva dei suoi nomi da proporre). Ma anche quest’ anno ci sono dei punti interrogativi: che cosa valgono un Bremer, un Meitè, un Ola Aina, un Djidji, in assoluto o in rapporto al loro prezzo? Certo Petrachi ha dato alla direzione sportiva quella stabilità che nelle precedenti stagioni di Cairo non c’ era: il presidente cambiava in media un paio di direttori sportivi a stagione (e altrettanti allenatori) e non è stato facile lavorare con l’ incubo delle plusvalenze e con relativamente pochi soldi. Ma non ricordo un solo parametro zero di valore individuato e portato al Toro da Petrachi. Secondo me, ci sono direttori sportivi che, pur avendo mezzi limitati, hanno fatto meglio ed è lì che bisognerebbe andare a pescare (penso alla Spal e al Parma ad esempio).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. tafazzi - 4 mesi fa

      Complimenti per la disamina con la quale sono assolutamente d’accordo.
      A Petrachi riconosco di aver gestito bene l’ambiente al suo arrivo, (periodo in cui volavano bombe carta durante le conferenze stampa) e aver portato Ventura a Torino.
      Non sono d’accordo su gli acquisti di Niang e Zazza, dove aveva possibilità di spesa e ha fallito miseramente. Aggiungerei anche l’aver insistito per Llajcic, che in fase di trattativa continuava a snobbare la piazza quando il Papu Gomez sarebbe venuto a piedi a Torino.
      Personalmente ero molto più preoccupato dal dopo Ventura che dal dopo Petrachi.
      La palla a Cairo, ma so da fonti molto vicine al Presidente (non al Toro), che se non fosse stato per il rifiuto di Mazzarri, il prossimo mercato sarebbe stato nelle mani di Bava e Ventura.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Madama_granata - 4 mesi fa

      Una sequela di nomi allucinante: alcuni proprio non li ricordo, altri me li ricordo come un incubo.
      È vero che, da contraltare, ci sono stati Belotti, Benassi, Baselli, Sirigu, Falque, Rincon, Nkoulou, Izzo, Zappacosta, Glik, Cerci,ecc..
      Poi lo “sbaglio” di non riconfermare Immobile per la seconda volta e di “liquidare” prematuramente Quagliarella, cedendo alle troppo impulsive e poco ponderate “richieste dei tifosi”.
      Cedere Zappacosta, Darmian, Glik e Peres ha portato a grossi rientri economici, ma “svendere” Benassi e Ljajic sulla spinta dell’allenatore del momento non è stato per me un grande affare.
      Da profana, concordo con l’espertissino “granata”: quanto realmente valgono Bremer, Djidji, Aina e Meité non lo sappiamo.
      Tale e quale riporto: “quanto valgono in assoluto, o in rapporto al prezzo pagato” questi ragazzi?
      Sono promesse che prima o poi “esploderanno” o promesse che “si spegneranno”, aggiungo io?
      Sono giocatori già “pronti” per una competizione europea?
      E i “costosi” Niang e Zaza che, fino a prova contraria, devono ancora essere sistemati?
      Certo che di “casi in sospeso” ne lascia il signor Petrachi qui al Toro, se se ne va!
      Questo a parte le molte mie dimenticanze, che sicuramente ci saranno!
      Si decida! Sia chiaro,sincero ed onesto con chi gli ha dato fiducia x 10 anni e gli ha permesso di emergere, fare esperienza e maturare.
      O se ne va, e allora lo fa prima possibile, cercando di non danneggiare il Toro portando via con sé i giocatori migliori, o mette a tacere tutte le voci sul suo conto.

      Una domanda ai più esperti tra di voi.
      Petrachi conosce gli intenti del nostro Presidente.
      Sa che al giocatore “X” Cairo arriva ad offrire “100 euro” per trattenerlo. Non sarebbe fin troppo facile suggerire alla Roma di offrirgli “101 euro” per strapparlo al Toro?
      Sarebbe possibile e legale tutto ciò?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Madama_granata - 4 mesi fa

    Il fatto che Petrachi non abbia smentito la notizia, anzi che non parli proprio, mette forti dubbi sulla sua permanenza.
    Petrachi deve solo decidersi: o se ne va, o smentisce chiaramente e la smette di togliere serenità all’ambiente tutto, compresi i giocatori, che, in questo momento, hanno altro a cui pensare.
    Non voglio io “pensare male”, ma la Roma è abbastanza in difficoltà, e, ad oggi, una delle nostre concorrenti per l’Europa.
    Destabilizzare l’ambiente a Torino non sarà mica il primo “lavoro” che Petrachi fa per la Roma?
    In quanto a portarsi via giocatori…
    Spero proprio che Cairo non molli: ha affermato lui stesso che intende tenere a Torino tutti i migliori.
    Il Toro dovrebbe offrirgli “cash”, cioè facendoseli ben pagare:
    Niang (se i francesi non lo riscattano), Zaza, Carlao, Avelar e Boyé. Credo siano tutti suoi acquisti, ad oggi ancora di proprietà del Toro.
    E poi, se si dovesse proprio a malincuore vendere qualche nostro “gioiellino”, a questo punto andrebbe bene qualsiasi squadra strapagante, Roma esclusa!
    Petrachi, se vuole andare, che se ne vada, ma subito!
    Non può continuare a sondare i mercati per cercare giocatori affermati e/o nuovi talenti a spese del Toro, x poi magari portarseli alla Roma!
    Chi non ci ama, non ci merita!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. mariani - 4 mesi fa

    Ventura…vi prego no. Non ha capito un cavolo di cosa vuol dire toro. …tutto ok e buono il San Manes et al…ma il resto proprio no.
    Bava sicuramente si…ma non basta lui…petrachi …grande affare fece il Venezia a scambiarlo per Christian Vieri. .o no?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. fabrizio - 4 mesi fa

    peccato.
    Adesso i nuovi ajeti , prijma etc andranno a roma…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Immer - 4 mesi fa

      Eh basta che che se dovesse andare via ce ne faremo una ragione morto un papà se ne fa un altro. Sempre con la paura di cambiare.occorre coraggio nella vita a volte i cambiamenti portano cose positive. In 14anni di apatia totale abbiamo paura di un cambio di un ds siamo nulli. Io ho le mie idee il mio pensiero ma vorrei un cambio alla presidenza per avere una speranza per tornare a sognare almeno un giorno dopo anni da castrato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fabrizio - 4 mesi fa

        appunto. Se uno fosse un po’ abiettivo vedrebbe che sono molti di piu’ i bidoni che aha comprato che le plusvalenze.
        poi, come sempre, chi vivra’ vedra’…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Immer - 4 mesi fa

          Hai ragione

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. fabrizio - 4 mesi fa

            mi sarebbe piaciuto non averla 🙂

            Mi piace Non mi piace
  8. pinomu_368 - 4 mesi fa

    condivido dattero, anche a me piace uno che lavora in Toscana ma, solo per sognare, mi andrebbe bene anche Tare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. bergen - 4 mesi fa

    Il fatto che se ne parli, così e in questo momento, é già un problema.
    Poi se accadrà sarà ancora peggio.
    Perché Petrachi é veramente bravo, non solo per le statistiche e non solo per le plusvalenze. La sua bravura va misurata insieme a due fattori.

    Il primo sono i budget a disposizione. Sono capaci (quasi) tutti a comprare Kessié per 30 milioni o Politano per 20, per non citare nomi glamour mentre il vituperato Petrachi si é ritrovato a fare campagne con saldo attivo.

    Il secondo é il peso (politico?) della società nelle trattative, nel nostro caso nullo o negativo, al punto da rappresentare soltanto un terreno di conquista.
    O qualcuno pensa veramente che Pogba a parametro zero dal Manchester United sarebbe venuto anche se avessimo avuto Paratici?
    Nelle melme maleodoranti del calciomercato, in cui il 70 per cento degli affari sono decisi dai procuratori, Petrachi ha potuto lavorare su outsider e a cercare di massimizzare il risultato quando altri venivano a fare shopping da noi.
    E penso che questo mestiere lo abbia fatto con grande merito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. dattero - 4 mesi fa

    parlo a titolo personale:ho totale disistima per questo impiegatuccio fatto ds,è solo uno del giro gea.
    non scendo in particolari,se devo dire qualcosa a qualcuno glielo dico in faccia e,credetemi,senza scendere nella vituperata maleducazione.
    state ttranquilli che non si porta via nessuno,non ha il carisma x farlo.
    voci costanti lo danno gia operativo nella capitale,non mi stupirei,come non mi stupisce l’ovvia smentita presidenziale.
    come scriveva giustamente il bravo ed informato forumista Granata,bisogna vedere se Bava accetta l’incarico.
    come scrivevo appunto con Granata,a noi piace uno che opera in toscana,al boss molto meno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 4 mesi fa

      Ciao dattero, una volta non piaceva, adesso , chissà… saluti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Pulster - 4 mesi fa

    Tranquilli! Non si porta dietro nessuno! tutte balle e materiale per gastroenterologi……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Pulster - 4 mesi fa

    Roma è bollente, spero per lui che non si bruci, posso solo fargli gli auguri; ha operato bene a Torino, prendendo anche qualche cantonata, ma ci sta in questo mestiere, ha risollevato insieme a Cairo il Toro; poi ci saranno i maicuntent che spareranno a zero come al solito, però personalmente posso solo che ringraziarlo e in futuro non si sa mai cosa potrebbe succedere; spero abbia un degno sostituto, (MISTER LIBIDINE) anche no…..che possa continuare il suo lavoro e ci permetta di migliorare il nostro status di squadra.
    CIAO GIANLUCA!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. user-13814870 - 4 mesi fa

    certo a leggere altri siti..Petrachi se ne va e si porta N’Koulou…e poi??? magari Izzo e Belotti? ?? da adesso in poi avremo da innervosirci ben bene se diamo retta a tutto ciò che scrivono….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALESSANDRO 69 - 4 mesi fa

      Piccolo dettaglio: i cartellini dei sopracitati non appartengono a Petrachi ma a Cairo. Quindi lui non si porta dietro nulla a parte il suo deretano. Conoscendo Cairo se la Roma non sborsa decine di Milioni di euro i tre giocatori sei li vede nell’ album Panini…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Garnet Bull - 4 mesi fa

    Luke69 e la matematica non vanno molto d’accordo….nonostante i punti in classifica crescano lui parla di decrescita…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luke69 - 4 mesi fa

      fammi l’elenco di quello che ha vinto il toro in 15 anni con la presidenza Cairo..se riesci David Copperfield è un dilettante rispetto a te

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Cecio - 4 mesi fa

        Beh tolta la Coppa Italia del 93 è dal 76 che non vinciamo una fava…quindi tutti incapaci negli ultimi 40 anni?
        Hai proprio solo voglia di sputare veleno per il gusto di farlo…prova a fare pensieri positivi ogni tanto magari ti migliora la giornata.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Garnet Bull - 4 mesi fa

    Non deve essere lasciato andare senza ricevere qualcosa in cambio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Bischero - 4 mesi fa

    Non fra 20 anni ma fra 3 settimane. Forse non hai idee molto chiare luke69.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Mimmo75 - 4 mesi fa

    Ho profonda stima per Petrachi e gli sarò per sempre riconoscente ma non c’è il baratro dopo di lui. Va sostituito bene, questo è l’importante. L’accoppiata Bava (DS) Ventura (DT) sarebbe eccellente ma porterebbe con se 3 incognite:
    1) Bava è superlativo nel calcio giovanile ma non ha esperienza in quello dei pro dove regnano procuratori avidi e non si ha a che fare con ragazzini che mordono il freno per affermarsi e assorbono tutto come spugne, bensì c’è da gestire calciatori ricchi e straviziati che in alcuni casi si sentono onnipotenti;
    2) Ventura ha masticato l’erba del campo per 50 anni, riuscirà a restare dentro i confini del suo ufficio senza interferire direttamente sul lavoro di Mazzarri, ma lasciando al mister la piena autonomia sul campo?
    3) Mazzarri accetterà le ingerenze “normali” che il ruolo di DT riserverebbe a Ventura e che non sono per nulla secondarie nella gestione della rosa?

    Secondo e terzo punto sono nodi (se si avverasse questa ipotesi) sui quali ragionare seriamente e serenamente, tutte insieme le parti in causa.
    Perchè fino ad oggi il Toro non ha avuto un DT e tale ruolo è sempre coinciso con quello dell’allenatore. Va da se che l’istituzione di tale figura andrebbe a intaccare il campo d’azione del mister. Sarà fondamentale tracciare sin da subito i limiti entro i quali ogni figura dovrà muoversi per non prevaricare le prerogative dell’altra. Decisivo sarà il rispettarli. Se non avverrà tutto ciò si rischierà seriamente di finire gambe all’aria. In caso contrario e se Bava risulterà scommessa vinta, Cairo avrà compiuto un capolavoro strategico che potrà fare le fortune del Toro per gli anni a venire. Servirà tanta intelligenza da parte di tutti. Sempre se l’ipotesi in questione (che mi pare tra le papabili) dovesse concretizzarsi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata78 - 4 mesi fa

      Avevo espresso posizioni simili qualche tempo fa quando il caso Petrachi era esploso. Io non sono contrario a un ritorno in società di Ventura, ma il suo ruolo deve essere molto chiaro a tutti e avere limiti precisi ch elui stesso non deve valicare, cosa non facile per chi per una vita ha fatto un certo tipo di lavoro. Su Bava, invece, sono molto più scettico. E’ un grande dirigente che sta facendo benissimo nel settore giovanile e con il Robaldo e un budget più ampio potrebbe fare ancora meglio, ma secondo me il DS tra i grandi è un’altra cosa. Se si vuole, e Cairo lo vuole, che la società cresce così come il progetto serve una persona brava ed esperta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. tafazzi - 4 mesi fa

      L’opzione Bava+Ventura era la prima scelta di Cairo.
      Mazzarri ha minacciato le dimissioni un secondo dopo aver sentito il nome Del ligure. Pur non avendo una grande stima per Mazzari, non posso dargli torto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Cecio - 4 mesi fa

      Sinceramente l’opzione Bava+Ventura mi spaventa e non credo proprio possa essere la scelta migliore perché si tratterebbe di affidarsi a 2 “esordienti” nei ruoli di DS e DT e per conto mio non ce lo possiamo permettere.
      Come DS ci va uno “navigato” che abbia i giusti agganci/conoscenze, cosa che non credo Bava abbia.
      Su Ventura invece lascerei perdere..non credo sia la persona adatta per rinforzare la struttura societaria (sempre che Cairo abbia in mente davvero di aggiungere un DT allo staff in essere).
      Purtroppo o per fortuna, non c’è più spazio per le scommesse a livello di struttura societaria ma si deve puntare su figure già affermate che sappiano portare un valore aggiunto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. skrunk - 4 mesi fa

        Io vedrei bene come DT una persona come Zaccarelli, la mia sarà un’utopia ma sarebbe l’ideale per ricoprire quel ruolo, per esperienza e carisma, poi bisognerebbe vedere se persona gradita dalla dirigenza e se accetterebbe l’incarico…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Luke69 - 4 mesi fa

    …finalmente un incapace in meno, il presidente sarà riuscito a fare plusvalenza anche con lui, la prossima plusvalenza sarà con il magazziniere Vigato, sembra che vi sia un interessamento del Liverpool

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pulster - 4 mesi fa

      complimenti…..e non aggiungo altro, sarebbero parole sprecate

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Granata - 4 mesi fa

      Spiace che sia permesso , ad elementi come te, di esprimersi. Io non ce l’ho con te. Tu sei un poveraccio. Vai capito e compatito. Io ce l’ho con chi dovrebbe moderare i commenti. Tu scrivi di Vigato senza nemmeno sapere chi è e credi di essere simpatico. Fatti furbo. Se poi sei sulla 50ina, beh sei irrecuperabile.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Bischero - 4 mesi fa

    Abbiamo diversi ottimi giocatori. È normale che una squadra in lotta per l Europa Come la nostra abbia giocatori desiderati. Sarebbe assurdo l opposto. L importante é non trovarsi impreparati in caso di divorzio. L importante é essere sempre sul pezzo. Una società seria oramai ha già scelto il sostituto di petrachi e mi auguro che sia già al lavoro e abbia già parlato con mazzarrri. Senza cessioni eccelenti(Sirigu, nkoulou, izzo, rincon, meité, ansaldi, Iago, Belotti) serve poco a questo gruppo per dare l assalto all Europa il prossimo anno e giocare una coppa Italia da protagonista. Se poi, come tutti noi ci auguriamo, andassimo in Europa ci andrebbero 1 o 2 ciliegine fra i così detti rincalzi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luke69 - 4 mesi fa

      basta cambiare allenatore perchè con Ventarri neanche fra 20 anni ci andiamo in europa, però con i suoi mitici pareggi , sicuramente la salvezza è garantita, il famoso percorso di decrescita

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 - 4 mesi fa

        Su quali basi parli di percorso di decrescita nella stagione in cui il Toro, con 3 giornate ancora a disposizione, ha eguagliato e molto verosimilmente supererà il suo record di punti da quando la vittoria ne vale tre? Il tutto battendo anche qualche record. Non metto in discussione la tua opinione su Mazzarri ma ti faccio solo notare che il tuo commento è anacronistico poichè neanche nella peggiore delle ipotesi (tre sconfitte nelle prossime tre) si potrebbe parlare di decrescita.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. okami - 4 mesi fa

        speriamo che tu possa avere presto il patentino di allenatore per portare finalmente il Toro dove merita

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. user-13963758 - 4 mesi fa

    nessuna buonuscita, un bel vffncl, i due giovani in cambio … vanno bene schick e zaniolo. levati dal czz, amico del parrucchinato mrds

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Filadelfia - 4 mesi fa

    Ho la sensazione che tornerà Ventura con un ruolo alla “Marotta” con la “promozione” di Massimo Bava DS alla “Paratici” mentre il ruolo di responsabile del settore giovanile verrà affidato al capo degli osservatori Marco Rizzieri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Cecio - 4 mesi fa

    Se così fosse perderemmo un punto fisso della società che è stato con noi per 9/10 anni.
    Questo non vuol dire assolutamente che non ci sia di meglio in giro ma sono comunque convinto che il bilancio del DS sia positivo in questi anni.
    Sono anche convinto che non avrebbe senso continuare con lui se ormai si è messo in testa di andare a Roma, quindi trovo corretto chiuderla qui e magari provare a ricavarci qualcosina con qualche giovincello di belle speranze.
    Riguardo alle voci su NKoulou o altri, sono fisiologiche perché la prima cosa che si pensa quando un DS (o allenatore) cambia squadra è che si porti dietro qualcuno dei giocatori che conosce meglio.
    Però sono solo voci e in quanto tali vanno considerate, quindi non fasciamoci la testa in anticipo perché non credo proprio che la Roma posso venire a fare la spesa sa noi senza pagare un conto molto salato…e a quanto si sa la Roma non naviga certo nell’oro.
    C’è anche da dire però che molto dipenderà da come finirà questo campionato, se dovessimo centrare l’EL allora avremmomeno problemi a trattenere i giocatori più importanti.

    P.S.: sarebbe bellissimo se noi andassimo in Europa e la Roma no…. 🙂

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Renato - 4 mesi fa

    Punto 1: tutto dipende dalla classifica finale di serie A. Ovviamente un piazzamento in Europa o meno cambia molto.
    Punto 2: non mi preoccupa tanto l’addio di Petrachi ma molto di più chi lo andrà a sostituire. Perché DS in gamba ci sono in serie A, guardate Atalanta e Lazio quante plusvalenze fanno.
    Punto 3: se andiamo in EL e Cairo mantiene la parola data non cedendo nessuno e rinforzando la squadra con un difensore, due centrocampisti di qualità e un attaccante di peso che vede la porta spesso, per me Petrachi può anche andare. Amici come prima.
    Quello che mi preoccupa davvero è cosa sarà di questo gruppo se non ci qualifichiamo. Facciamo tutti gli scongiuri possibili!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. user-14269762 - 4 mesi fa

    N’koulou no dai..è troppo importante per l’equilibrio della squadra

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. PrivilegioGranata - 4 mesi fa

    Su qualche sito si parla del trasferimento anche di N’Koulou oltre che di Petrachi.
    Ecco, la cosa mi dispiacerebbe assai.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Nemo - 4 mesi fa

      L’ho visto pure io, ma essendo, quello su cui l’ho letto, un sito a prevalenza gobbo/milanista, spero proprio sia una bufala…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Luke69 - 4 mesi fa

        il Petracchio certamente come ultimo favore al suo presidente che lo libera per andare in una squadra che ha ambizioni più grandi delle nostre, gli farà fare un pò di plusvalenze portandosi almeno due dei nostri a Roma

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. user-14057417 - 4 mesi fa

    caro petracchio,ti avrei preso a calci in culo molto tempo fa” a te e tutti i bidoni che hai preso non a poco prezzo. poi ogni tanto ti è andata bene con qualche giocatore. cmq non si sentirà la tua mancanza e le tue interviste a dir poco impresentabili.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. robertozanabon_821 - 4 mesi fa

    Ho fiducia in Cairo. Negli ultimi tempi ha dimostrato un grande senso di appartenenza alla causa Granata. Ha acquisito esperienza nel ruolo e penso che la sua ambizione sarà la spinta per un ulteriore salto di qualità. Non abbiamo i soldi di molti altri, ma con giudizio ed equilibrio possiamo esserci anche noi. Forza Toro !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. iard68 - 4 mesi fa

    Bene i cartellini… ma soprattutto ci vuole un accordo per il quale in estate non ci siano altri viaggi verso roma…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. Bischero - 4 mesi fa

    Non é importante chi va via. È più importante chi arriva. Giocatori dirigenti e presidenti vanno e vengono. Resta la maglia e il popolo del toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. andrea.granata - 4 mesi fa

    Propongo Gigi e Andrea che si sono svincolati dalla Longobarda.. 🙂

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. CUORE GRANATA 44 - 4 mesi fa

    Al di là dei meriti\demeriti di Petrachi(dipende come sempre dai punti di vista)penso che sia giusto per entrambe le parti “virare” su altre esperienze.Vedremo se,come si vocifera,cercherà di “convincere”qualche giocatore a seguirlo a Roma.Sopratutto è auspicabile che Cairo abbia già “in mano” un nuovo DS che già stia lavorando in ottica mercato con idee chiare sia in entrata che in uscita,altrimenti..FVCG!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy