Torino Primavera, i playoff e poi il futuro da definire: le ambizioni di Coppitelli

Torino Primavera, i playoff e poi il futuro da definire: le ambizioni di Coppitelli

Verso il match / L’attuale tecnico granata si sente maturo e vorrebbe fare il salto tra i grandi

di Luca Sardo

La Primavera del tecnico Federico Coppitelli tornerà in campo giovedì 6 giugno per affrontare la Fiorentina nel primo turno dei playoff in un match che vale una fetta importante di stagione. La partita si giocherà allo stadio “Ricci” di Sassuolo alle ore 18.30. Il vincitore di questa sfida affronterà in semifinale l’Atalanta lunedì 10 giugno alle ore 20.45 a Parma. Quello di giovedì sarà il sesto confronto stagionale tra i granata e la Viola: il bilancio è di una vittoria granata (all’andata in campionato a Firenze) contro le quattro vittorie viola (al ritorno in campionato al Filadelfia, nelle due finali di Coppa Italia e agli ottavi della Viareggio Cup). La corsa Scudetto di quest’anno potrebbe essere l’ultima sfida della Primavera con Coppitelli in panchina: il tecnico romano, non l’ha mai nascosto, si sente ormai maturo per un salto tra i grandi pur coltivando con passione il sogno di un altro trofeo con i suoi ragazzi.

Calciomercato Torino, il punto: Bonifazi per ora rientra, Gustafson può rimanere a Verona

IL FUTURO – Già, a fine stagione tra le tante altre questioni ci sarà da definire anche il futuro del tecnico dei Castelli Romani, per il quale pare arduo pronosticare una quarta stagione alla guida del Torino Primavera. Il tecnico non sarebbe insensibile ad eventuali proposte che gli dovessero pervenire: normale che abbia mercato visto che a dispetto della giovane età ha un palmares personale invidiabile. E’ stato accostato all’Ascoli (Serie B), sebbene in pole per la panchina dei marchigiani ci sia Paolo Zanetti, altro ex Torino. Sullo sfondo, considerato che Coppitelli ha ancora un anno di contratto con il presidente Cairo, l’ipotesi Torino Under 23 qualora la società granata dovesse riuscire ad iscrivere la seconda squadra alla Serie C. Sarebbe la naturale prosecuzione del suo percorso in granata.

IL PERCORSO – Dopo tre stagioni alla guida della Primavera granata e aver conquistato lo scorso anno la Coppa Italia (battendo il Milan nella doppia finale) e qualche mese fa la seconda Supercoppa Primavera sconfiggendo ai rigori l’Inter, con la squadra granata Coppitelli ha disputato, fino ad ora, 121 partite. Il bilancio è più che positivo: 69 sono le vittorie, 19 i pareggi e 33 le sconfitte. Ora però bisogna concentrarsi sul primo turno dei playoff di giovedì: la Fiorentina questa stagione ha dato molto filo da torcere alla squadra granata e per vincere e approdare alle semifinali i ragazzi di Coppitelli dovranno giocare la partita perfetta. Anche per regalare al tecnico l’unico trofeo giovanile che ancora gli manca: lo scudetto Primavera. 

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. CUORE GRANATA 44 - 2 mesi fa

    Partita “tosta” con la Viola ed eventualmente “tostissima” con la Dea.Entrambe dispongono di un organico complessivamente di maggiore qualità.Dipenderà molto dalla condizione fisica e mentale che verrà messa in campo.Un passo alla volta e con la Viola non partiamo certo “sconfitti in partenza” anche se i numeri..Più in generale và sottolineato che il loro budget è più che doppio rispetto al ns. e questo qualcosa vorrà pur significare…Quanto a Coppitelli è plausibile che magari aspiri ad altre esperienze,con noi,comuque vada questo playoff,ha fatto il massimo in rapporto a quanto messogli a disposizione grazie anche,va doverosamente ricordato, al lavoro encomiabile di tutto lo staff.Quanto ad una U23 in Lega Pro mi sembra “una bufala”..Tanto per dire quando e dove andrebbe a giocare atteso che il Grande Torino sarebbe in città l’unico impianto omologato? E’ meglio,a mio avviso,che Cairo pensi a scegliere il DS e che alle solite “rassicuranti parole” segua qualche “fatto concreto” per migliorare la prima squadra al di là dei riscatti esercitati.FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. PaoloSWE - 2 mesi fa

    Ma leggevo che in caso di retrocessione la squadra perderebbe il diritto di giocare l’anno successivo. Per poi fare nuovamente richiesta l’anno dopo.
    Anche se la cosa è poco chiara.
    Dove giocherebbe poi la squadra? Al Nuovo Fila? In provincia? Ipotesi più plausibili?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-14171750 - 2 mesi fa

    Coppitelli e un grande allenatore .Forza Federico rimani con noi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-14276130 - 2 mesi fa

    potrebbe salire fino alla serie B
    con la prima squadra in serie A

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. PaoloSWE - 2 mesi fa

    Se si riuscisse ad avere una U23 in lega Pro squadra a Coppitelli, perché no?
    Come funziona poi, la squadra potrebbe giocare per tentare la promozione o sarebbe bloccata in quella categoria?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy