Rampanti: “Chi si siede non raggiunge gli obiettivi”. E su Petrachi…

Rampanti: “Chi si siede non raggiunge gli obiettivi”. E su Petrachi…

Parola al Mister / Serino analizza così i temi principali del momento granata dopo il pari di Firenze

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Dalla performance abulica di Zaza al “Franchi” al futuro dei piani alti della dirigenza granata, passando per il fondamentale incrocio con la Sampdoria di mercoledì. Rosario Rampanti torna ad approfondire su Toro News i temi principali del momento del Torino, con le sue considerazioni come sempre lucide e mai banali.

Serino, quello di Firenze è un pari che soddisfa davvero poco il Torino, visti i successi delle concorrenti. 

“Considerato l’approccio negativo costato un gol, la mancanza di una pedina imprescindibile come Nkoulou e l’infortunio di un Falque che stava ingranando (vedi l’assist per Baselli) alla fine il pari uno se lo tiene. Però anche io mi aspettavo di più sotto il profilo della mentalità, della voglia di portare a casa il risultato. Questa la si nota se ci sono contrasti vinti, tiri, giocate in verticale. E invece si è visto poco di tutto questo. Eppure era un’occasione importante, anche perchè si affrontava una Fiorentina senza Chiesa”. 

Rampanti: “Se sbaglia partita anche Nkoulou… Benedetta sosta per le Nazionali”

Nel secondo tempo si poteva e doveva osare qualcosa in più. 

“Chiaro. Bastava creare qualche presupposto in più e la partita si poteva vincere. Il Toro ha latitato sul piano del gioco, ma in ogni caso servono giocatori con stimoli, che vogliano raggiungere dei traguardi: ho avuto l’impressione che qualcuno si sia “seduto”. In questo modo gli obiettivi non si raggiungono. E poi io dico spesso che a questo Toro manca un giocatore in mezzo al campo con piedi e intelligenza tattica, che sappia dare i ritmi, capendo quando è il momento di gestire la palla e quando è il momento di accelerare”.

Sirigu, con l’ennesima prestazione superlativa, ha evitato il peggio. Ma se il migliore è il portiere c’è qualcosa che non quadra. 

“Fare i complimenti a lui è scontato, è un portiere di caratura alta e lo si sapeva. C’è invece chi ha deluso un po’, come Djidji, che schierato da centrale della difesa a tre ha palesato qualche difficoltà, e chi ha deluso molto…”

Ti riferisci per caso a Zaza?

“Purtroppo sì. La settimana scorsa lo avevo definito un dilemma. Purtroppo le cose non migliorano, anzi. Contro la Fiorentina ha perso dei palloni in modo irritante. E’ sembrato non avesse cognizione di cosa deve fare un attaccante, o del fatto che prima di perdere un pallone bisogna “morire” sul campo. Nel finale ho contato quattro ripartenze pericolosissime della Fiorentina, una su palla persa da Rincon, e tre su palle perse da Zaza. Direi che questa situazione deve far preoccupare allenatore e società, e mi fermo qui”. 

Ora c’è Torino-Sampdoria: una mancata vittoria sarebbe un mezzo verdetto?

“Il Torino deve vincere, ma mettiamoci in testa che sarà difficilissimo, un po’ per la qualità della Sampdoria, un po’ per altre difficoltà che ci sono. E’ vero che torna Nkoulou, ma mancheranno Aina e forse Falque. Soprattutto le condizioni di quest’ultimo mi preoccupano. Sarebbe stato bello affrontare questa partita con tutti i giocatori a disposizione. Inoltre ci sono diversi diffidati. A volte si prendono ammonizioni evitabili, e alla fine le diffide pesano, perchè ti tolgono qualcosa a livello di tranquillità. Di sicuro, visto il ritmo che tengono Atalanta e Lazio, se il Torino non vince diventa dura parlare di Europa”. 

Rampanti: “Un bilancio di metà stagione? Nonostante tutto, il Torino è lì”

Infine, Serino, ti chiediamo un parere su alcune indiscrezioni che si sono diffuse ultimamente: anzitutto quella sul possibile ritorno di Ventura come direttore tecnico. 

“Mi sembra un’ipotesi davvero improbabile. Fare il direttore tecnico significa incidere su tutte le questioni tecniche, e Mazzarri non tollererebbe mai ingerenze di qualsiasi tipo. Quella di Ventura direttore tecnico potrebbe essere un’ipotesi nel caso ci fosse un allenatore giovane, allora sì. Ma con Mazzarri lo vedo francamente irrealizzabile, mi paiono notizie prive di fondamento. Bene ha fatto Cairo a smentirle, ma per me non ce n’era nemmeno il bisogno”.

E riguardo alla possibile partenza di Petrachi?

“Questa ipotesi invece di fondamento potrebbe averne. Solo chi sta dentro una società e sa di politica aziendale sa quando i tempi di un’eventuale separazione sono maturi. Personalmente ritengo che un’eventuale partenza di Petrachi potrebbe essere verosimile per diverse ragioni. In primis mi viene da pensare che se tutte queste voci vengono diffuse c’è qualcuno che le diffonde. E’ comprensibile dopo anni che possa essersi deteriorato il rapporto con Cairo e potrebbe essere altresì comprensibile che Petrachi possa avere necessità di nuovi stimoli dopo aver dato e ricevuto molto dal Torino. Poi credo che Cairo, se lo conosco, potrebbe avere già il sostituto in casa, cioè Massimo Bava, che dopo aver fatto tanta gavetta tra Dilettanti e Serie C è arrivato al Torino restituendo al settore giovanile il lustro che merita. Sarebbe un direttore alla prima esperienza in Serie A, come Riccardo Bigon nel Napoli che Mazzarri ha portato in Champions League. Insomma, potrebbe essere una congiunzione astrale favorevole…”

21 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. alexku65 - 8 mesi fa

    Dai bimbo minkia. Cancella ancora il mio post così lo rimetto. Dalla frenecità del movimento del polso col mouse fai trapelare di essere un gran segaiolo…hai anche un nome o ti ecciti di più a stare nelle retrovie e clickareeeeee..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. alexku65 - 8 mesi fa

    Apprezzo la coerenza Seriniana di fondo. Col brutto e antipatico Miha sempre colpa sua. Col tenerone Mazzarri colpa dei ragazzacci…onestà intellettuale docet. Eppure la partita col Bologna dell’odiatissimo serbaccio qualcosa avrebbe dovuto insegnare….detto questo mi fa impazzire e commuovere allo stesso momento la censura pro Serino praticata dalla redazione…ricorda quei giornali tipo WSJ solo tesi alla spasmodica ricerca della verità …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Marco59 - 9 mesi fa

    Hai ragione, Serino, la colpa non è dell’allenatore…!!!

    Sono i giocatori e noi tifosi che non lo capiamo.

    Lui vede “oltre” e la sua filosofia è:

    “Gioca titolare fisso chi gioca peggio degli altri”.

    Questo spiega il perchè delle sue “scelte domenicali” e anche il perchè il Filadelfia resta perennemente chiuso ai tifosi: certi “schemi” e certe “scelte” devo essere ignote al resto del “mondo pallonaro”…!!!

    …muahahahahahahahahahah…!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. suoladicane - 9 mesi fa

    Mi spiace che Rampanti non sia mai graffiante nei commenti, sarà perchè anche lui è un allenatore e tra colleghi non ci si pesta i piedi……..
    io partirei dagli schemi, visto che il ns mister sa tutto di tattica, aggiorni anche i suoi giocatori allora su come si battono le punizioni ed i calci d’angolo;
    purtroppo anche quest’anno non credo andremo in EL, rispetto agli ultimi anni l’unica differenza è che lo sappiamo a fine marzo anzichè a gennaio, ma gli indizi c’erano tutti perchè quando giochi così male al massimo pareggi……
    SFT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. patricio.hernandez - 9 mesi fa

      rampanti non graffia perche ha il pass al fila…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Bischero - 9 mesi fa

    Penso che serino abbia detto cose sensate, congiuntura astrale favorevole a parte. La fortuna uno se la deve cercare e non mi sembra che il Ds ci abbia provato quando si potevano aggiustare le cose a gennaio. Perché se uno sbaglia certi giocatori in entrata in estate può, se vuole, puó rimediare provando a gennaio. Il 3-5-2si basa su 3 centrali forti(li abbiamo) un incontrista di livello(lo abbiamo) una mezzala di testa ma arcigno(lo abbiamo) una mezzala da inserimento in zona gol(e mi pare evidente non ci sia) 2 esterni completi che siano in grado di fare le 2 fasi(abbiamo solo ansaldi) e 2 Attaccanti che si completano cioé un finalizzatore e uno che gli suggerisca la giocata al puntero. Come vedete mancano 2 giocatori e mezzo. la mezzala, un esterno a destra, e la seconda punta. Iago ci prova. A volte lo fa e altre no. Qui parliamo solo di titolari… Al netto della bravura mancano le basi. Infatti Mazzarri chi chiese in estate?? Chi arrivó?
    È proprio per questo che dico che il toro di Mazzarri si vedrà dal prossimo anno. Quest anno si sono gettate le basi,fatto dovuto al cambio rosa modulo visto che le squadre non si costruiscono in un anno dopo una rifondazione. Il prossimo anno non ci saranno scuse per nessuno. Ds in primis e allenatore in secundis.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni (CAIROVATTENE) - 9 mesi fa

      Saranno 15 anni. 2 in più o 2 in meno ma si vincerà nuovamente lo scudetto del bilancio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. patricio.hernandez - 9 mesi fa

      povero bischero

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. wally - 9 mesi fa

    non so quanto Rampanti abbia fatto bene a dare quasi per scontata (a suo parere) la partenza di Petrachi..
    Petrachi è una componente molto importante della Società e certe affermazioni non aiutano la serenità dello spogliatoio..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni (CAIROVATTENE) - 9 mesi fa

      Oh si. Sono famosi i discorsi di petracchio con i giocatori volti a caricare l’ambiente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Seagull'59 - 9 mesi fa

    Tutti pensieri condivisibili quelli di Serino…
    Senza mentalità vincente e determinazione, con un centrocampo dove Rincon è il “migliore”, senza uno straccio di gioco o schema offensivo, manco per i calci da fermo: siamo obiettivamente una squadra mediocre, perché anche i programmi societari lo sono.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. gianni - 9 mesi fa

    Se da anni, con diversi allenatori e giocatori, non siamo una squadra con mentalità vincente, quali sono i fattori che restano immutati.
    È poi, mi ripeto, perché si continua a far giocare giocatori strapagati e spesso sopravvalutati?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Marco59 - 9 mesi fa

    Scusate, avete visto il “censore delle cause perse”…????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. pinomu_368 - 9 mesi fa

    WM è un ex allenatore e purtroppo per noi lo sta dimostrando, ma certamente per Soriano ha avuto fin troppo spazio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Granat....iere di Sardegna - 9 mesi fa

    Dubito seriamente che se bava diventa ds Mazzarri possa portarlo in Champions…In generale dubito fortemente che Mazzarri possa mai portarci in Champions…Sarebbe già grasso che cola se ci porta in Europa league. Non vedo l utilità di un giocatore che sappia dettare i tempi del gioco anche perché non vedo un gioco solo tanta approssimazione…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Ciccio Graziani - 9 mesi fa

    Soriano sta facendo bene, peccato che ora gioca in una squadra che è terz ultima… Qui non ha prodotto nulla

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Simone - 9 mesi fa

    “a questo Toro manca un giocatore in mezzo al campo con piedi e intelligenza tattica, che sappia dare i ritmi, capendo quando è il momento di gestire la palla e quando è il momento di accelerare”.
    Ma non è che si riferisce ad uno come Ljajic?!?!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. patricio.hernandez - 9 mesi fa

    la mentalita’vincente purtroppo manca a questa squadra…e dopo due anni la colpa non puo’ non essere del mister! in tutto questo tempo abbiamo visto giocare bene il toro solo solo due volte a marassi con la samp e qualche mezzo tempo a s.siro poi tanti pareggi inconcludenti e vittorie super sofferte con squadre nettamente inferiori..in questi due anni abbiamo visto il peggioramento di giocatori come belotti-iago falque-baselli-edera-zaza , il solo sirigu è cresciuto in maniera esponenziale risultando per piu’ della meta’ delle partite il migliore in campo facendo fare bella figura anche ai difensori..manca organizzazione di gioco offensivo dettato dalla mera approssimazione,quando c’è un calcio di punizione poi rasentiamo il ridicolo con giocatori che non sanno cosa fare,ieri la viola ha pure fatto entrare i due attaccanti della primavera e nonostante questo abbiamo palesato difficolta’ nel contenerli…pare che non possiamo fare a meno di moretti che ha qusi 40 anni!mentre lyanco se lo godono a bologna…per non parlare di soriano. allenatore da cambiare!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dinogius_9895197 - 8 mesi fa

      Ti do ragione ma ho visto un buon miglioramento anche in Rincon

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. BIOFA70 - 9 mesi fa

    Mi sembra evidente che anche questo anno… sarà per il prossimo anno…
    Fino a oggi ricordo solo 2 partite giocate da squadra con ambizioni…contro sanp e atalanta,Troppo poco…partite anche vinte ma giocate malissimo..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. alexku65 - 9 mesi fa

    Wow….

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy