Rampanti: “Toro, può essere l’anno della grande gioia o dei grandi rimpianti”

Rampanti: “Toro, può essere l’anno della grande gioia o dei grandi rimpianti”

Parola al Mister / Serino analizza così i temi in casa granata dopo la vittoria contro il Genoa

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Vittoria pesantissima per il Torino di Mazzarri, che superando il Genoa a Marassi grazie ad un gol di Ansaldi ritorna mani e piedi nella zona Europa. In “Parola al Mister” torniamo a ripercorrere i temi di giornata con Serino Rampanti, anche nel giorno di Pasqua.

Serino, stavolta il Torino ha raccolto più di quanto meritava, a compensare altre partite in cui era successo l’inverso. E’ così?

“A fine campionato quando si tirano le somme si guardano i punti fatti. Non ho mai sentito nessuno, al momento del bilancio di una stagione, dare la priorità al gioco espresso. Prima di tutto si guardano posizione in classifica e punti raccolti. Dunque in questo periodo la precedenza assoluta va data al risultato. Bisogna dire questo con realismo. E per quella che è la classifica oggi, questo può essere l’anno della grande gioia o dei grandi rimpianti”. 

A Genova è stato decisivo ancora una volta Salvatore Sirigu. 

“Quando si tirano le somme, oltre al rendimento globale della squadra, attenzione va data anche a quello dei singoli. A fine campionato una società seria valuta le risposte date da ogni giocatore basandosi su quelle che erano le aspettative. A volte succede che un singolo non renda per infortuni vari o perchè caduto in una stagione storta, la società deve sempre analizzare caso per caso per capire su chi puntare in futuro. Parlando di Sirigu, lui è uno di quelli che sta dando quel che ci si aspetta, e lo fa sempre. E’ un grandissimo portiere, al Torino sono stati abilissimi a prenderlo, poi a quelle condizioni… E’ stata una grande operazione. Altre volte si è sbagliato qualcosa sul mercato, è vero, ma a questo mondo nessuno non sbaglia mai”. 

Rampanti: “Toro trattato con iniquità, ora basta. Zaza? Prima l’uomo, poi il giocatore”

La vittoria contro i rossoblù, comunque, prende maggior valore visti i risultati delle concorrenti: nessuna ha vinto, aspettando l’Atalanta. 

“Nel campionato di quest’anno non c’è nulla di scontato e a confermare la mia tesi c’è il risultato della Lazio di ieri, che ha perso in casa con il Chievo già retrocesso. Ogni domenica ci si può aspettare di tutto. E per questo se Mazzarri fa alcune battute bisogna rispettarle e prenderle in considerazione perchè nulla è precluso. La squadra è solida e compatta, e chi arriccia il naso per il gioco non spettacolare alla fine si adeguerà”. 

Parlare di Champions League è realistico per questo Torino?

“Non bisogna assolutamente tralasciare nulla. Si punta sempre al massimo, ovviamente lavorando con umiltà e tenendo i piedi per terra. Però sognare non costa nulla, ti dà l’entusiasmo giusto e a volte i sogni si realizzano. Aspettiamo con fiducia la prossima partita, la squadra continui a lavorare con serenità e con determinazione”. 

Torino-Milan, la partita più importante degli ultimi vent’anni di Toro. Sei d’accordo con me?

“E’ una partita importantissima e hai ragione, da tanti anni il Torino non arrivava a questo punto della stagione giocandosi qualcosa di così prestigioso. Solo in quella stagione di Ventura ci furono emozioni paragonabili, quella che si concluse con la qualificazione in Europa League grazie all’estromissione del Parma. Era il 2013/2014 e il Torino concluse con 57 punti: io credo che quella quota sarà superata e che nessun traguardo sia precluso. Al netto di altri episodi arbitrali che danneggino il Torino, si intende: se le partite avranno un regolare svolgimento, sognare si può. Chiaro che ci vorrà un aiuto della dea bendata: conteranno i particolari come gli infortuni e le squalifiche, a tal proposito l’assenza sicura di Baselli e quella probabile di Falque contro il Milan sono un peccato. Per concludere, fammi aggiungere una cosa”. 

Prego.

“Complimenti ad Emiliano Moretti, autore a Genova di un’altra grande partita. Se sta così bene, perchè dovrebbe ritirarsi? Fossi in lui, andrei avanti fintanto che la condizione fisica è questa. Giocare a pallone è troppo bello, quando smetti poi ti manca, quindi andare avanti finchè si può”. 

75 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ACCONTENTISTA - 6 mesi fa

    accontentatevi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ACCONTENTISTA - 6 mesi fa

      specialmente @davidegranata, accontentati e godi!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Bischero - 6 mesi fa

    Granatiere…. Abbiamo comprato sotto la gestione mazzarri izzo bremer per 15 milioni. 3 milioni di prestito per Zaza soriano. Meité più 2 milioni per bareca. 0.6 milioni per il prestito di aina. Poi se mi conti le spese Dell anno prima che cadono sul bilancio attuale di rincon niang ed nkoulou ti posso dar ragione. Ma sono giocatori arrivati sotto un altra gestione tecnica pagati 12 mesi dopo. Il bilancio é una cosa l investimento richiesto dall allenatore una altra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Mozzo - 6 mesi fa

    Scusate redazione ma xk il forum del TORO è invaso da ratti gobbi biancomerda? L’ Ajax vi ha traumatizzato al punto da dover portare sfiga al toro ahahahag sfugati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ACCONTENTISTA - 6 mesi fa

      hai raggione,
      noi ci accontentiamo e godiamo!
      bravo!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Bischero - 6 mesi fa

    Granatiere. Il passivo di calciomercato del Torino di quest anno é 10 milioni di euro…. Ma di che grandi investimenti stai parlando scusa?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granat....iere di Sardegna - 6 mesi fa

      Più che altro mi chiedo da dove tiri fuori tu queste cifre. Se parliamo di differenza tra entrate e uscite il Toro, al netto di Barreca e meite è sotto di (almeno) 31 milioni. Vai a guardarti questo dato negli anni passati…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Mozzo - 6 mesi fa

    A tutti i ratti che criticano Cairo: non azzardatevi a venire a festeggiare in piazza l’Europa, state nelle vostre fogne visto che fino all’ultimo avete augurato il peggio al toro. Vergognatevi ratri. Depressi è sfigato che si fanno più profili x avere sostegno nel forum ahahahag rarti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Granat....iere di Sardegna - 6 mesi fa

    Per una volta sono d accordo con rampanti, nel senso che alla fine saranno i risultati a decidere se sarà una stagione memorabile. Solo una precisazione: le valutazioni a fine stagione non si fanno solo sui giocatori ma anche sugli allenatori e il paragone con Ventura o con Sinisa per soldi spesi e ingaggio percepito non si può neanche abbozzare. Il Toro (non cairo) ha messo a disposizione di questo allenatore tutte le risorse disponibili e accumulate in tutti questi anni di plusvalenze, l europa league dunque è il risultato atteso da questo investimento e noi ci siamo già bruciati inopinatamente l altro canale per arrivarci. Io rimango e rimarrò della stessa idea, per quel che può valere: se Mazzarri ci porta in Europa avrà raggiunto gli obbiettivi ed è giusto dargli l opportunità di continuare. Se non lo farà occorre fare una seria riflessione perché, senza interventi della proprietà, il Toro non può permettersi ogni anno di sostenere questi investimenti senza un ritorno economico come l europa. Tutte le riflessioni sul fatto che ci stiamo giocando l accesso fino all ultimo vanno parametrate a questa realtà oggettiva e suffragata dai numeri. A ben vedere il Toro non è la rivelazione del campionato proprio perché sono stati fatti interventi sul mercato tali da permettergli proprio di giocare per una qualificazione in Europa. Speriamo dunque che ciò avvenga e che avvenga con Mazzarri perché, se non per il gioco, se lo merita per serietà e professionalità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Daniele abbiamo perso l'anima - 6 mesi fa

    Fino a un po’ di tempo fa anche io borbottavo per il non gioco di Mazzarri quest’anno (anche se a volte si è visto, compresa la bella azione del gol a Genova ). Ma poi ho iniziato a notare anche le squadre avversarie e non mi sembra che ci siano davanti a noi squadre che offrono un gioco spettacolare, a partire dai gobbi fino ad arrivare a Inter, Napoli in tutto il girone di ritorno. Milan, Roma, Lazio …forse solo l’Atalanta ha fatto vedere quasi sempre un bel gioco..
    Quindi perché lamentarsi ? Anzi. In confronto alle squadre citate noi siamo stati quelli più penalizzati dagli arbitri, perciò a mio avviso in Europa siamo insieme alla Dea la squadra che merita di qualificarsi più delle altre. Anche per fare uno sberleffo a chi ogni anno spende sempre molto di più..
    Da qui alla fine mi auguro che i tifosi del Toro diano alla squadra la spinta che solo la passione di chi ama questi colori in passato riusciva a dare. Per la nostra storia gloriosa e tragica, felice e sciagurata.
    Perché ricordiamoci la bella metafora del Mondo: noi siamo gli indiani, fieri e puri, mentre gli altri sono i cowboy, più ricchi e arroganti; e ogni tanto gli indiani devono vincere una battaglia, perché le battaglie vinte da noi sono poche, ma sono le più belle.
    Forza Toro !!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Granata69 - 6 mesi fa

    Non capisco tutte queste polemiche tra noi, la qualità del gioco è sotto gli occhi di tutti, che creiamo poche occasioni da gol è evidente a tutti, che la rosa ha delle lacune anche, si è puntato su giocatori che non hanno reso come ci si aspettava ed è evidente. Ci sono stati errori arbitrali e di parte ampiamente compensati dalle occasioni gettate al vento. Ma altrettanto evidente è che la squadra è tosta, non molla mai,pur con tutte le nostre pecche, adesso giochiamoci queste 5 partite innanzitutto con la stessa grinta e accettiamo serenamente il risultato del campo , ovvero quello che dovrebbe fare uno sportivo ancor prima che un tifoso del Toro. Forza TORO sempre e comunque.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Il Grillo Parlante - 6 mesi fa

      Hai detto delle semplici cose che nessuno ti puo’ contestare. Infatti anche io le polemiche non le capisco. Il problema e’ che durante le partite arrivano persone, direi cafoni, a sfogarsi. Poi non scrivono fino al prossimo weekend. Questi dicono cio’ chhe gli capita per la mente, se possonoe credono insultano poi se ne vanno. Il weekend e’ cosi’. Infatto ora ti posso garantire che lascio questi personaggi al loro destino, Posto durante la settimana ogni tanto come facevo prima. Ti saluto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Mimmo75 - 6 mesi fa

    Davide rispondevo al tuo post che però non vedo più

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. DavideGranata - 6 mesi fa

      Non ti preoccuoare, Mimmo.

      Questo è “territorio” della Cairo Communication e Redazione e compagnia bella sono al servizio e a libro paga del mandrogno, dunque tutto quello che va contro il loro signore e padrone, anche se argomentato, serio e comprovato, viene subito cancellato.

      Dovrebbero vergognarsi, ma lo stipendio che gli versa mensilmente il mandrogno è essenziale per la loro sopravvivenza.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Mimmo75 - 6 mesi fa

    A Bologna c’è anche Edera che però vede il campo con il binocolo: quindi Mazzarri ci ha visto giusto non facendolo giocare e poi mandandolo in prestito? È solo una battuta per dire che, a prescindere dagli allenatori, bisogna capire se si vuole concretezza o se si è disposti a metter da parte i risultati per puntare molto sui giovani. È un po quello che faceva il Toro di Ventura quando ci lamentavamo della mancanza di risultati. Sono scelte societarie. Lyanco e Bonifazi avevano bisogno di continuità d’impiego, soprattutto il brasiliano per testare il recupero dal lungo infortunio. Con la difesa da record che ci ritroviamo e con l’obbiettivo EL sbandierato da ormai 3 anni non l’avrebbero avuta. Come non la sta avendo Bremer che però è più giovane e può permettersi un anno di apprendistato puro. Mazzarri sta dando comunque spazio a Berenguer, Parigini, Aina e Lukic (coetanei di Lyanco e Bonifazi) e ha fatto esordire lo sfortunato Millico. Ma se vuoi risultati non puoi affidarti a troppi giovani tutti insieme, se lo fai devi mettere in conto e accettare gli alti e bassi dell’età, noi tifosi in primis, e non pretendere nulla se non impegno. Se poi ti ritrovi una nidiata da urlo come quella dell’Ajax il discorso cambia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Il_Principe_della_Zolla - 6 mesi fa

      “Ma se vuoi risultati non puoi affidarti a troppi giovani tutti insieme”: questo vale per Mazzarri e buona parte degli allenatori, ma solo in Italia.
      Comunque, Mazzarri pratica un calcio vecchio, di facile lettura, votato al “non gioco” della propria e dell’altrui squadra. Il consiglio è di vedere qualche partita del campionato olandese, spagnolo, financo francese (vedi il Lille di Galtier).
      Come faccia a piacere questo allenatore e il gioco che pratica resta per me un mistero, parlando di calcio. Poi se ci pieghiamo al puro pragmatismo ci s’impone di accettare persino gli epigoni di Mondino Fabbri. Ma di pragmatismo puro duri sì e no una stagione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 - 6 mesi fa

        Hai assolutamente ragione. Il fatto è che in Italia manca la cultura calcistica che hanno i paesi da te citati. Qui dopo 3 gare consecutive perse succede il finimondo e partono contestazioni pesanti. Accade soprattutto alle squadre principali che, per storia e tradizione, DEVONO vincere o almeno partecipare alle comperizioni europee. Noi non siamo immuni, avendo una storia importante da onorare. Siamo il paese dove i tifosi sono gli interlocutori dei calciatori. Ricordi i genoani far togliere le maglie ai calciatori a partita in corso? O sabato scorso restar fuori dallo stadio per contestare una squadra che non è neanche a rischio retrocessione! Siamo il paese dove Genny la canaglia si occupa di ordine pubblico. I tifosi del Toro costringono Quagliarella ad andarsene per essersi scusato dopo un gol alla sua squadra del cuore, ma poi attaccano Lyanco che esulta dopo un gol del Bologna al Toro che NON è la sua squadra del cuore ma ne detiene solo il cartellino. Solo la Dea riesce ogni tanto a coniugare bel gioco, gioventù e risultati, ma tali periodi sono intermezzati anche da retrocessioni. Purtroppo è l’eccezione che conferma la regola. Rivolgo una domanda a tutti: saremmo disposti ad accettare il rischio serie B pur di diventare una realtà come la Dea? Da come reagiamo per la sola ipotesi di mancata qualificazione all’EL direi di no, ma magari sbaglio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. DavideGranata - 6 mesi fa

          Dispostissimo a prendermi questo rischio, Mimmo, se si lasciasse spazio VERO ai nostri Giovani in maniera continuativa e con la giusta fiducia per farli crescere, anzichè bollarli come brocchi incapaci quando giocano 10 minuti ogni morte di papa e a risultato pressochè acquisito, sbagliano un pallone o un intervento e poi vengono sistematicamente lasciati marcire in panchina.

          Basta con questi pregiudizi da 4 soldi: a Zaza, a Soriano, a Berenguer e compagnia bella sono semore state date montagne di opportunità dimostrando, nel 90% dei casi, di non meritarle e solo perchè sono stati strapagati e “qualcuno” non ci vuole rimettere e dunque devono giocare per forza per non perdere il loro valore sul mercato.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Il_Principe_della_Zolla - 6 mesi fa

          L’Atalanta ha tutto in testa tranne che retrocedere in B, e puntare sui giovani non significa necessariamente puntare sul fai da te o “sui giovani scarsi”. A noi manca tutto per poter fare bene, ma basterebbe cominciare da qualcosa, qualcuno. E questo qualcuno non è certamente Mazzarri. Certo che che l’organigramma societario che ci ritroviamo, senza nessuna passione né ambizione, non c’è nulla che tenga. Ma ti assicuro che l’equazione “tecnico moderno e preparato” + “giovani di talento” = “risultati sportivi, o quantomeno divertimento assicurato”, non è un’equazione impossibile.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Mimmo75 - 6 mesi fa

            Ma sono d’accordo sull’equazione. È la mentalità italiana a renderla impossibile.

            Mi piace Non mi piace
  11. Mozzo - 6 mesi fa

    @DavideBianconero il settore giovanile ha come principale scopo quello di sfornare talenti che siano utili alla prima squadra o x fare plusvalenze. I risultati sportivi possono anche non esserci come quest’anno, ma far uscire talenti come Millico è già di x se un successo e vale una stagione senza trofei. A parte quest’anno, gli anni precedenti qualche trofeo il toro primavera l’ha portato a casa.
    Guarda il presente e non l’anno scorso o quello prima, x adesso la classifica da ragione a Cairo.
    Se invece non andremo in Europa avrete ragione voi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Il Grillo Parlante - 6 mesi fa

      voglio solo farti notare che io non sono felice se non si va in EL, Io sono contentio che abbiamo Sirigu e campioncini in Primavera. Riesci a divide le due cose? Non tutto quello che e’ fuori e’ male e tu sei il bene. Esistono punti di vista.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Andrea 86 - 6 mesi fa

        Visto che la domanda è stata fatta a tal @Davide, ma risponde tal @GrilloParlante, che senso ha farsi due profili diversi per spalleggiarsi da soli mettendosi anche una montagna di likes? Non è che questi tifosi “incazzati” sono rimasti in 4 gatti, stanno diminuendo sempre più e hanno bisogno di questi mezzucci per sembrare tanti? Rimane solo più il pensiero che Cairo vi abbia trombato la moglie, è diventata una protesta a prescindere, nessuno scopo costruttivo, solo una cieca caccia all’uomo. Mah!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Il Grillo Parlante - 6 mesi fa

          Veramente credi a quello che hai scritto, dei due che si spalleggiano con i like? mah, Se tu fossi oggetto per due giorni di insulti , cercando di difenderti e mai offendere. Allora capiresti. Prova a cercare nel passato quello cvhe ho detto di strano. Prova invece a contare tutti gli insulti che mi sono arrivati e capisci che a me frega posoo di spalleggiare qualcuno a me frega di dire la mia e rispondo di quello che dico. Delle tue fantasie non me ne faccio nulla. Qui sono arrivai una marea di maleducati che usano il turpiloquio come normalita’. Ti faccio lo stesso invito che ho fatto ad altri, leggi i post prima di parlare e non fare di tutta l’erba un fascio. Io rispondo di quello che scrivo io. E cercoo di calmare questi zotici senza offendere nessuno.
          Poi ancora , dici a me di non intromettermi e tu lo fa i a tua volta. Pero’ a te e’ eprmesso eheheh mai dai
          lasciamo perdere e cerchiamo di restare uniti invece di prendere a nomi chi non si esalta. Parlo di quello che scrivo io non altri.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Il Grillo Parlante - 6 mesi fa

            p.s. questa dei dei profili che si spalleggiano e che siamo in pochi mi fa veramente sorridere, sai che mi puo’ importaredi queste cose, scommetto che prima di parlare e intrometterti non hai neppure letto dve scrivo che non dobbiamo metterci contro tra di noi ma essere uniti… ehehehhe bisongerebbe anche pensare prima di…
            ciao

            Mi piace Non mi piace
    2. DavideGranata - 6 mesi fa

      Che ragionamento sopraffino: niente trofei sportivi, ma solo “carne da plusvalenze” per far fare più quattrini al mandrogno. E se poi ne dovesse arrivare qualcuno (di trofeo), tutto grasso che cola e merito al mandrogno medesimo per la sua “oculatezza”…!!!

      Ti consiglio di mandare il tuo CV alla Cairo Communication: vedrai che un posto da “ragioniere”, con le idee che ti ritrovi a tal proposito, te lo trovano di sicuro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. granatadellabassa - 6 mesi fa

    Lyanco e Bonifazi avevano bisogno di giocare con continuità e bene ha fatto il Toro a mandarli in prestito considerando anche le grandi prestazione dei nostri difensori Izzo, Djidji (fino all’infortunio), Moretti e N’Koulou.
    Al posto di chi li avresti fatti giocare?
    Rispondi anche tu con onestà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. DavideGranata - 6 mesi fa

      Li avrei fatti giocare comunque, con più continuità, alternandoli agli altri e tendomeli ben stretti, magari con un minimo di fiducia e di rischio in più.

      E adesso che ti ho risposto, saresti disposto a perdere due Ragazzi che, dove stanno giocando, hanno dimostrato tutto meno che di essere dei brocchi panchinari…??

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. RinoVecchiato - 6 mesi fa

        Scusa Davide, ma ti è chiaro il concetto di giocare con continuità, che è il presupposto appunto per permettere ad un giovane di dimostrare quello che vale?
        Perché come avresti voluto fare tu mi sembra il classico modo per non dare continuità adi alcuno, scontentando giovani e titolari.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. granatadellabassa - 6 mesi fa

        Chi ha detto che sono dei brocchi e che il Toro li vuole perdere? Lo stai scrivendo tu. Se la difesa funziona alla meraviglia, perché devo far turn over? Rischio inutile poi qui ognuno la vede come vuole.

        Mandandoli in prestito invece ora li abbiamo testati per bene. Bonifazi ha fatto il titolare nella difesa a tre della Spal e si candida per una maglia da titolare nel Toro. Lyanco invece ha dimostrato (facendo gli scongiuri) di essere completamente guarito e può dare fastidio ai titolari. Poi potrebbe essere lui stesso il titolare, magari subiremo delle cessione eccellenti lì dietro.
        In ogni caso abbiamo fatto maturare due ragazzi. Lo si fece a suo tempo con Cravero o Ezio Rossi perché non si può fare con Bonifazi e Lyanco?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. BACIGALUPO1967 - 6 mesi fa

      Li avrebbe fatti giocare nel modulo a doppia farfalla incavolata di Oronzo Cana’ nel 555.
      Con una sola competizione i due ragazzi reduci da infortuni traumatici e muscolari avevano bisogno di giocare con continuità giusto mandarli in prestito.
      Lyanco si è giocato la permanenza al toro nella partita di coppa Italia contro la Fiorentina, dove fu disastroso a causa di una condizione fisica precaria e di una non abitudine al campo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Mozzo - 6 mesi fa

    Cairo cattivo, ci mangia sul toro, 14 anni di figure di merda, plusvalenze ecc ecc ecc. Intanto il settore giovanile sforna bravi talenti e raggiunge bei traguardi.
    Poi guardiamo il presente, il passato è passato,
    può essere stato anche un cattivo presidente fino all’anno scorso, ma quest’anno non li si può recriminare nulla…siamo lì in alto a lottare x la CHAMPIONS quindi le critiche stanno a ZERO.
    Ripeto: i risultati di quest’anno x adesso danno ragione a lui e non a voi criticoni brontoloni scassa minchia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. DavideGranata - 6 mesi fa

      Li vedo, li vedo, i traguardi che Coppitelli sta raggiungendo…!!!

      Viareggio, Coppa Italia…e adesso se continua così possiamo salutare la Poule Scudetto di quest’anno.

      Come credi che si sentano i Ragazzi, di fronte ad un allenatore che, per il momento, ha perso la tramontana e che non incute più sicurezza, grinta e fiducia ai Ragazzi medesimi…???

      L’hai vista la partita di venerdì contro la Roma Primavera…???

      Hai letto gli articoli che ho postato sotto su Lyanco e Bonifazi…???

      Tutto bene, vero, Madama la Marchesa…???

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Il Grillo Parlante - 6 mesi fa

    da molti nuovi qui dentro vedo solo presunta saccenza e volgarita’ nelle battute. Sono tutti capaci ad essere cosi’. Difficile e’ essere migliore.
    Purtroppo sul web tutti valgono uno, lo sarebbe anche Socrate, purtroppo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. ANNO1976 - 6 mesi fa

    Comunque vada è una grande annata.
    Complimenti a tutti.
    Nessuno escluso.
    Anche se non dovessimo andare in Europa il Toro ha fatto un ottimo campionato, nonostante gli errori arbitrali.
    Grazie grazie grazie.
    Se dovessimo centrare l’Europa invece ditemi dove ci incontriamo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Granatissimo1973 - 6 mesi fa

    Il gioco sara’ anche brutto, anche se non sempre, ma la squadra è efficace.

    Quarta difesa del campionato, a 1/2 goal di distanza dalla seconda e terza difesa.

    Una sola sconfitta in trasferta sinora.

    La sensazione che tutto sia davvero possibile…se col Milan dovesse andare bene immaginatevi con quale euforia arriveremmo al derby e al 4 Maggio…

    Il mister a tanti non piace, pero’ anche chi lo critica dovrebbe riconoscere che è riuscito a plasmare in un anno questa squadra a sua immagine e somiglianza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Bischero - 6 mesi fa

    Bravo Mimmo. Alla tua disamina aggiungerei la carenza cronica di giocate importanti sugli esterni. L unico adatto al modulo dei 4 é ansaldi. Desilvestri, aina(che per me é un ottimo giocatore ma non proprio eccellente con i piedi) e parigini non riescono mai a mettere palloni decenti in mezzo e giocare in palleggio con i conpagni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Mimmo75 - 6 mesi fa

    Riguardo al gioco…non esiste un solo modo di giocare “bene” e bisogna distinguere estetica ed efficacia. Quando hai una squadra ricca di talenti puoi coniugare entrambe le cose. In caso contrario devi trovare il miglior compromesso possibile per esaltare al massimo le qualità individuali dei calciatori a disposizione. È quel che sta facendo Mazzarri, ritrovatosi, suo malgrado, all’ultimo giorno di mercato, una punta come Zaza, ottimo come riserva del Gallo ma non come partner. Si è ritrovato un Soriano fuori condizione e con la capoccia montata al contrario e che non ha garantito qualità tecnica importante. A gennaio, ceduto, non è stato sostituito. C’è poco da ricamare però questo Toro, a maggior ragione in assenza di Iago perché Berenguer ha qualità ma non regge botta se non ha spazi nei quali andarsene in dribbling e Parigini nelle ultime due gare ha mostrato poca maturità e freddezza. C’è da mazzolare e restare concentrati per essere cinici quando capitano le occasioni. C’è da sfruttare il fisico e la bravura nelle conclusioni dalla distanza (mi sembra che siamo tra i primissimi in questa speciale classifica) appoggiandoci sul nostro punto di forza principale: difesa e portiere. Si chiama pragmatismo e Mazzarri ne è fornitissimo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 - 6 mesi fa

      Correggo: c’è poco da ricamare PER questo Toro…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. granatadellabassa - 6 mesi fa

      Hai la mia stessa opinione. L’attacco del Toro non è adatto al 3-5-2. Nel mercato si è speso tantissimo ma non si è riusciti a convertire completamente una rosa che era nata per il 4-2-3-1 di Sinisa.
      Concordo anche con Bischero quando parla dei piedi non raffinati di Aina e De Silvestri. E di mio aggiungo la mancanza di un centrocampista che sappia far girare la palla come Dio comanda.
      In questo contesto è difficile fare spettacolo. Siamo lì perché la squadra protegge alla grande la difesa, perché lottiamo fino all’ultima goccia di sudore e sia quadrati tatticamente.
      Unico fuoriclasse: Salvatore Sirigu (e non è poco).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Simone - 6 mesi fa

      Wm è venuto al timone 6 mesi prima di questa stagione durante i quali ha saggiato chi aveva x decidere se tenerli o meno x poi dedicarsi a chi farsi prendere.
      se ciò che ha nn è sufficiente è solo colpa.sua

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. DavideGranata - 6 mesi fa

        Esatto.

        Ma ai più sembra che costui sia l’eccelso allenatore per eccellenza e che il suo “pragmatismo giocato” sia quanto di meglio si possa desiderare dalla vita sportiva.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. ellelibo_669 - 6 mesi fa

    davide scrivi e scrivi… ma la sostanza e’ che tu stai sperando che il toro arrivi ottavo.. a me sembri tanto triste ma rispettabilissimo..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. DavideGranata - 6 mesi fa

      Sei anche un “esperto” di speranze altrui…??

      Caspita, che sagacia…!!!

      Prima scrivi e dici agli altri di scrivere e parlare di calcio, ma poi fai lo “psicologo da tastiera”…!!!

      Beata incoerenza…!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. melorend_550 - 6 mesi fa

    Ad inizio campionato, e precisamente con il furto subito a Bologna mi ero ripromesso di commentare alla fine del campionato, ma non sono riuscito ad arrivare alla fine a causa dei vari commenti che screditano il valore della squadra, il gioco di Mazzarri ( Magari vedono solo il Barca o il Citi )
    Mai come quest’anno abbiamo la possibilità di fare un miracolo sportivo, in altri articoli mi sono imbattuto in commenti che non hanno niente a che vedere con la grinta che da sempre ci ha dato orgoglio e forza. Se la memoria non mi inganna mancano almeno 8 punti se non di più, abbiamo una società solida, giovani interessanti, e se arrivassimo in champions si potrebbero fare degli investimenti mirati e restare tanto tempo laddove manca l’ossigeno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. ellelibo_669 - 6 mesi fa

    davide… a parte il fatto che ho 50 anni e quindi se valesse qualcosa anche io un po’ di toro ne ho visto… ma non e’ questo il punto… non ti accorgi che la tua guerra contro l’attuale presidente? la dirigenza? il mister? diventa un’autolesionistica e noiosa guerra contro i nostri colori.. contento tu… io godro’ solo se il toro andra’ in europa.. temo che tu invece godrai se potrai dire.. l’avevo detto.. che tristezza

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. DavideGranata - 6 mesi fa

      Al contrario, questa guerra non è solo mia, ma di tanti, tanti altri, Vecchie Glorie comprese, ed è tutto meno che autolesionista e noiosa.

      Nessuna guerra contro i Nostri Colori e contro la Nostra Maglia, ma contro chi li sta disonorando da 14 anni.

      Io preferisco aspettare la fine della stagione e fare i conti a quel momento e se pensi a me come quello che ha voglia di dire “io l’avevo detto”, sei veramente squallido.

      Ma, ahimè, dimentico sempre che qui c’è gente che sa tutto di tutti e che si permette di fare congetture e ipotesi sull’altrui pensiero.

      Questa è veramente una tristezza.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. BACIGALUPO1967 - 6 mesi fa

    Tutto condivisibile quanto dice Serino.
    L’attuale posizione è merito di Mazzarri che ha creato un gruppo coeso, cattivo, che ci crede e con una condizione fisica ottima. Alla classifica mancano 3 punti per errori arbitrali e mancata chiamata del VAR e 3 punti per colpa nostra 2 a Bologna e 1 a Roma.
    L’unica sconfitta in trasferta sono la dimostrazione che i ragazzi non mollano mai e questo è merito loro e del mister.
    Adesso 5 partite alla morte 450 minuti dove tutti dobbiamo stare vicino alla squadra al mister alla società in particolare il 3 maggio.
    Forza vecchio cuore granata

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. granatadellabassa - 6 mesi fa

    Ragionandoci bene mi viene in mente un grande rimpianto ovvero le due sconfitte con la Roma. Sconfitte che potevano essere due pareggi. Guardate come cambierebbe la classifica se ne avessimo pareggiata almeno una: saremmo davanti ai giallorossi.
    Per il reste a partite in cui è andata bene si sono alternate partite in cui è andata male…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. user-13963758 - 6 mesi fa

    i reduci delle trionfalistiche feste di ieri di piazza San Carlo, si sono ripresi dalle sbornia e sono tornati a impestare il forum, trovando da dire sugli aggettivi di rampanti e prendendo le parti dei giornalisti prezzolati che ridicolizzano il nostro mister wm… ma perché nn tornate a festeggiare????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. DavideGranata - 6 mesi fa

      Su, su , da bravo…non ti agitare, altrimenti ti potrebbe venire un coccolone…!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Il Grillo Parlante - 6 mesi fa

      credimi, inventare storielle con il fine di darsi ragione, non e’ un buon metodo per dialogare. IUo invece faccio la differenza netta tra chi INSULTA e chi NO. Se tu difendi quelli che insultano neh…
      Puoi trovare tutti gli aggettivi ma qui ultimamente il sito si e’ infestato di nuovi che sanno solo insultare. I vecchi del sito siamo noi e non loro sia chiaro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. prawn - 6 mesi fa

    Dobbiamo fare 4 punti…
    Milan in casa, direi 1X
    Derby… Puo’ succedere di tutto, loro ormai hanno vinto lo scudetto ma e’ un derby, io spero in un X2
    Torino Sassuolo dovrebbe essere un 1X
    Empoli Torino un 2 secco
    Torino Lazio un 1 secco

    Ci sono i presupposti per battere quell’annata, secondo me con Milan e Lazio i punti arriveranno, con Sassuolo ed Empoli possono ‘nascere’ i veri rimpianti, che sarebbero la goccia che fa traboccare il vaso dei rimpianti dei punti persi quest’anno con le ‘piccole’.

    Vincere il Derby sarebbe una gran cosa, sistemerebbe una stagione che con o senza EL non mi ha comunque entusiasmato o convinto troppo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. user-14204460 - 6 mesi fa

    caro Davide granata se mai andremo in Europa ligue o addirittura in Champions mi dispiacerá per gli pseudo tifosi come te che criticano una squadra ancora in corsa per le due europe . poi addirittura critichi Mazzarri per la sceneggiata con il Cagliari. ….ma tu la partita l’hai vista? arbitrata in maniera scandalosa da Irrati. Se permetti è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso dopo tantissimi errori arbitrali a nostro sfavore durante tutto l’anno e che se non era per i risultati favorevoli di sabato avrebbe compromesso definitivamente la stagione. quindi ti consiglio di far pace con il cervello e di tifare un po di più come sappiamo fare solo noi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. DavideGranata - 6 mesi fa

      L’ho vista, l’ho vista eccome.

      Ha giovato a qualcuno, la sceneggiata…???

      Ha cambiato qualcosa nella nostra classifica…???

      P.S.: “fai pace con il cervello” lo dici a qualcun altro, chiaro ? E pensa alla tua scatola cranica, non a quella altrui.
      Se non insultate qualcuno che non la pensa come voialtri ad ogni post che scrivete non vi sentite troppo bene, vero…???

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Il Grillo Parlante - 6 mesi fa

      invece di argomentare partite sempre dalle definizioni degli altri, adesso sarebbe uno pseudotifoso. Chi non e’ un convinto della situazione stante e’ uno “pseudotifoso”
      Il web e’ proprio bello, tutti valgono uno anche Socrate varrebbe uno qui.
      Come diceva lui “ci sono quelli che hanno qualcosa da dire e altri che devono dire qualcosa”

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. Grande Torino - 6 mesi fa

    Sono d’accordo con Rampanti, un’occasione così non ci capitava da tanto tempo, non facciamola diventare un rmpianto. Ora tutti a tifare Toro, fino all’ultima giornata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. ellelibo_669 - 6 mesi fa

    quindi davide il tuo unico credito sarebbe l’anagrafe.. poca roba in questo contesto.. mi spiace… libero di essere contro… ma a chi giova?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. DavideGranata - 6 mesi fa

      L’anagrafe è importante, specialmente per chi ha vissuto la Storia del Torino Calcio e ha visto alzare dei trofei e uno Scudetto.

      Molta roba in questo contesto fatto di una nuova generazione di tifosi che, di soddisfazioni vere, non ne ha ancora mai avute.

      Contro…???

      Contro chi vuole il male del Toro e ne ha fatto il suo bancomat personale, servendosene inoltre per i suoi scopi imprenditoriali e il suo tornaconto, facendo addirittura affari con la controparte merdosa bianconera e non avendo ancora mantenuto una che sia una delle promesse sportive fatte da 14 anni a questa parte, una delle quali di fronte a Sua Madre Buonanima.” Riporterò il Toro al suo antico splendore e ai suoi fasti sportivi.”

      Sempre contro questo mascalzone.

      A chi giova…??? Io direi al Torino Calcio, tanto per cominciare.

      “Quelli di adesso” (cit. Paolo Pulici)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. Mimmo75 - 6 mesi fa

    Condivido quel che dice Rampanti: non partecipiamo al festival di Sanremo, dove in teoria vince la canzone più bella, ma a un campionato professionistico dove vince chi fa più punti. Il bel gioco è un di più auspicabilissimo ma se è fine a se stesso ne faccio volentieri a meno e mi prendo la concretezza di questo Toro massiccio che sta rompendo le uova nel paniere alle grandi dal posto garantito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. RobyMorgan - 6 mesi fa

    Voglio crederci fino in fondo, e se ci riusciremo, sarà un’annata storica!!!
    FVCG sempre, e ancora così fino alla fine.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. ellelibo_669 - 6 mesi fa

    davide… sedicente granata.. in linea teorica tutte le opinioni valgono uno… qui si parla di calcio.. serino rampanti e’ opinionista accreditato calcisticamente parlando. tu davide quali crediti calcistici avresti oltre alla tua opinabilissima opinione??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. DavideGranata - 6 mesi fa

      Io ho fatto una domanda, in maniera educata e pulita, proprio a Serino che è opinionista serio e accreditato.

      E poi ho detto che giammai mi adeguerò al non gioco di mazzarri e che preferisco arricciare il naso, in piena libertà e democrazia.

      Che lo faccia Lui, ovviamente sempre in piena libertà e democrazia, senza parlare per altri.

      Sedicente granata, poi, lo dici a qualcun altro, proprio perché qui si parla di calcio e non di battute ridicole o comportamenti al di là del Regolamento.

      P.S.: quando avrai più di sessant’anni di militanza Granata alle spalle, ne riparliamo, in maniera “opinabilissima”, se credi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. DavideGranata - 6 mesi fa

      Lui queste cose non le può sapere: parla solo per “partito preso” e per fare l’avvocato delle cause perse.

      Non infieriamo Kieft.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Grande Torino - 6 mesi fa

      Non diciamo inesattezze, fu Rampanti a segnalarlo a Vatta ed al Toro che grazie al suo consiglio lo acquistò nel 1990.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. granatadellabassa - 6 mesi fa

      A me risulta il contrario. Serino aveva allenato Vieri nella Primavera e insieme avevano vinto lo scudetto ma Calleri volle venderlo al Venezia per arrivare alla comproprietà di Petrachi…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. DavideGranata - 6 mesi fa

        La storia è ormai nota e arcinota. Il tecnico Rampanti consigliò al patron di cedere il giocatore in comproprietà, perché ormai la maturazione era dietro l’angolo e occorreva solo aspettare prima di vedere il Bobo nazionale sbocciare completamente….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Kieft - 6 mesi fa

        Rinuncio’ a un giovane Vieri per avere Silenzi

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Il Grillo Parlante - 6 mesi fa

      @ellelibo,
      seicente granata a uno che mastica granata da una vita, ma non vi sono piu’ limiti alla tua convincione di essere assolutamente nel giusto. Quindi tu sei assolutissimamente il vero granata doc. Perbacco. Hai un’alta considerazione di te stesso ovunque letto quello che scrivi, vedo il difeinire gli altri il catalogarli, complimenti sei davvero umile….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. DavideGranata - 6 mesi fa

        Non conoscono nemmeno l’ABC del Torino Calcio e hanno ancora il coraggio di “banfare”.

        Sono veramente patetici, ridicoli ma, soprattutto, ipocriti sino alla paranoia.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. DavideGranata - 6 mesi fa

    “….E per questo se Mazzarri fa alcune battute bisogna rispettarle e prenderle in considerazione perché nulla è precluso. La squadra è solida e compatta, e chi arriccia il naso per il gioco non spettacolare alla fine si adeguerà”.

    Scusa una domanda, Serino: a parte le battute mazzarriane di dubbio gusto (che ne hanno fatto una macchietta di fronte ai vari giornalisti) dovremmo anche “rispettare” la sua sceneggiata di domenica scorsa contro il Cagliari…???

    Adeguarmi al suo “gioco” (parola grossa)…???

    No, grazie, preferisco arricciare il naso. Se vuoi adeguarti, fallo pure tu.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. Simone - 6 mesi fa

    Ho il grande rimpianto x quello che è andato in Turchia e non è stato sostituito.
    Sarebbe bastato veramente poco…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kieft - 6 mesi fa

      Anch’io lo rimpiango …

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Forzatoro - 6 mesi fa

      Cerci?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. granatadellabassa - 6 mesi fa

    Gli unici rimpianti che potremmo avere sono legati ad episodi arbitrali. Per il resto la squadra sta dando il massimo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy