Ripartire da dove ci si era fermati

Da Padova a Padova. L’anno passato proprio all’Euganeo il Toro iniziò la propria rincorsa verso la zona playoff, dopo l’inopinata sconfitta interna subita ad opera del fanalino di coda Salernitana. Questa volta, al contrario, a Bianchi e compagni non si chiede la riscossa, perché gli ultimi risultati sono stati tutt’altro negativi, con i diciannove punti conquistati nelle ultime…

di Redazione Toro News

Da Padova a Padova. L’anno passato proprio all’Euganeo il Toro iniziò la propria rincorsa verso la zona playoff, dopo l’inopinata sconfitta interna subita ad opera del fanalino di coda Salernitana. Questa volta, al contrario, a Bianchi e compagni non si chiede la riscossa, perché gli ultimi risultati sono stati tutt’altro negativi, con i diciannove punti conquistati nelle ultime nove giornate. Ma, bensì, di continuare sulla strada intrapresa, quella giusta per una possibile promozione.

Lerda dovrà essere bravo a dare la necessaria carica agonistica alla squadra per farla ripartire con lo spirito visto nelle ultime gare e, soprattutto, evitare che le vicende di mercato possano distrarre i giocatori maggiormente interessati. Su tutti un Ogbonna finito al centro di parecchie trattative, con Genoa e Napoli in prima fila. Tenendo in considerazione che il Padova in avanti può contare su Davide Succi, capocannoniere del campionato di B, al vice capitano si chiede la massima concentrazione.

Sarà un test molto importante per la formazione granata, anche perché la ripresa dopo una sosta è sempre un terno al lotto. Ne seppe qualcosa il primo Toro della gestione Cairo, che tra gennaio e febbraio rischiò di gettare alle ortiche tutto il buono messo in mostra nella prima parte di stagione. Fondamentale ripartire con lo spirito giusto e provare ad accorciare ulteriormente il distacco dalle primissime posizioni.

(foto: M. Dreosti)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy