Roma-Torino 2-0: i granata giocano, i giallorossi segnano

Primo tempo / La squadra di Spalletti nei primi 20′ sembra inarrestabile, poi i granata salgono ma non pungono

di Redazione Toro News

Due gol in 7 minuti che piegano le gambe del Toro: le reti di Dzeko e Salah restituiscono l’immagine di un primo tempo di marca giallorossa. Il Toro sembra non esserci, poi con i minuti il baricentro si alza e la sofferenza è alleviata. Ma nel secondo tempo, contro una Roma in stato di grazia, ci vorrà un’impresa.

Mihajlovic si presenta alla partita con una difesa mai vista: non ce la fa Ajeti, sofferente al polpaccio per tutta la settimana. Al suo posto, a fianco di Moretti, c’è De Silvestri. L’attacco e il centrocampo sono quelli annunciati, con Iago Falque, Belotti e Ljajic chiamati a ferire una retroguardia capitolina che vede Juan Jesus sostituire Rüdiger.

Le squadre si affrontano subito a viso aperto – ci si aspettava qualcosa di diverso? A passare, però, è la Roma: al 10′ Dzeko riceve da Naiggolan al limite dell’area e fa partire un rasoterra sul secondo palo che si insacca alle spalle di Hart. Il primo round della sfida del gol tra lui e Belotti è del bosniaco. Il Toro accusa il corpo e deve ringraziare Nainggolan che due minuti dopo colpisce bene la sfera ma la indirizza centralmente. Arriva il 17′ e il Toro si eclissa: su una palla vagante in area di rigore dopo una ribattuta di testa di Barreca, Salah è liberissimo di caricare un sinistro che si infila sul primo palo. Il terzo gol rischia di arrivare arrivare solo due minuti dopo, quando l’egiziano si libera di Barreca e colpisce il palo dopo uno splendido tiro a giro.

La prima conclusione granata è di Benassi, ma la sostanza delle cose non cambia. La squadra granata è priva di idee nel collegamento tra le due trequarti, e Belotti – servito solo su lanci lunghi – è spesso in fuorigioco. Mancano le giuste distanze in entrambe le fasi, e dietro De Silvestri è in – naturale- difficoltà a mantenere la posizione a fronte di un gigante in stato di grazia come Dzeko. Quantomeno, con il passare dei minuti l’aura di onnipotenza che circondava il gioco della Roma nei primi 20 minuti sembra attenuarsi, e gli uomini di Mihajlovic tornano ad affacciarsi dalle parti di Szczesny, senza però pungere.

Le migliori occasione per il Torino sono un tiro di Lukic al volo da fuori area al 40′ che si spegne sul fondo e un inserimento di Benassi nell’ultimo minuto. Segnali di risveglio, ma nel secondo tempo ci vuole l’impresa.

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. cantante - 4 anni fa

    Non è ‘ problema il risultato tanto per quest anno……ma fuori partita al 18’ leggeri, impalpabili, non quadrati non una squadra

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. robytrol_181 - 4 anni fa

    Il toro mi sta piacendo, anche se la Roma è chiaramente superiore. Purtroppo non riusciamo a essere pericolosi ma almeno ce la stiamo giocando, pur dopo aver preso due pappine

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 4 anni fa

      Ahahhahahahhah

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. BannatoGranata - 4 anni fa

      vesti gli occhiali CairoMiha? Belli

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. BannatoGranata - 4 anni fa

    Continuate a bannarmi quando vi critico.
    Scrivete scrivete, fate i complimenti ad allenatore e società, bravissimi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Simone - 4 anni fa

    Basta col servilismo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ddavide69 - 4 anni fa

    Boh

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. gantonaz64 - 4 anni fa

    Ma che partita state vedendo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy