Roma-Torino 4-1: Dzeko vince il duello con Belotti. E tra Peres e Zappacosta è parità

Post-partita / Il bomber giallorosso vince il testa a testa con il granata grazie a un gol decisivo che lo proietta a due reti di vantaggio nella classifica cannonieri. E la sfida tra terzini…

di Nicolò Muggianu

Era la sfida tra due degli attaccanti più prolifici e più in forma del momento e – almeno sul fronte giallorosso – non ha deluso le aspettative. Dzeko infatti, dopo la straordinaria tripletta rifilata al Villareal in Europa League, non ha mancato l’appuntamento con il gol nemmeno contro il Torino siglando la rete del momentaneo 1-0 con un bel destro da fuori. Il “gallo” granata, invece, non è stato assistito con costanza e precisione dai compagni ed è stato limitato molto bene dalla “gabbia” difensiva giallorossa riuscendo solo a tratti a mettersi in mostra. Nessun gol per lui ma ancora una volta un immenso spirito di sacrificio e la giusta voglia messa a disposizione della squadra anche in partite complicate come quella di domenica scorsa. Il 4-1 finale ha messo in luce il bosniaco con un gol che lo fa salire a quota 19 in questo campionato ma Belotti, fermo a quota 17, avrà tutto il tempo di “rifarsi” sfidando il giallorosso fino alla fine almeno nella classifica che decreterà il “re dei cannonieri” della Serie A.

peres zappacosta

Sulle fasce, invece, il duello tra Bruno Peres e Zappacosta si è concluso con un nulla di fatto con il brasiliano ex-Toro che supera il nazionale italiano soltanto ai punti. Una partita rasente alla sufficienza per entrambi con Peres autore di alcune delle solite sgroppate sull’out di destra che non hanno quasi mai portato però ad azioni pericolose, mentre l’ex Atalanta ha dovuto concentrarsi più che altro sulla fase difensiva sostenendo un De Silvestri in difficoltà alla prima da centrale di difesa. Se il brasiliano è parso a tratti “emotivamente bloccato” e riluttante all’idea di far male alla sua ex squadra, Zappacosta invece è stato più  che altro impossibilitato ad offendere a causa anche dell’emergenza difensiva e la forza dell’avversario.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy