Sampdoria-Torino: Padelli beffato sul suo palo

Sampdoria-Torino: Padelli beffato sul suo palo

Sampdoria – Torino 1-0, il commento a fine primo tempo / I blucerchiati pressano alto: che sportellate tra Okaka e Glik

di Manolo Chirico, @ManoloChirico

Gabbiadini porta in vantaggio i padroni di casa con una rasoiata su punizione: colpi che il mancino blucerchiato ha già mostrato in carriera. Colpi che Padelli aveva già ammirato in prima persona nell’ultimo scontro diretto all’Olimpico. Colpi che, anche questa volta, colgono di sorpresa l’estremo difensore granata, beffato sul suo palo.
Prima trasferta di campionato per il Torino di Ventura, in quel di Marassi, dove una Sampdoria scende in campo con il coltello tra i denti. La mancanza di Darmian, forfait all’ultimo a causa di un attacco di sinusite, si fa sentire. I granata patiscono la manovra offensiva avversaria, con gli scambi rapiditi e i repentini inserimenti ad opera del tridente blucerchiato, formato da Eder, Okaka e appunto Gabbiadini.
Nelle prime battute di gioco la squadra di Mihajlovic schiaccia i granata nella propria area, i quali a fatica riescono ad evitare il gol.
La potenza fisica di Okaka mette a dura prova capitan Glik, mentre Bovo dopo circa un quarto d’ora è costretto a stendere Eder: giusta l’ammonizione dell’arbitro Mazzoleni.
Di El Kaddouri l’unico spunto degno di nota: il belga-marocchino va via sulla destra, ma viene ingiustamente fermato per un contrasto – a prima vista regolare – su Gabbiadini.
Si inizia ad intravedere un Nocerino vicino alla condizione ottimale, decisamente fuori dagli schemi Larrondo, la cui intesa con Quagliarella ancora non c’è.
Nella ripresa, il Toro dovrà cambiare marcia: diversamente sarà difficile ribaltare il risultato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy