Serie A, arbitri e club a confronto sul Var. Per il Toro presenti Moretti, D’Ambrosio e Santoro

Serie A, arbitri e club a confronto sul Var. Per il Toro presenti Moretti, D’Ambrosio e Santoro

L’incontro è allargato anche ai giocatori, ma è difficile che ne prenderanno parte molti. Il martedì dopo la sosta per molti allenatori è il momento di ricompattare il gruppo

di Marco De Rito, @marcoderito

Impegno istituzionale oggi per i dirigenti del Torino. Alle 12 all’hotel Parco dei Principi di Roma andrà in scena incontro fra i direttori di gara e i club di Serie A, promosso dalla Figc insieme con l’Aia. Tra i granata saranno presenti: il team manager Santoro, il dirigente Moretti e il segretario generale D’Ambrosio. L’obiettivo è che attraverso la conoscenza dei regolamenti possano diminuire le polemiche che, nonostante l’ingresso del Var, non si sono riuscite a placare.

GRAVINA – La Gazzetta dello Sport nell’annunciare l’incontro riporta anche le dichiarazioni del presidente della FIGC Gravina: “Un incontro chiarificatore, ma soprattutto di formazione oltre che di informazione per le società. Credo che sia importante confrontarsi ma soprattutto conoscere meglio le regole di alcune procedure, per evitare che da più parti si diano interpretazioni non autentiche e che generano a volte confusione. Talvolta in buona fede, a volte strumentalizzando”

I CALCIATORI – L’incontro è allargato anche ai giocatori, ma è difficile che ne prenderanno parte molti. Il martedì dopo la sosta per molti allenatori è il momento di ricompattare il gruppo dopo le esperienze in Nazionale. Probabilmente ci saranno più dirigenti che calciatori. Anche per il Toro non è prevista la presenza del capitano Andrea Belotti che è di rientro all’ombra della Mole dopo la vittoria per 9-1 dell’Italia.

I PRECEDENTI – Non si tratta certamente del primo evento di questo genere. L’ultimo è avvenuto alla vigilia di questo campionato per introdurre le novità su Var. La passata stagione, sempre in questo periodo, fu la Lega di Serie A a organizzare un faccia a faccia simile a Milano. E’ comunque auspicabile che questi meeting avvengano con una buona frequenza, in modo da disinnescare alcuni dissapori, chiarire faccia a faccia alcune polemiche passate e cercare di continuare il campionato nel modo più sereno possibile.

 

 

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. BACIGALUPO1967 - 10 mesi fa

    Ci sono notizie sull’amico risanato?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 10 mesi fa

      Ahahah Ahahah!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. altoro - 10 mesi fa

    Durante il recente derby torinese della Mole il plateale fallo di mano in area di Delight, il quale colpisce con il braccio destro il pallone, è stato clamorosamente ignorato sia dall’arbitro Doveri sia dal VAR.
    Personalmente sono convinto al 110% che, a parti invertite, lo stesso arbitro avrebbe decretato il rigore a favore dei gobbi bianconeri.
    L’esperienza ultradecennale di semplice tifoso mi ha gradualmente convinto che almeno 80% dei direttori di gara in Italia soffre di autentica e documentata sudditanza psicologica nei confronti della Società potenti.
    Purtroppo la storia del calcio nazionale insegna che da sempre il nostro amato TORO non ha assolutamente alcuna valenza politica agli occhi della governance del calcio nazionale professionistico, ossia le Istituzioni quali Federazione, Lega Serie A e Associazione Italiana Arbitri.
    Queste riunioni, indette e convocate dalle Istituzioni che governano il calcio professionistico nazionale, hanno l’unico scopo di provare a fare credere (assolutamente invano, a mio parere personale) ai Clienti del prodotto Calcio ossia i tifosi in genere che le regole del calcio nazionale sono trasparenti… .
    Che squallida e vergognosa demagogia, Presidente Gravina.
    Personalmente non ci credo più da tempo e, nella sostanza, le considero delle autentiche “buffonate”.
    Aldilà del sistema marcio e corrotto, sempre e solo Alè TORO !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Paul67 - 10 mesi fa

    L’ ennesima pagliacciata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. SemperFidelis - 10 mesi fa

    Gravina ha spiegato che per delight il fallo di mano non c’è in Italia,nelle competizioni europee si consiglia di non farlo giocare

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy