Serie A, è la stagione degli esoneri: Toro alla prova della continuità

Il dato / Molti già li avvicendamenti sulle panchine della Serie A, compresa quella granata

di Andrea Marchello, @AndreaMarchell0

La stagione 2019/2020 della Serie A, se non fosse stato per l’emergenza coronavirus, sarebbe stata ricordata come la stagione degli esoneri. Ad ingrossare il numero, per certi versi, anche il Torino, che ha visto avvicendarsi in panchina Mazzarri e Longo.

ESONERI – In Serie A quest’anno sono già stati 13 i cambi in panchina, già uno in più rispetto a tutta la stagione precedente, quando furono 12, e 3 in più della stagione 2017/2018, quando furono 10. Certo, al momento siamo ben lontani dalla “stagione dei record”, vale a dire la 2011/2012, quando i cambi in panchina furono addirittura 18 (incluse due vecchie conoscenze del Toro, Miha che perse il posto alla Fiorentina e Mondonico che venne sostituito da tesser alla guida del Novara).

TORO – Il Torino, formalmente, non ha esonerato Walter Mazzarri, il quale ha invece risolto consensualmente il contratto. Nella sostanza l’addio di Mazzarri, che ha spianato la strada all’arrivo di Longo, sa di esonero. Il che porta la società granata a confrontarsi con sé stessa: i granata adesso sono alla prova della continuità, non trovata evidentemente con Mihajlovic né con Mazzarri. Il progetto del Toro adesso è stato affidato a Longo, vedremo per quanto tempo ancora.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy