Sfida totale

Sfida totale

Editoriale / L’andata del terzo turno è bastata per fissare l’appuntamento del playoff: Torino contro Wolverhampton, la settima forza del campionato italiano contro quella della Premier League

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Walter Mazzarri fa benissimo a non spostare il focus su null’altro che non sia il ritorno contro i modesti bielorussi dello Shakhtyor Soligorsk: a Minsk il Torino dovrà vincere e convincere per fare il pieno di gol, fiducia e minutaggio. Ma è evidente che sarà una semplice prova generale di quel che accadrà dopo. L’andata del terzo turno di qualificazione di Europa League è bastata per stabilire che l’appuntamento del playoff sarà tra Torino e Wolverhampton (vincitore per 0-4 in Armenia contro il Pyunik).

E sarà un confronto affascinante ed equilibrato, che per il livello varrebbe più di un match che vale l’accesso ai gironi di Europa League. Il duello avrà anche un significato importante a livello simbolico. Torino e Wolverhampton sono infatti le due settime classificate di Serie A e Premier League; sarà un vero e proprio confronto tra calcio italiano e calcio inglese. Lupi contro Tori. Due stili di gioco, due filosofie diverse si fronteggeranno. Sarà duello tra una società che ha speso 97 milioni sul mercato e una che non ha ancora effettuato un’operazione. Due società storiche dei rispettivi panorami nazionali che hanno vissuto in epoca recente un periodo di decadenza ma che hanno saputo riemergere. Il Torino con una lenta ma efficace ricostruzione sotto la presidenza di Urbano Cairo, abile uomo d’affari che si è fatto da sè, i Wolves grazie all’arrivo di un fondo cinese spalleggiato da uno tra i più potenti procuratori del mondo, Jorge Mendes. Due squadre che nella scorsa stagione hanno saputo giocarsela a testa alta contro le big dei rispettivi campionati, dimostrando competitività e solidità.

Per il Torino sarà importante arrivarci dopo un’altra bella partita in Bielorussia. Dubitiamo fortemente che per il 22 agosto la famosa ciliegina sulla torta sarà già arrivata, ma anche se fosse non sarebbe probabilmente già stata inserita appieno nei meccanismi mazzarriani. Dunque il Toro è questo, una squadra che dà le giuste garanzie e che marcerà più compatta che mai verso quello che si presenta senza dubbi come il primo vero snodo della stagione 2019/2020.

33 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. cedro66 - 2 settimane fa

    viviamo giorno per giorno,,,
    SEMPRE E SOLO FORZAAAAAA TOROOOOOOOOO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ciccio Graziani - 2 settimane fa

    Mi preoccupa il silenzio di Mazzarri sul mercato, cosa aspetta a farsi sentire con Cairo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ribaldo - 2 settimane fa

      Al massimo appunto si fa sentire con Cairo non certo con noi!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. lucagranata - 2 settimane fa

    secondo me se la redazione fa un articolo sullo sbarco in Normandia ci si troverebbero critiche alla società per la campagna acquisti….sensazionali

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROSEMPRE - 2 settimane fa

      ahahahhahahahhah grande

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. prawn - 2 settimane fa

    Spero che la nostra unita’ vinca contro il soldo cinese. Il campionato inglese e’ avanti rispetto a quello italiano…
    Settimi in Inghilterra vuol dire primi dietro alle ‘invincibili’ …

    Con grande colpo di culo sono in vacanza in Italia proprio quando giocheremo contro i Wolves, per cui stadio sia all’andata che poi al ritorno quando tornero’ in Inghilterra. Son bei momenti.

    Che Wolverhampton sia la nuova Bilbao! FORZA TORO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13967438 - 2 settimane fa

    Numeri e soldi ora sono come la “cacata carta” di catulliana invettiva.
    Conta chi e come va in campo.
    E lì ho l’unica preoccupazione, perché il nostro N’Koulou è stranamente impreciso e ha lasciato sbavature sia con gli ungheresi che ieri sera: io spero che sia solo un ritardo di condizione e non un segnale di calo (che prima o dopo, arriva per tutti gli atleti…).
    Papillon

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. lucagranata - 2 settimane fa

      ho avuto assolutamente la stessa impressione su Nkoulu,spero che entrambi si stia prendendo un abbaglio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Rock y Toro - 2 settimane fa

      Abbiamo bonifazi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Martin Vazquez - 2 settimane fa

    Nonostante gli avversari degli inglesi non sono stati un test attendibile, i “lupi”non mi sono sembrati tanto incisivi,anzi, la loro difesa ha ballato un po’e i loro attacchi, disordinati, se poi per rafforzarsi hanno acquistato Cutrone…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. geriko1 - 2 settimane fa

    Io, onestamente, dopo aver visto la partita ho qualche preoccupazione in più…Secondo me la difesa con Bremer nn garantisce il livello dello scorso anno, specie in marcatura. Contro attaccanti forti ho paura che da quella parte potranno arrivare brutte sorprese….meglio senz’altro Bonifazi,Lianco o Djiji.
    Poi il modulo a 2 punte si che ci fa guadagnare in profondità e tiri in porta ma i 5 dietro devono saperlo supportare…quindi giocatori con un mix di tecnica e forza maggiore: De Silvestri è potente ma nn così veloce, Berenguer nn ci fa di sicuro fare il salto di qualità, Rincon va bene come interdittore ma ci manca la qualità x nn fare slegate la squadra.
    Ho visto gli highlights del Wolves e appare subito evidente una tecnica e velocità di centrocampo e attacco che noi nn abbiamo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. antonio - 2 settimane fa

    Vado contro corrente. Mi sembra che ci sia troppo entusiasmo in giro. Vi ricordo che, fino ad ora, abbiamo incontrato due squadre che, in Italia, giocherebbero in serie B. Alle parole di Cairo, secondo cui la squadra non è migliorabile, rispondo con quelle di Gasperini, che considero uno dei migliori allenatori d’Europa:”dire che una squadra non è migliorabile, è grave, è soltanto una scusa per non acquistare, una squadra può rendere un anno e peggiorare il successivo”. Al Presidente che ricorda sempre i 63 punti dello scorso campionato, rispondo che i nostri avversari non sono più quelli dello scorso campionato, essendosi tutti rafforzati, con acquisti mirati. È vero che migliorarsi non deve significare stravolgere la squadra, ma inserire 2/3 giocatori che aumentino il tasso di qualità. Questi interventi, conoscendo Mazzarri, andavano fatti prima, per cui, è chiaro che adesso l’allenatore avrà difficoltà ad inserire un nuovo giocatore. La verità uscirà dalle due partite con il Wolves e con il Sassuolo e l’Atalanta: da queste vere partite capiremo il valore reale e attuale della squadra. Sono convinto che occorra un giocatore che giochi tra le linee e in grado di saltare l’uomo, alla De Paul o alla Verdi, e un esterno di centrocampo, perché tre sono pochi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Cerutti_Gino - 2 settimane fa

    Siamo due squadre simili per:
    – medesimo impianto di gioco (3-5-2);
    – solidità difensiva (loro sono la quinta difesa della scorsa Premier);
    – sterilità offensiva (sono anche il 13esimo attacco della Premier..);
    – gruppo che si conosce e gioca insieme da un paio di anni (per loro i veri innesti sono stati 2).
    Insomma, sia per noi che per loro: PRIMO NON PRENDERLE.
    Questo non significa che il prossimo turno sarà povero di gol: con questo stato di forma le squadre gioco forza si allungano e i gol aumentano. In ogni caso sarà una partita tirata, dobbiamo portarla sui nostri binari: solidità, attenzione difensiva, contropiede. Loro sono più tecnici a centrocampo, noi più fisici. Bene, lasciamogli pure il pallone, per noi è perfetto.
    Penso che WM vorrà infoltire il centrocampo: Meitè e Rincon a protezione + Baselli e Berenguer dietro il Gallo.
    Già in tensione per il 22 agosto! W il TORO!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 2 settimane fa

      Il loro punto di forza è il loro punto debole. Diogo Jota. Li ho osservati a lungo e tutto il loro gioco passa attraverso di lui. È un punto di riferimento preciso , da fermare. Fermato lui, in attacco perdono il 70%. La partita loro di ieri non fa testo. I loro avversari erano veramente scarsi. Nessuna marcatura e completa libertà a tutti. Contro di noi suderanno 80 camicie e , credo, non ce la faranno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Cerutti_Gino - 2 settimane fa

        Ottimo, in questi contesti ci sguazza WM: Rincon a tallonarlo e gabbia con a turno Izzo o Bremer a venirgli sotto. DAI TOROOO!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. verarob_701 - 2 settimane fa

    Ricordo ai disattenti che ad oggi Zaza vale come se fosse un nuovo giocatore e di livello E CHE IL MISTER HA CHIESTO LA RICONFERMA DEI TITOLARI non certo per mandarli in panca….ma tanto è prima non andava bene perchè arrivavano solo i peones, poi perchè erano solo prestiti, poi perchè il monte ingaggi era troppo basso, poi perchè vendevi i migliori, adesso che compri spendendo, hai raddoppiato gli ingaggi, tieni i migliori, hai un mister tra i più pagati della serie A hai tutti giocatori di proprietà….NON HAI ANCORA COMPRATO IL SECONDO PORTIERE…..VERGOGNOSO…
    TUTTEle prime squadre stanno vendendo di tutto o cercando di farlo…il TORINO ha scelto una via diversa…convinto che la crescita dello scorso ritorno di alcuni giocatori possa ancora contiunare…giusto o sbagliato mi par di capire che TUTTA LA SOCIETA’, a partire dal mister sia d’accordo….e i 3/4 giocatori che arriveranno non costeranno 2 lire….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Graziano - 2 settimane fa

    Se non vendiamo, non compriamo; questa è la verità. Vendiamo solo se arrivano offerte irrinunciabili: cioè per somme ben superiori al valore di mercato, come 2 anni fa con zappacosta. Ad oggi non sono arrivate e quindi siamo fermi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Dan - 2 settimane fa

    Loro sono gli stessi dell’anno scorso con Cutrone in più. Il resto dei soldi spesi sono stati per riscatti, come abbiamo fatto pure noi, e per due brocchi portoghesi che hanno fatto 4 presenze alla Lazio per una marchetta a Mendes. Ce la fate a fare un po’ di informazione seria? Grazie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. soloperlamagliagranata - 2 settimane fa

      Esatto e continuano con questa storia di sti 97 mln
      BASTA……..
      Possibile che non riuscite a scrivere mai la verita’???
      Perché non scrivete per ricordare che anche il toro a speso dei soldi per i riscatti……

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Dan - 2 settimane fa

    Ancora con sta storia dei 90 milioni… ne hanno spesi una quarantina per riscattare Jimenez che era già loro e allora noi dovremmo dire che ne abbiamo spesi una trentina per riscattare Zaza, Ansaldi, Ola Aina e Djidji. Poi ne hanno spesi quasi 30 per due brocchi portoghesi che hanno fatto 4 presenze alla Lazio, insomma un marchettone per Mendes è poi una ventina per Cutrone che al momento è riserva. Ce la fate a fare informazione vera o a guardare una loro partita? Scoprirete che sono gli stessi dell’anno scorso più una riserva cioè Cutrone.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Andreamax - 2 settimane fa

      Caro Dan, articolo fatto apposta per creare polemiche, come se gia’non ce ne fossero. FORZA VECCHIO CUORE GRANATA. Andreamax.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. alrom4_8385196 - 2 settimane fa

    Sarà semplicemente una sfida tra chi vuole veramente proseguire in E.L. e chi invece ha il terrore che ciò accada . Il ns presidente non sa più cosa inventarsi per giustificare l’assurdo immobilismo sul mercato mentre al contrario Mazzarri non sa più cosa inventarsi per mettere insieme i cocci di questo grande Toro da lui ( Mazzarri ) forgiato .Onore a Walter ed ai giocatori per ciò che ci stanno regalando ed un velo pietoso sul pres. e tutto ciò che dice .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-14003131 - 2 settimane fa

      Applausi. E sempre forza Toro…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. soloperlamagliagranata - 2 settimane fa

      Che fenomeno che sei…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. FORZA TORO - 2 settimane fa

      ecco la perla,ora siamo a posto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. lucagranata - 2 settimane fa

      mamma mia che tristezza

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Mimmo75 - 2 settimane fa

    Sarà una sfida tra chi si è messo nelle migliori condizioni per vincerla e chi ha deciso di limitarsi a “sperare che tutta vada bene” prima di rinforzare la squadra. Due filosofie profondamente diverse: una volitiva, l’altra fatalista, una detrminata, l’altra attendista, una decisa, l’altra no. Ci piaccia o no è così. Ieri a Sky Mazzarri ha testualmente detto “siamo ridotti ai minimi termini” dopo che in conferenza pre partita aveva fatto suonare diplomaticamente un primo campanello d’allarme dicendo di non essere preoccupato “finché le cose stanno così”. Ecco, le cose non stanno più in quel modo perché anche Izzo e N’Koulou hanno accusato problemi. Speriamo che come per Baselli non sia nulla di grave e ringraziamo il 5 a 0 di ieri che ci consentirà di affrontare il ritorno con serenità. Poi però ci sarà un match tostissimo e se la fortuna non ci dara’ una grossa mano evitandoci infortuni e squalifiche ci sarà seriamente da preoccuparsi. Ieri Cairo ha detto una cosa giusta e una boiata. Quella giusta gli si ritorce contro perché suona come un’ammissione di colpa: se arrivassero nuovi acquisti non giocherebbero subito perché avrebbero bisogno di tempo per inserirsi negli schemi. Ecco, peccato che se avesse operato “presto e bene” sul mercato, come egli stesso aveva detto sarebbe stato giusto fare, di tempo ce ne sarebbe stato eccome (quasi due mesi) per far integrare i nuovi e averli a disposizione per la DECISIVA sfida con i wolves. Invece no, si è scelto di sperare e ci è andata male perché l’urna ci ha regalato il peggior avversario possibile. La boiata è la ciliegina sulla torta dell’escalation al contrario delle sue dichiarazioni sul mercato, che restano da prendere con le pinze perché in questo periodo nessuno parla con la bocca della verità ma che per noi tifosi suonano comunque come prese per i fondelli. Non si può passare dal “prenderemo 4 acquisti” al “questa squadra è difficilmente migliorabile” transitando pe altre dichiarazioni via via sempre più riduttive. Le squadre difficili da migliorare son quelle che competono per i massimi obiettivi internazionali, non chi è arrivato settimo in Italia. Lo sappiamo noi, lo sa Cairo e lo sanno tutti. E allora perché dire una vaccata simile?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. tafazzi - 2 settimane fa

      Difficilmente migliorabile vuol dire che per prendere un elemento che faccia fare il salto di qualità devi spendere almeno 25/30 milioni, quindi devi pensarci molto bene prima di procedere.
      Il reparto dove potremmo avere delle difficoltà è quello difensivo, il più completo.
      Quando scrivevi dall’altra parte eri molto meno fazioso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 - 2 settimane fa

        Io non sono fazioso. Scrivo di volta in volta, a seconda delle situazioni, quel che penso. Ho spesso difeso Cairo perché lo ritenevo giusto. Ora credo stia sbagliando e con la stessa onestà intellettuale lo critico.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. tafazzi - 2 settimane fa

          Sei libero ovviamente di criticare ma la squadra è quella dello scorso anno (con un centrale in più), l’unico ruolo veramente scoperto è il laterale sx, dove cmq WM dice che può giocare Berenguer. La squadra non è stata al momento rinforzata, (lo sarà), ma non è stata nemmeno indebolita. Andare in emergenza per qualche partita fa parte del gioco e fino a prova contraria non lo siamo ancora se non sulle pagine del forum.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. verarob_701 - 2 settimane fa

      Se il problema è che con 7 centrali difensivi nonriesci a farne 3 non vedo soluzioni…Avete ormai rotto le scatole con queste idee…servono 3/4 giocatori per giocare la stagione SICURAMENTE SI….servono per battere il Wolves?..considerando che al MAX c’è bisogno A DETTA DEL MISTER di un titolare , non credo proprio…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. FORZA TORO - 2 settimane fa

      certo che siamo ridotti ora ai minimi termini,abbiamo 4 centrali su sette infortunati un esterno che deve ancora arrivare tre “punte” indisponibili per vari motivi,poi che si debba rinforzare la rosa sono d’accordo,ma è anche una sfida tra chi spuò spendere e spandere (fin che dura) e chi meno

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Kalokagathia - 2 settimane fa

      Le solite lagne esagerate: fatalisti???? Sei proprio fuori dai binari della realtà.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy