Shakhtyor-Torino 0-0: Ebong spaventa, poi gestione granata

Shakhtyor-Torino 0-0: Ebong spaventa, poi gestione granata

Al 45′ / Si va al riposo sullo 0-0: traversa di Ebong a inizio gara. Meglio lo Shakhtyor nei primi 45′

di Nicolò Muggianu

Finisce 0-0 il primo tempo di Shakhtyor-Torino, match di ritorno del terzo turno preliminare di Europa League. Un primo tempo di controllo per il Torino, che amministra il vantaggio di 5-0 maturato nel match di andata. Un solo spauracchio a inizio gara: la traversa colpita da Ebong al 4′.

AVVIO – Il match comincia inevitabilmente condizionato dal risultato dell’andata. Lo Shakhtyor non ha nulla da perdere ed il Torino, senza Izzo infortunato e con Lukic e Rincon in campo dal 1′, deve cercare di amministrare il vantaggio costruito una settimana fa all’Olimpico. La squadra di casa parte meglio e va vicinissima al gol del vantaggio al 4′: Ebong riceve il pallone da Balanovic e colpisce la traversa con un tiro a giro pericoloso. Lo spauracchio però non disunisce il Torino, che cresce con il passare dei minuti. La squadra di Mazzarri prova mantenere il possesso della sfera e si rende pericolosa al 15′, con Zaza che tira addosso a Klimovich da posizione favorevole.

SHAKHTYOR – Lo Shakhtyor però è soltanto lontano parente di quello visto all’andata. La squadra bielorussa dimostra di non aver timore ad attaccare, rendendosi pericolosa in almeno un paio di occasioni in ripartenza con Bakaj e Kovalev. Il Toro prova a chiudere in avanti, provando a sfruttare i calci da fermo; già decisivi nel match di andata. I granata però non riescono a trovare il gol. Finisce così il primo tempo: si va al riposo sullo 0-0. Ora restano gli ultimi 45′ per amministrare il risultato e conquistare definitivamente il prossimo turno contro il Wolverhampton.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Criss73 - 3 giorni fa

    FVCG COSA stai dicendo?vinci 5-0 all andata ,sai che passi hai il wolwes e campionato, se non dai fiducia e minutaggio a tutti, dove vuoi andare, mazzarri è un quaquaraquà…doveva provare RAUTI..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. FVCG'59 - 3 giorni fa

    Bene ha fatto Mazzarri a non abbassar la guardia: altro che dentro Millico, Rauti e Singo…
    Questi sono sprovveduti tatticamente, vedi i gol presi all’andata, ma fisicamente e atleticamente non sono poi così scarsi: buona partita di allenamento, quindi giusto far giocare tutti i titolari senza problemi fisici.
    Rincon molto indietro e con i piedi neanche paragonabile a Baselli: giusto farlo giocare, per mettere minuti nelle gambe, così come per Lukic ma il suo ruolo può essere solo l’incontrista, mai il regista…
    Meitè mi è piaciuto, come Bonifazi e Zaza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy