Si abbassa la quota Champions ma si alza quella per l’Europa League: Cairo e Toro ci credono

Il dato / Negli ultimi anni la quota punti necessaria a qualificarsi alla Champions si è abbassata

di Andrea Marchello, @AndreaMarchell0

Ultime 3 gare prima della fine del campionato e dei conseguenti verdetti: quello che già si sa è che due delle tre squadre retrocesse sono Chievo e Frosinone, che la squadra campione d’Italia è anche per quest’anno la Juventus e che il Napoli terminerà il campionato al secondo posto (che vale un posto in Champions). Quello che ancora non si sa, tolta la zuffa in fondo per non finire in B, è come concluderanno le squadre in cima, tra le quali figura il Torino, che lottano per un piazzamento europeo.

[opta widget=”standings” season=”2018″]

CHAMPIONS ED EUROPA LEAGUE – Come avevamo già avuto modo di evidenziare, la corsa all’Europa pare andare a rilento: questa non chiara definizione dei rapporti di forza tra le squadre ha prodotto un abbassamento della quota Champions League ed un innalzamento della quota di punti necessaria alla qualificazione all’Europa League: nelle ultime tre stagioni, il divario tra le squadre qualificate alla prima ed alla seconda coppa europea è sensibilmente calato, ed è forse dovuto, in qualche misura, dall’allargamento delle squadre qualificate alla Champions League per l’Italia (4 dalla stagione 2017/2018). Se nel 2015/2016 bastarono 61 punti al Sassuolo – sesto – per qualificarsi al terzo turno di qualificazione dell’Europa League (in quanto la Juve, prima e vincitrice della Coppa Italia, avrebbe preso parte alla Champions League), quest’anno a Roma e Milan non è sicuro basteranno i 59 conquistati finora a tre turni dalla fine. Parallelamente, nelle stagioni 2015/2016 e 2016/2017 per qualificarsi in Champions Napoli e Roma dovettero superare gli 80 punti, mentre quest’anno al massimo si supereranno di poco i 70.

LA QUOTA CHAMPIONS NELLE ULTIME 3 STAGIONI

quota champions

Lotta all’Europa, calendari a confronto: Torino, il sesto posto passa dal prossimo turno

RECORD DI PUNTI TORO – Per questi motivi, aver eguagliato il record di punti della gestione Cairo (i 57 del 2013/2014 che valsero l’Europa League) rischia di non bastare: quando mancano 3 gare al termine della stagione, il Torino è settimo e, in attesa dell’esito della finale di Coppa Italia tra Atalanta e Lazio (in programma il 15 maggio), al momento fuori da qualsiasi piazzamento europeo. La girandola di sorpassi e controsorpassi alla quale ci ha abituato la Serie A finora, unito al rendimento dei granata (a quota 7 risultati utili consecutivi), fa ben sperare per un felice epilogo della stagione. A patto però che le gare contro Sassuolo, Empoli e Lazio (unico big match nonché scontro mancante ai granata) vengano disputate al meglio, senza lasciare per strada punti ormai preziosissimi (ed altrimenti irrecuperabili).

CAIRO CI CREDE – Il Presidente ad un piazzamento in Europa per il suo Toro ci crede, e fa bene. L’ha confermato in Comune, a margine della cerimonia in onore degli Invincibili: “Quando mi do un obiettivo cerco di fare di tutto per raggiungerlo. Io ci credo, ci credono i miei giocatori, ci crede il nostro mister, ci crede la società“. Lo sprone per i giocatori è stato quello di dare il massimo possibile nelle gare 3 mancanti, confermando che la strada fin qui percorsa è stata tanta, ma che manca ancora qualcosa per concludere al meglio la stagione. In attesa dei verdetti del campo, quel che è certo è che la positività non manca; e non potrebbe essere altrimenti, per Cairo come per i calciatori granata.

 

 

 

 

 

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. suoladicane - 2 anni fa

    temo il biscottone tra atalanta e lazio, sento già il profumo…….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. granatadellabassa - 2 anni fa

    Succede che la settima in classifica va in Europa League.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gianTORO - 2 anni fa

      grazie

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. gianTORO - 2 anni fa

    ciao. Redazione o fratelli granata qualcuno sa cosa succederebbe in caso di 4 posto dell’atalanta coincidente con la vittoria della coppa italia (che porta un posto in europa league)? la dea sceglierebbe ovviamente la champions…chi sa rispondermi per favore? grazie in anticipo
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy