Tagliavento dirige bene, ma sbaglia su Cerci

Tagliavento dirige bene, ma sbaglia su Cerci

 

La moviola di TN / Partita tutto sommato tranquilla per Tagliavento, ma c’era quel fallo di Dias su Cerci…

di Redazione Toro News

Direzione di gara un po’ “all’inglese” per Paolo Tagliavento: il fischietto di Terni ha cercato di non spezzettare il ritmo del match fischiando il meno possibile, aiutato anche dai giocatori che si sono comportati sostanzialmente in modo corretto. In un paio di occasioni, però, ha esagerato.

In particolare al 10′ del secondo tempo Cerci elude Onazi e parte in contropiede, semina un paio di avversari ma poi arriva Andrè Dias che lo affianca, lo ferma con una sbracciata irregolare e lo manda a terra. Il fallo era netto e poteva starci anche il giallo per il difensore brasiliano della Lazio, che ha fermato fallosamente un giocatore comunque lanciato verso la porta. Cerci poi protesta platealmente e si prende lui un cartellino giallo: qui Tagliavento applica fedelmente le indicazioni del designatore Braschi, che vogliono ammonito per proteste chi si lamenta vistosamente. C’è da dire che comunque anche in un altro paio di occasioni Cerci era stato fermato ruvidamente dai giocatori laziali, che non hanno mai esitato a usare le maniere forti per evitare le sue sgroppate.

 Per il resto, regolarissimo il gol granata: anche se i laziali invocano il fuorigioco di D’Ambrosio, il terzino granata è decisamente in posizione regolare. Giuste le ammonizioni, e giusto fermare nel primo tempo Hernanes che calcia in porta e segna dopo il fischio dell’arbitro per un fallo in attacco di Perea.

Nota di merito, infine, per i guardalinee Ghiandai e Schennone, che non hanno sbagliato nemmeno una chiamata da entrambe le parti.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy