Millico e quella semifinale in chiaroscuro: la cura Mazzarri può aiutarlo a crescere

Millico e quella semifinale in chiaroscuro: la cura Mazzarri può aiutarlo a crescere

Focus On / Un giocatore con un talento incredibile, a cui serve ancora un piccolo step: la mano esperta del tecnico gli farà bene

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Una stagione da record, da vero leader. Si parla di un certo Vincenzo Millico, autore di ben 29 gol in una stagione che per lui è stata quella dell’esplosione in Primavera, nonostante l’infortunio arrivato nel suo momento migliore, poco dopo aver trovato anche l’esordio con la prima squadra. Il giocatore classe 2000, però, deve ancora crescere, com’è normale che sia per un ragazzo di quasi 19 anni che sta anche continuando a lavorare duramente per migliorare giorno per giorno.

Primavera, le pagelle di Atalanta-Torino 4-3: troppo poco Millico, Gemello risponde presente

PAZIENZA – E’ necessario anche sottolineare anche un aspetto che gli serve per fare uno step in avanti, forse quello definitivo per approcciarsi al mondo professionistico. Nella sconfitta patita in semifinale scudetto contro l’Atalanta ha segnato un gol su punizione (inutile ai fini del risultato e con la chiara complicità del portiere atalantino) e realizzato anche un assist su calcio d’angolo, certo: ma non si è visto in campo il solito Millico. I difensori dell’Atalanta sono stati bravi a non concedergli mai il destro, arrivando quasi sempre ad arginarlo: per questo motivo l’attaccante si è un po’ innervosito, perdendosi d’animo nei momenti cruciali della partita e spazientendosi con i compagni in alcune occasioni. Un atteggiamento che di certo non è da giocatore maturo, dettato anche probabilmente dalla tensione della partita, ma che va perfezionato.

MAZZARRI – Qui subentra quindi la figura dell’esperto tecnico del Torino, Walter Mazzarri, che lo avrà a disposizione quest’estate: Millico starà alle sue regole, e l’allenatore avrà la possibilità di farlo crescere anche sotto questo aspetto caratteriale, molto importante: le difficoltà che incontrerà Vincenzo da ora in poi saranno quelle che ha vissuto contro l’Atalanta. Oltre a quelli di Mazzarri potranno anche servirgli i consigli di Belotti, uno che nei momenti bui non perde mai la pazienza, si sacrifica e continua a provarci fino al termine della partita. A conclusione del discorso, la stagione conclusa consegna un Millico straordinario, probabilmente il miglior prodotto sfornato dalle giovanili del Toro negli ultimi 10 anni: ora serve completare questo percorso di crescita anche dal punto di vista caratteriale per diventare un calciatore completo.

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Cecio - 7 giorni fa

    Mi sembra il classico giocatore con numeri sopra la media in ambito giovanile ma che tra i grandi risulterebbero fini a se stessi se non addirittura dannosi.
    Deve crescere e anche tanto, si faccia il ritiro con WM e poi in prestito in B in una squadra dove può avere spazio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13973712 - 7 giorni fa

    Millico è un grande talento e secondo me va valorizzato al massimo, ricordo a tutti che, come gli altri ragazzi della primavera, è nato l’altroieri e non potete pretendere da lui (e dagli altri) le doti e i valori morali di un Emiliano Moretti. Va seguito e indirizzato, spero con prospettiva di rientro nel Toro, e non dimentichiamoci che prima dell’infortunio andava a mille, da quando è rientrato ha sempre avuto una marcia in meno sicuramente per paura di rifarsi male. Quindi forza Vincenzo e forza anche a tutti gli altri ragazzi della primavera, spero che un giorno non molto lontano riprenda il trend del passaggio da primavera a prima squadra almeno per alcuni dei nostri ragazzi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. FORZA TORO - 7 giorni fa

    l’altra sera è stato indisponente,ci vuole altro oltre il talento

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. CUORE GRANATA 44 - 7 giorni fa

    Penso che Millico verrà aggregato per Bormio e poi si vedrà.Mazzarri in proposito è stato chiaro e condivido.Rimanere come 5° punta? Molto dipenderà dal modulo che deciderà di adottare WM.In ogni caso sono d’accordo con quanto espresso in altri commenti.Nel calcio sono(sono state) molte le situazioni di ragazzi con molto talento e “capa fresca” che si sono persi per strada.Tra i professionisti nessuno gli stenderà red carpets ed è bene che fin da subito,resti o meno,si dia una regolata.Certo i “soldi facili” con quel che segue a quell’età..Auspico che il Moro da “fratello maggiore”..A miei tempi un bel ceffone era più terapeutico dello psicologo.Appunto .altri tempi ..FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. dattero - 7 giorni fa

    noto che tutti hanno la sensazione ce l’abbiano montato e pompato e che a lui abbia fatto piacere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. tric - 7 giorni fa

    Millico ha grandi numeri, ma temo abbia un carattere inadatto a fare squadra. L’assenza per l’infortunio muscolare mi sembra aver peggiorato i rapporti con il resto del gruppo. I tatuati, poi, mi preoccupano per qualità mentali.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Bischero - 7 giorni fa

    Ognuno giustamente la pensa alla sua maniera. Ma non capisco proprio per quale assurdo motivo millico debba il prossimo anno essere obbligatoriamente aggregato alla prima squadra e fare la 5 punta per non giocare mai(perché così succederà) invece di andare in serie b e ritagliarsi il suo spazio crescendo calcisticamente e come uomo.. . Santo cielo. Marchigiani, Benny carbone, cravero, Dossena, ogbonna, balzaretti e altre decine di giocatori cresciuti nel vivaio sono andati 1 o 2 anni a giocare in prestito in serie b. Ora millico non può. Qualcuno me lo sa spiegare il motivo? È forse il nuovo messi? No. E allora…. Vincenzo. Vai a giocare. Cresci e torna più forte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. PrivilegioGranata - 7 giorni fa

    Ha fatto una prima parte di campionato strepitosa. Poi si è montato la testa.
    Spero per davvero che Mazzarri, Moretti e altri lo riportino con i piedi per terra.
    Di presuntuosetti non ne abbiamo bisogno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-13963758 - 7 giorni fa

    in prestito in serie c, girone sud, a prendere un po’ di botte, mangiare un po’ di mrd e tornare coi piedi x terra. se sopravvive, i piedi ce li ha e tra 2 anni potrà tornare utile. ora come ora assolutamente improponibile in un campionato di serie a.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. ilbrigolo - 7 giorni fa

    nulla da discutere sulle qualità del giocatore ma deve lavorare tanto sugli atteggiamenti in campo quando le cose non vanno bene. E la semifinale ne è la dimostrazione, fossi stato Coppelli lo avrei sostituito per l’atteggiamento che avevo contro i suoi compagni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Il_Principe_della_Zolla - 7 giorni fa

    Presuntuoso, molle, al limite dell’inutilità per la squadra, la controfigura di Zaza. Il ragazzo è meglio che torni con i piedi per terra, la semifinale con l’Atalanta un capitolo da archiviare e una lezione da apprendere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. gam66 - 7 giorni fa

    Mica può essere perfetto, magari. Io in ogni caso spero che lo facciano crescere in casa e non in giro in squadre improponibili.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy