UFFICIALE – Torino, accordo società-giocatori: ingaggio ridotto, ma possibile premio

UFFICIALE – Torino, accordo società-giocatori: ingaggio ridotto, ma possibile premio

News / La società ha reso noto l’accordo tramite un comunicato stampa

di Andrea Calderoni

La società Torino F.C. ha trovato l’accordo con i suoi giocatori della Prima Squadra per l’annosa questione taglio degli stipendi: parte dell’ingaggio è stata tagliata, ma in caso di raggiungimento degli obiettivi sportivi concordati tra tutte le parti la somma verrà convertita in premio (la società non specifica al momento quali siano gli obiettivi). Ricordiamo che il Coronavirus ha interrotto la stagione per parecchi mesi e anche i calciatori hanno dovuto interrompere le proprie attività. Il discorso taglio degli stipendi è stato molto spesso dibattuto durante le fasi più acute della pandemia e oggi sotto la Mole trova una risoluzione. Anche altri club nelle scorse settimane hanno sottoscritto un accordo similare a quello dei granata, dopo che la trattazione tra la Lega di Serie A e l’Associazione Calciatori non era andata a buon fine.

UFFICIALE – Longo, Ansaldi, De Silvestri e Ujkani rinnovano sino al 31 agosto

COMUNICATO STAMPA TORINO FC

Il Torino Football Club comunica che in data odierna è stato sottoscritto l’accordo con i calciatori della prima squadra per quanto concerne gli emolumenti per la stagione 2019/20, a fronte dell’emergenza causata dal Covid 19. L’intesa prevede la rinuncia a una quota dell’ingaggio inizialmente pattuito che è stata convertita in un premio legato al raggiungimento degli obiettivi sportivi concordati tra tutte le parti. Il Torino FC desidera ringraziare tutti i professionisti che hanno condiviso e sottoscritto questa intesa, dimostrando anche in un frangente tanto delicato senso di responsabilità e unità di intenti.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Madama_granata - 3 mesi fa

    Tutto bene quel che finisce bene!
    Io Cairo così avaro come dicono, specie negli ultimi tempi, non riesco proprio a vederlo!
    Oculato, sì, ma penso che sia giusto.. Anzi: meno male!!
    L’importante è che nel nuovo corso, con Longo e Vagnati e il nuovo Moretti “Promosso” non ci siano più dissapori nello spogliatoio, né incomprensioni con la Società.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Granata - 3 mesi fa

    La gente pensa alla possibilità che esista solo un obiettivo è cioè la salvezza. Sbagliano alla grande. Ci può essere l’obiettivo dei punti , del piazzamento oppure arrivare davanti a…. Questo articolo dimostra ancora di più che le notizie tendenziose che paventavano una situazione delicata in seno alla società per stipendi non pagati erano false. L’accordo sulla sospensione era comune ma gli ovini , tramite il loro giornalaccio (Repubblica), hanno fatto pensare al peggio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-14280108 - 3 mesi fa

    Scudetto????comment_parent=0

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. bertu62 - 3 mesi fa

    Mah (anche qui è d’obbligo 🙂 !!!….)…
    Certo che se fosse vero allora “il braccino” mica si spiega tanto!
    Se veramente fosse “braccino” avrebbe potuto dire/fare: ZERO ACCORDO, INGAGGIO RIDOTTO & ZERO PREMI, IL PREMIO E’ QUELLO AVERVI PAGATO FINORA E DI NON BUTTARVI A MARE PER QUELLO CHE AVETE COMBINATO!..”…
    Sono sempre più convinto che “la verità sta nel mezzo”, sicuro che si sono state “questioni” che avrebbero dovuto essere gestite/risolte meglio se non proprio MAI ACCADERE però è anche vero che “alcuni” si sono comportati MOLTO MOLTO MALE sia nei confronti della Società che li aveva sempre regolarmente pagati (e pure parecchio…) sia soprattutto nei confronti dei compagni e dei tifosi, rispetto quindi ZERO sul piano “calcistico/caratteriale” e da qui credo proprio sia INEVITABILE una “separazione consensuale” da parte di qualche giocatore e del Toro, con l’arrivo poi di Vagnati (che NON HA NULLA A CHE SPARTIRE con nessun giocatore, meno che meno “promesse varie”…) e la promozione di Moretti “il segnale” dato dalla Società è forte e chiaro: da adesso in poi, CHI SBAGLIA PAGA.
    In più il rinnovo dei contratti dello stesso Longo e di Ansaldi DE Silvestri E Ujkani significa: UNITI E COMPATTI FINO ALLA FINE, SI VINCE O SI PERDE TUTTI QUANTI ASSIEME, che tradotto significa “nessuno abbandonerà la Nave, o ci si salva o si affonda (in B) ma INSIEME, nessuno abbandona prima, che per me era “scontato” da una parte ma che l’averlo SCRITTO rappresenta una certezza, ed il “premio”, rappresentato dalla cifra corrispondente all’intero ingaggio annuale che invece (tutti d’accordo) verrebbe “risparmiata” dalla Società, che verrebbe corrisposto in caso di “raggiungimento dell’obiettivo” (che non può essere altro che la salvezza, DI SICURO non il 4° posto!!!…) può accontentare anche “i mercenari” più “esosi”…
    FV♥G!! SEMPRE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. LeoJunior - 3 mesi fa

    E quale obbiettivo possono aver concordato? La CL?!?! mi pare ovvio sia la salvezza

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy