Torino-Atalanta: sugli spalti una rappresentanza di medici ed operatori sanitari

News / Lo ha appena comunicato il club granata sul proprio sito ufficiale

di Redazione Toro News
stadio Olimpico Grande Torino
Non sarà il pubblico delle grandi occasioni, ma sarà comunque un passo in più verso la normalità. Torino-Atalanta significherà il ritorno dei primi spettatori in una partita del Toro, ma non saranno spettatori qualsiasi. L’iniziativa del club granata, appena comunicata tramite il sito ufficiale, è quella di invitare una nutrita rappresentanza di medici e operatori sanitari per rivolgere i  propri ringraziamenti a coloro che si sono spesi in prima linea durante l’emergenza Covid.
DI SEGUITO IL COMUNICATO UFFICIALE DEL TORINO:
“Il Torino Football Club comunica che per la partita Torino-Atalanta, in calendario sabato 26 settembre alle ore 15, non saranno messi in vendita biglietti. Sarà un primo test per valutare e verificare le modalità di applicazione del protocollo procedendo per gradi nella riapertura al pubblico dell’impianto, sempre nel rispetto della salute generale. L’ingresso sarà dunque possibile solo su invito e il Torino FC provvederà a stilare un’apposita lista, che comprenderà una nutrita rappresentanza di medici ed operatori sanitari – cui la Società vuole rivolgere i suoi ringraziamenti -, nel rispetto dei limiti imposti. Tutte le persone che accederanno dovranno rispettare tassativamente la normativa vigente in tema di Covid-19: autocertificazione, mascherina, igienizzazione, misurazione della febbre, distanziamento sugli spalti, divieto di restare in piedi durante la partita”.
6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. mah... - 4 settimane fa

    So che mi pentirò presto di questo commento, comunque lo scrivo solo per far sapere a Cairo, Ventura,Petrachi e a quelli come loro che cosa si sono persi in questi anni… Il 30/01/2015 sono stato colpito da un infarto. La mattina del 02/02/2015 un fratello granata, di turno, si trovava a dovermi curare in terapia intensiva. L’ora spensierata che ho trascorso, mentre lui mi seguiva e mi raccontava, nei dettagli, sia la partita del 01/02/2015 sia i suoi preparativi per arrivare il 26/02/2015 a Bilbao, senza grandi spese (ma con grandi sacrifici), assieme ad altri fratelli granata della “Città della Salute e della Scienza di Torino”, me la porterò nella tomba… Vi auguro di essere stato chiaro…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Opi - 4 settimane fa

    si. L’iniziativa del club granata, appena comunicata tramite il sito ufficiale, è quella di invitare una nutrita rappresentanza ..
    Quindi gli danno anche da mangiare?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. LeoJunior - 4 settimane fa

    visto il mercato che stiamo conducendo, io chiamerei anche qualche psichiatra!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mah... - 4 settimane fa

      Urologo, non psichiatra, urologo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. abatta68 - 4 settimane fa

    Io aggiungerei anche esami del sangue, elettro cardiogramma, urina esame delle feci da presentare all ingresso! Ma così… giusto per avere un check up completo! Ahah! Ora va bene voler ringraziare chi ha sgobbato e pure tanto, ma continuo a pensare che sia molto meglio starsene a casa, piuttosto che andare a fare esperimenti in giro! Anche perché quale ritorno alla normalità sarebbe ad andare a vedere una partita in uno stadio vuoto? Io come tifoso l ho gua vissuta questa esperienza negli anni favolosi di lerda & co…. non c era il covid ma la serie b e di piacevole proprio nulla! Statevene a casa, tanto non c’è nulla da vedere… circolareeee!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. FORZA TORO - 4 settimane fa

    ottima iniziativa,appartenendo a quella categoria credo che le disposizioni saranno rispettattate al cento per cento

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy