Torino, aumenta il numero di prestiti in Serie B: obiettivo alzare l’asticella

Torino, aumenta il numero di prestiti in Serie B: obiettivo alzare l’asticella

Approfondimento / Ferigra, Kone, Candellone, Fiordaliso e non solo. E Bava detta la linea: “Cerchiamo dei nuovi Bonifazi”

di Nicolò Muggianu

Giovani, è il momento di alzare l’asticella. Il Torino guarda al futuro e per farlo si affida alla qualità del suo settore giovanile; oltre che all’esperienza degli addetti ai lavori di categoria. In primis di Massimo Bava che, nonostante la promozione a ds della prima squadra, non ha abbandonato la Primavera. E anzi, è pronto a rilanciare per capitalizzare al meglio i frutti maturati negli ultimi due anni.

SERIE B – Da Ferigra a Kone, sono tanti i talenti “sbocciati” sotto la gestione Coppitelli negli ultimi due anni di Primavera. Due anni che hanno portato altrettanti trofei (Coppa Italia e Supercoppa Primavera) e che inevitabilmente hanno attirato sui protagonisti l’interesse di club importanti. Anche per questo motivo, la prossima stagione sarà una delle più ricche per il Torino in termini di prestiti in Serie B. Ad oggi sono 5 i giocatori provenienti dalla canterà granata ad aver già trovato una sistemazione in Serie B (Ferigra, Kone, Candellone, De Luca e Fiordaliso), a cui vanno aggiunti i probabili prestiti di Segre e Buongiorno. Anche loro hanno indirizzati verso una nuova esperienza in B. Per un totale di 7 ragazzi.

Esclusiva – Bava: “Mercato? Capisco i tifosi, ma non c’è affanno. E la Serie A non mi spaventa”

NUOVI BONIFAZI – L’obiettivo della società è chiaro ed è quello di “creare nuovi Bonifazi”. Come confermato dalle parole del ds Massimo Bava, intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni nella serata di ieri: “Abbiamo prodotto i vari Barreca, Aramu, Parigini, Edera, Zaccagno – ha detto Bava -. E da quest’anno avremo almeno otto giocatori in prestito in B. L’asticella si è alzata, ora speriamo di avere dei “nuovi Bonifazi”, ossia giocatori che passando dalla C e dalla B possano arrivare in A”. Un percorso che al momento sembrano aver intrapreso Candellone, De Luca e Fiordaliso, già grandi protagonisti delle scorse stagioni in Serie C e oggi potenziali titolari in B; rispettivamente a Pordenone, Entella e Venezia. Ma c’è anche chi un po’ di esperienza cel ha già e vorrebbe compiere il definitivo “salto”. È il caso di Buongiorno e Segre, ancora aggregati alla prima squadra di Mazzarri ma potenziali partenti alla volta della cadetteria. Le chance di sbocciare ci sono, ora toccherà a loro e agli esordienti Ferigra e Kone confermare le potenzialità – già intraviste in granata – anche in un campionato probante come quello di Serie B.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy