Torino, Baselli al centro: ora sarà fondamentale ritrovare la condizione

Focus on / Il centrocampista potrebbe diventare un punto fermo per Longo, ma la sua tenuta atletica deve essere riportata su livelli competitivi

di Lorenzo Chiariello, @lorechiariello

Daniele Baselli dev’essere riportato in condizione: proprio per questo nella giornata di ieri, il numero 8 ha svolto una seduta personalizzata sulla parte atletica. Se venisse “rimesso a nuovo”, il centrocampista potrebbe diventare un punto di riferimento per Longo. Potrebbe sì, ma il classe 1992 ha dimostrato di non essere ancora al top. Napoli-Torino infatti è stata la sua prima partita da metà dicembre, da quel 3-3 tanto indigesto raccolto con l’Hellas: il trauma distorsivo al ginocchio destro, rimediato in allenamento pochi giorni dopo la gara contro i veneti, sembra condizionarlo ancora oggi, così come la sofferenza muscolare al polpaccio sinistro che lo ha tenuto fermo da metà gennaio.

Torino al punto di partenza: mai così male dal ritorno in A del 2012

NAPOLI – La prestazione messa in campo contro i partenopei infatti, non è stata all’altezza del potenziale del giocatore. Dopo due mesi ai box, Baselli ha mostrato di avere un’ora e poco più di autonomia: pochi palloni giocati per il ruolo affidatogli (21 contro i 24 di Zaza) e un eccessivo affanno nel rincorrere l’azione. Mai nel vivo del gioco e spesso anticipato, il centrale lombardo ha sofferto la presenza di Zielinski e Lobotka, lasciando ai due troppo spazio per girargli attorno e spingerlo a finire in fretta le energie.

FULCRO – Le difficoltà riscontrate da Baselli sono comprensibili, ma in queste condizioni, il peso che il centrocampista potrebbe avere nella manovra del Toro rischierebbe di rimanere inespresso. Già Mazzarri gli aveva affidato le chiavi della propria mediana. E l’impressione è che Longo abbia ora le stesse intenzioni, ma per farlo il primo obbiettivo del tecnico granata e del suo staff nei confronti del centrale, dovrà essere quello di ritrovare una tenuta atletica affidabile.

18 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. leggendagranata - 8 mesi fa

    Se il modello dell’ utilizzo di Baselli è quello di Mazzarri siamo fritti. Limiti fisici impediscono a Baselli di essere il giocatore “chiave” della mediana del Toro. E’ un giocatore tecnico, cioè di buon palleggio, che una volta (non molto tempo fa) eva anche capace di tirare e segnare. Purtroppo ha limiti caratteriali, quelli che fecero dire a un Mihajlovic infuriato ai microfoni di Sky: “E’ l’unico bergamasco che conosco che non ha le palle”. Ma bisogna fare di necessità virtù. Giocatori che sappiano fare i registi decentemente non ce ne sono, men che meno Lukic, diligente, ma senza mai uno squillo, un passaggio illuminante, un tiro dal limite. Men che meno il Meitè di questi tempi. Mazzarri ci ha lasciato un centrocampo molto impoverito, dopo avere fatto fuori Ljajic, Soriano e Iago Falque. E allora si affidi a Baselli il ruolo di trequartista/regista, in mezzo al campo, non come a Napoli che giocava da mediano laterale. I compagni lo cerchino e lui si assuma le sue responsabilità e diriga al traffico. Al suo fianco si mettano due cursori/mastini a reggere il centrocampo (uno è sicuramente Rincon, l ‘altro non saprei, forse si potrebbe provare un tipo come Lyanko che ha piedi discreti e buon fisico). Si completi il centrocampo che un laterale (Ansaldi) capace di fare cross per le DUE punte. La difesa si metta a quattro. Caro Longo la disposizione tattica escogitata contro il Napoli, due punte lontanissime dal resto della squadra, rannicchiata nella propria metà campo, lanci lunghi o cross buttati dalla trequarti (tranne quello del 91’che ha portato infatti al gol), è stata completamente sbagliata. Cambia, non scimmiottare Mazzarri. Usa al meglio quello che hai, non è molto, ma per non retrocedere può bastare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. LeoJunior - 8 mesi fa

    se non trovano fiducia in loro stessi e quindi il coraggio di fare qualche giocata, può metterci anche il Padreterno e non otteniamo risultati.
    Qui si deve trovare il modo di farli entrare in campo spinti da qualche forza che fino ad oggi non c’è stata. Forse buttarsi sulle palle senza pensare troppo a cosa farne, il pubblico (se in casa) che spinga a prescindere dalla giocata. All’inglese, dove basta un corner per incitare, dove basta un contrasto per gioire.
    Se proviamo a giocare in punta di piedi partono le paturnie al primo errore e Dio ci salvi.
    Non invidio Longo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Opi - 8 mesi fa

    Non ha mai avuto una tenuta atletica accettabile da sano, figuriamoci dopo un’infortunio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. subcomandante - 8 mesi fa

    Sirigu
    Izzo.Nkuolu.Ljanco.Desilvestri
    Lukic.Baselli.Adopo
    Verdi
    Belotti.Millico

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. subcomandante - 8 mesi fa

      Ansaldi al posto di De Silvestri.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Giancarlo - 8 mesi fa

      4.4.2 – Sirigu. Izzo, Nkoulou, Lyanco, Ansaldi. Edera (Verdi), Baselli, Lukic (Berenguer). Belotti, Millico (Verdi)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Paolo - 8 mesi fa

      Sirigu
      Izzo Nkoulu Lyanco Ansaldi
      Verdi Lukic Rincon Berenguer
      Edera Millico

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. TOROPERDUTO - 8 mesi fa

    Lui rientra in quei giocatori che doveva essere venduto, certo ci voleva poi qualcuno competente per sapere come investire i soldi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 8 mesi fa

      Bravo. Era da vendere e con il ricavato prendere uno di 23 anni con un po’ di esperienza e con caratteristiche diverse.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. TOROPERDUTO - 8 mesi fa

        O mi prendi x il culo o è la prima volta che mi dai ragione 😀

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bischero - 8 mesi fa

          Non ti prendo per il culo. E alcune volte condivido cosa dici. Magari mi confondi con altri.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. TOROPERDUTO - 8 mesi fa

            No scherzavo

            Mi piace Non mi piace
  6. Bischero - 8 mesi fa

    Ma quando mai baselli ha avuto tenuta atletica?puó piacere o no. Uno può ritenerlo indispensabile e un altro superfluo.ognuno ha le sue teorie ma dopo 5 anni al toro e a quasi 28 anni dovremmo sapere cosa sa fare e cosa no. Sono 4 allenatori passati in questi anni con il bergamasco che al 70 lo sostituiscono. Almeno su questo dovremmo essere tutti d’accordo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. eurotoro - 8 mesi fa

    baselli meite lukic..nessuno è maturato sotto l’aspetto della continuità..nessuno dei tre non ho capito se sia mediano o mezzala…mah!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. lucabenzoni7_8317634 - 8 mesi fa

      Lukic in mezzo Baselli a SX e Meitè a DX ……….. questa sarebbe lavolta per giocare a football ……….. chissà se capirà ………… FT

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. eurotoro - 8 mesi fa

        ..mai! mai e poi mai..mi privo di Rincon nella formazione tipo!..mai! non scherziamo!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. lucabenzoni7_8317634 - 8 mesi fa

          Dai proviamo calcio champagne !!!! ……… FT

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. pinco pallino - 8 mesi fa

    Sono affezzionatissimo a Basellino. SPeriamo che recuperi AL 100%. Sarebbe utilissimo
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy