Torino, Bremer sta scalando le gerarchie: il brasiliano è in crescita

Torino, Bremer sta scalando le gerarchie: il brasiliano è in crescita

Focus On / Nelle ultime due partite contro Juventus e Brescia il difensore brasiliano è stato schierato dal 1′

di Luca Sardo

Gleison Bremer sta scalando le gerarchie di Mazzarri. Il numero 36 granata nelle ultime due partite di campionato è stato schierato sempre titolare dal tecnico toscano. Nel derby della Mole contro la Juventus ha giocato nel ruolo di perno centrale al posto dello squalificato Nkoulou mentre con il Brescia nel solito ruolo nel dentro sinistra della difesa a tre. In entrambe le partite il brasiliano non ha sfigurato, anzi, è stato autore di discrete prestazioni e ha dimostrato di essere in crescita. Complice anche l’infortunio di Bonifazi alla mano, il brasiliano si sta conquistando spazi importanti.

Rampanti: “Non è stata la vittoria della svolta. Ma un appiglio per sperare c’è”

CRESCITA – Il numero 36 ha giocato a sorpresa a Brescia: molti infatti si sarebbero aspettati l’impiego di Lyanco sul centro sinistra, invece è toccato proprio al brasiliano ex Atletico Mineiro il posto da titolare. Nelle gerarchie ha ormai superato Djidji e gode della fiducia di Mazzarri: il tecnico toscano punta molto su Bremer e sta crescendo molto dal punto di vista tattico. Complice anche l’assenza di Nkoulou per squalifica nel derby e l’infortunio di Bonifazi, il numero 36 nelle ultime due partite sta facendo vedere di cosa è capace.

JOLLY DIFENSIVO – Come detto in precedenza, Bremer è stato impiegato sia da perno centrale sia da terzo a sinistra della difesa: può essere considerato il jolly difensivo di Mazzarri poiché adattabile in tutte le posizioni della retroguardia granata. Superato Djidji nelle gerarchie, ora Mazzarri lo sta alternando a Lyanco: l’obiettivo del difensore brasiliano sarà quello di trovare maggiore continuità e crescere ancora di più. La strada per diventare una certezza è ancora lunga, anche se per ora Bremer – attraverso le sue prestazioni- sta diventando un giocatore fondamentale per il Torino di Walter Mazzarri.

 

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-14287754 - 11 mesi fa

    c’è poco da dire abbiamo tutti difensori forti bremere mi piace un sacco FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. suoladicane - 11 mesi fa

    ragazzo serio, gestito malissimo lo scorso anno, buttato in campo nel derby di ritorno senza aver mai giocato un minuto in gare ufficiali, e si che di occasioni ce ne erano state; quando dico che il mister non sa gestire i giovani mi riferisco a questo atteggiamento che ha, non li mette mai, così quando servono non sono pronti; quest’anno con i difensori non ha potuto fare a meno delle rotazioni perchè con Nkoulu fuori squadra e Dijdi infortunato ha dovuto fare giocare i “ragazzi”; secondo me hanno risposto tutti bene, infatti io farei giocare sempre loro! bremer lyanco bonifazi, visto che si è intestardito con la difesa a tre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Fede Granata - 11 mesi fa

    Chi ti ha messo i più PincoPallino la pensa come te…Bremer ragazzo serio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Sempretoro - 11 mesi fa

    Sperem…Forza ragazzi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. pinco pallino - 11 mesi fa

    I ❤ BREMER
    Un ragazzo che sta facendo vedere di che pasta è fatto.
    Personalmente stravedo per lui. Mai un rumore, un atteggiamento. SOlo tanto lavoro. Quando è stato chiamato in causa ha sempre fatto il suo sporco lavoro con grinta e dignità, senza guardare in faccia nessuno.
    COme fai a non voler bene ad un atleta così?
    Speriamo che a lui abbiano detto che dopo due anni al TORO, diventerà una colonna granata e che sappia che almeno un tifoso granata lo apprezza sinceramente. Ma ce ne sono altri, tanti altri tifosi granata che gli vogliono bene. Un abbraccio forte e sincero,
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy